Le ospiti di Plutonia: Emily Didonato

X15 Emily Didonato

Dopo la pausa lunga circa un decennio, vale a dire più o meno dal 2000 al 2010, stanno tornando di moda le cosiddette “supermodelle”. In passato la categoria contava splendide donne come Claudia Schiffer, Eva Herzigova, Naomi Campbell, Cindy Crawford e altre.
Ora ci sono dei nuovi nomi che si impongono all’immaginario collettivo, sia maschile che femminile. Si tratta di ragazzi quali Sara Sampaio, Miranda Kerr, Jessica Stam etc etc.
Oltre che per un naturale interesse “maschile”, mi incuriosiscono molto i motivi, chiaramente non solo estetici, che trasformano una modella in un’icona moderna. Una bellezza totale. Una sorta di neodivinità pagana.
Emily Didonato (New York, 24 febbraio 1992) è una delle supermodel dei nostri tempi. Insieme a Sara Sampaio, è l’unica che mi attrae al punto di ospitarla qui, su Plutonia. Immagino che le altre sopravviveranno comunque :)
In questo caso più che in altri è più semplice lasciar parlare le immagini. E così faccio.

Continua a leggere

Sei scrittori casi umani su Facebook

Facebook periscopio

Frequentare il mondo dei gruppi Facebook dedicati alla scrittura, all’editoria e al self-publishing è una quotidiana occasione di depressione e di divertimento.
Depressione perché, professionalmente parlando, ci si accorge di quanto in basso sia caduto il settore, tra avventurieri, semi-analfabeti che si dicono scrittori, imbroglioni e psicopatici.
Divertimento perché, superata l’incazzatura, ci si imbatte in casi umani estremi, che personalmente mi fanno sghignazzare più di un’intera stagione di Zelig o di Colorado Cafè.
Nel post di oggi esamino una piccola parte di questi burloni involontari. So che ne esistono molti altri. Se volete aggiungere il vostro contributo sentitevi liberi di farlo, nei commenti a questo post.

Continua a leggere

Il romanzo dell’Esorcista con Il Sole 24 ore

Copertina della prima edizione Mondadori.

Copertina della prima edizione Mondadori.

Abbiamo visto tutti il film, ci siamo spaventati, lo abbiamo sognato di notte, nei peggiori incubi della nostra vita.
Eppure non tutti sanno che L’Esorcista è tratto da un romanzo omonimo di William Peter Blatty. Romanzo che, per inciso, funziona bene quanto la trasposizione cinematografica, col bonus non trascurabile di abbondare in dettagli che, per ovvie ragioni di media narrativo, sono state omesse dal film.
L’Esorcista (libro) venne ristampato per l’Italia sei anni fa, dai tipi di Fazi, ma alla notizia fu dato poco risalto, tanto che se ne accorsero solo gli addetti ai lavori (tra cui il sottoscritto).
Ora però avete tutti una seconda occasione per recuperarlo: mercoledì 3 marzo 2015 il libro verrà venduto in allegato col quotidiano Il Sole 24 Ore. Sarà il primo volume della collana “I Capolavori della Letteratura Horror”, che dovrebbe comprendere quattro o cinque titoli in totale.
Segnatevi la data e comprate questo dannato volume.

Continua a leggere

L’autoritratto magico di Da Vinci

Da Vinci autoritratto

A una prima occhiata si tratta di un semplice dipinto che raffigura un uomo barbuto, dipinto con del gesso rosso.
Da anni c’è però chi sostiene che tale autoritratto, realizzato nientemeno che dal grande Leonardo Da Vinci, avrebbe grandi poteri medianici. Perfino alcuni curatori della Biblioteca Reale di Torino, dove viene custodito il dipinto, sono di tale avviso. Lo erano anche sul finire degli anni ’30, quando lo trasferirono in gran segreto a Roma, dove rimase fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, per impedire a Hitler e ai suoi esperti di occultismo e di misticismo di prenderne possesso.

Continua a leggere

HPL 300 (4)

Hound of Tindalos

QUATTRO

“Non penserai che quel tizio sia veramente Lovecraft.” dice Sandro, con le mani strette sul volante e gli occhi fissi sulla strada bagnata.
“Un po’ mi piacerebbe.”ammette Roberto.
“E come avrebbe fatto? Macchina del tempo? O è un ghoul con le sembianze di HPL?”
“Non so. Sei tu l’esperto.”
Sandro si volta per un istante verso l’amico. “Fammi vedere ancora quel simbolo sul badge.”
“ATTENTO!” grida Roberto, all’improvviso.
Sandro non sa il perchè di quel grido, ma la reazione è immediata. Pigia il pedale a fondo e inchioda, scordandosi della strada bagnata. L’auto sbanda tre volte ma l’autista la tiene in carreggiata controsterzando.
“Cristo! Che diavolo ti è saltato in mente?” sbotta Sandro, a vettura ferma.
Roberto non ha bisogno di rispondere. L’amico lo vede con i propri occhi.
Un grosso cane nero è seduto in mezzo alla strada. Sembra fissarli.
“Un randagio. Grosso com’è mi avrebbe ammaccato il paraurti.” è il commento cinico di Sandro.
Il motore si è spento, forse a causa dell’inchiodata. Il guidatore cerca di riavviarlo. Prova una, due, tre volte. Niente.
“Fantastico! Proprio da film horror!” commenta Roberto, cercando di essere spiritoso, ma senza riuscire a nascondere il nervosismo.
“Scendiamo, accostiamola al marciapiede e proseguiamo a piedi. L’indirizzo è qua dietro.” dice Sandro, tranquillo.
“Scherzi? Con quel mostro là fuori?”
“Hai paura dei cani? Anche Lovecraft preferiva i gatti.”
“Lo capisco.”
“Comunque non c’è più, guarda tu stesso.”
Sandro non mente. Il cane nero è scomparso nel nulla.
I due amici indossano due impermeabili in tela cerata, scendono e spostano la macchina, poi si dirigono verso l’abitazione di Mister X. Appena svoltato l’angolo si bloccano simultaneamente, come paralizzati.
Davanti al 300 di Via Melville staziona un numero impressionante di cani, di ogni taglia e razza.
Sembrano attendere loro.

(Continua)

Continua a leggere

Benvenuti nel Livello Perduto

Lost Level
Robot giganteschi contro tirannosauri.
Uomini serpente e colibrì carnivori.
Stagni animati che si nutrono di carne umana.
Dinosauri zombie.
Pistoleri di un universo alternativo.
Una valle dove finiscono i calzini dispersi nelle lavanderie di tutto il mondo.
Uomini-tigre dal manto blu.
Astronavi di alieni Grigi, naufragate molto lontano da casa.
Droidi postali dispersi da una dimensione parallela in cui esiste davvero il NWO.
Crostacei grandi quanto carri armati e dotati di una malevola intelligenza.
Dischi volanti del Quarto Reich, provenienti da un’ucronia temporale.

Benvenuti nel Livello Perduto!

Continua a leggere

Capire di quanti per vendere ebook

 

hand pushing social media interface on a black backgroundVe l’avevo anticipato qualche giorno fa e ora ci siamo.
Apre Quantum Marketing.

Se vi va date un’occhiata. Anche se il sito è ancora in fase beta, potete già trovare il suo nucleo centrale, l’identità di ciò che è e di ciò che vuole (vorrebbe) diventare.
Appunto. ma cos’è Quantum Marketing?
Non è un blog, anche se magari aggiungerò una versione di blogging “leggero” nelle settimane a venire.
Non è una società, né un’associazione culturale. Non è un manifesto, né l’ennesimo, pretenzioso sito di banali ciance sul marketing 2.0
Quantum Marketing è una piccola piattaforma del web, in cui mi propongo di mettere al servizio del pubblico quanto ho imparato in questi anni, a proposito del promuovere e “vendere” la scrittura.

Continua a leggere

Le ospiti di Plutonia: Olivia Munn

Olivia Munn 5

Il papà di Olivia è per metà tedesco e per metà irlandese. La mamma è di origini cinesi, ma è cresciuta in Vietnam. Il risultato di questo cocktail di DNA è una splendida donna – Olivia Munn, per l’appunto – attrice, modella, showgirl, occasionalmente cosplayer di lusso (qui interpreta la principessa Leila al San Diego Comic-Con).
Al cinema non ha ancora avuto ruoli di primissimo piano, eppure non è mai, e dico mai, passata inosservata. La ricordiamo soprattutto nel casting di Iron Man 2, Magic Mike, Liberaci dal Male, Notte folle a Manhattan.
Olivia ha lavorato anche in alcuni serial televisivi, tra cui New Girl e The Newsroom. Lavora poi come volto pubblicitario per molti grandi marchi ed è una presenza fissa su diversi magazine patinati, da Maxim a Men’s Health.
Single (le attribuiscono diversi flirt), attivista della PETA, Olivia si dichiara “aperta al soprannaturale e alla Fede” dopo aver lavorato a Liberaci dal Male, film che prende spunto – o almeno così dicono – da alcuni fatti inspiegabili documentati dal NY Police Department.

Continua a leggere