Le infografiche di Due Minuti a Mezzanotte (3)

AMERICAN DREAM Scheda

American Dream (clicca per ingrandire).

Nuovo appuntamento con le infografiche sui supereroi di 2MM. Quelli precedenti li trovate qui e qui.

Dopo aver parlato di alcuni parametri di valutazione dei poteri dei metaumani, secondo la “Scala di Rushmore”, introduciamo ora la più generica “Scala Stern”.

August Stern è lo scienziato austriaco che ha classificato i metaumani in sei livelli di potere. Il livello 1 è il più basso e riguarda i super con poteri minimi o ancora immaturi.
Il livello 6, che attualmente conta un solo esemplare, riguarda metaumani paragonabili a semidei.
Poco sotto trovate una tavola comparativa/dimostrativa con alcuni eroi DC Comics/Marvel Comics, presi come metro di paragone. (Dalla pagina Facebook di 2MM)

I livello 1 non sono presenti nello schema, perché si tratta di soggetti con poteri/talenti appena abbozzati, spesso nemmeno dichiarati e/o studiati scientificamente.
In un ulteriore paragone col mondo Marvel, essi possono essere accostati a qualche mutante “generico”, non appartenente a dei gruppi combattenti, bensì semplici civili dotati di un gene X. Continua a leggere

Uno sguardo a Battleworld, il nuovo mondo Marvel

SW Age of Ultron

Secret Wars vede gli ultimi due universi sopravvissuti al fenomeno conosciuto come Le Incursioni –  l’Universo Marvel e l’Universo Ultimate – scontrarsi e distruggersi. I resti di entrambi vengono scissi e trasportati nel Battleworld, un pianeta/dimensione diviso in molti territori, ciascuno combinazione di vari universi di molti “what if”. Ci sono per esempio l’universo Marvel 2099, L’era di Apocalisse, Marvel 1602 e House of M, Il mondo dominato dall’Hydra, Manhattan Inferno, le wasteland post-catostrafe di Old Man Logan, Planet Hulk, Perfection (il dominio di Ultron), le Deadlands, abitate dalle versione zombie degli eroi Marvel, e molti altri ancora.

Tra gennaio e febbraio ho fatto un esperimento: ho comprato tutti i primi albi (i famigerati “numeri 1”) delle tante collane nate del mega-evento Marvel Secret Wars.
Era da tempo che non compravo i fumetti Marvel da edicola (mentre sono un assiduo lettore dei volumi da libreria), perché sono libretti di poche pagine, ciascuno diviso in due storie non legate tra loro, che protraggono l’arco narrativo per mesi e mesi.
Questa volta ho rimediato, acquistandoli tutti.

Continua a leggere

Il teletrasporto è possibile?

teletrasporto

Matter transportation

Riapriamo ufficialmente la rubrica su misteri e fringe science del giovedì con qualcosa di semplice e intrigante.
Si parte con una citazione di un bell’articolo della webzine di notizie e attualità BlastingNews.

Secondo il fisico visionario di fama mondiale Michio Kaku, professore presso la City University di New York, nell’arco di cento anni il teletrasporto diventerà una realtà e i lunghi viaggi (se non per scelta) potrebbero diventare soltanto un ricordo. “Eravamo abituati a ridere quando parlavamo di teletrasporto, però adesso non ridiamo più. Il teletrasporto quantico esiste già, ed entro un decennio potremo teletrasportare la prima molecola”, ha dichiarato il fisico al periodico The Express. Secondo Kaku, gli essere umani già realizzano qualcosa del genere a livello atomico: il fenomeno è conosciuto come entanglement quantistico e consente interconnessioni tra atomi che possono mandare le loro informazioni ad altri più lontani.

Continua a leggere

Strafatti di stereotipi

Injection

Dapprima la faccenda è saltata fuori parlando di zombie.
Io e un gruppetto di altri veterani del genere ci stupiamo di quanto i più beceri cliché sugli zombie riescano a vendere, praticamente alla cieca.
I militari cazzuti e violenti.
I maschi alfa.
L’apocalisse che spazza via il politici cattivi-cattivi e le istituzioni, viste come causa del male della società moderna.
L’amico del protagonista che viene morso e pronuncia le fatidiche parole: “Uccidimi. Non voglio diventare come loro!“.
Tutta questa roba qui.
Che – appunto – vende.
Vende sempre e a scatola chiusa.
E gli zombie ovviamente sono solo una tessera del mosaico.

Continua a leggere

Maciste contro Gamera (ebook)

cover

Maciste contro Gamera
di Alessandro Girola
Copertina di Giordano Efrodini
Editing a cura di Miss Marvel
115 pagine circa, 0,99 euro
Disponibile sul Kindle Store

Sinossi

1546 d.C
Nuovo Mondo

Il capitano Martin de Valdivia è uno dei tanti hidalgo attirati dalla prospettiva di impossessarsi dei tesori delle tribù inca sottomesse alla corona di Spagna.
La spedizione che ha organizzato si spingerà in una zona poco esplorata della cordigliera delle Ande, alla ricerca del fantomatico Tempio della Tartaruga.
Oro, misteri e segreti attendono i conquistadores di de Valdivia e il confessore spirituale della compagnia, l’ambiguo padre Zambrano.
Maciste, catapultato dagli Dei dei Sogni in un nuovo viaggio nello spazio e nel tempo, si aggrega al piccolo contingente dell’hidalgo. L’eroe non sa perché gli Oneiroi lo hanno mandato lì, ma le visioni indotte da Morfeo riguardano indubbiamente il Tempio della Tartaruga.
Dove – si dice – vive il leviatano venerato dalla tribù perduta dei Tejo…  Continua a leggere

Sii come Capitan America

civil war

Se non sapete ancora cosa sta alla base di Civil War, una delle più riuscite saghe Marvel degli ultimi ventanni (di cui in primavera vedrete la trasposizione cinematografica), ve la riassumo in soldoni.

Dopo un incidente causato dal metaumano chiamato Nitro, in cui perdono la vita molti civili (tra cui parecchi bambini), il governo degli Stati Uniti e l’agenzia SHIELD decidono di varare l’Atto di Registrazione dei Superumani. Esso – una sorta di versione speciale del Patriot Act – obbliga tutti gli individui dotati di superpoteri o di talenti assimilabili a essi a registrarsi presso le autorità.
Questo dovrebbe creare – e di fatto lo crea – un database utile a prevenire ulteriori incidenti causati dai metaumani, che siano essi volontari o provocati da criminali e terroristi.
La comunità dei supereroi si spacca in due: da una parte c’è Tony Stark, favorevole alla registrazione, dall’altra Steve Rogers, contrario. Il primo la sostiene perché essa porta ordine e sicurezza, il secondo resta fedele al principio americano di libertà, e alla necessità di un eroe di poter indossare una maschera, per proteggere i suoi cari, per non essere ricattabile.

Continua a leggere

Le ospiti di Plutonia: Jennifer Garner

Jennifer Garner 5Jennifer Garner, classe 1972.
Attrice, produttrice, moglie di Ben Affleck dal 2005 al 2015 (ora sono separati, ma continuano a vivere insieme per il bene dei figli – buon per loro).
Ha una carriera ricca di film e di partecipazioni in serial di vario genere, ma per quelli come me Jennifer sarà sempre e soltanto Sydney Bristow, agente della CIA in Alias, un telefilm che ha per molti versi anticipato le produzioni moderne che tutti amano.
Se poi vogliamo dirla tutta, la Garner è stata anche una discreta Elektra, sia in Daredevil (2003), che non era poi malaccio come tanti sostengono, che nel film intitolato proprio Elektra (2005), che narra le vicende della ninja di origine greche di casa Marvel. Ecco, questa seconda pellicola magari non è proprio bellissima.
Ma Jennifer in quel costume faceva comunque un figurone.

Continua a leggere

Le infografiche di Due Minuti a Mezzanotte (2)

VOSTOK Logo

Eccoci al secondo appuntamento con le infografiche del mondo narrativo di Due Minuti a Mezzanotte. Se volete recuperare quelle già pubblicate, le trovate qui, oppure nella pagina Facebook di 2MM.
Oggi vi introduco un aspetto caratteristico della versione “reloaded” di 2MM. Se non capite di cosa sto parlando, recuperate questo post. Tratteremo infatti un nuovo gruppo di metaumani, la squadra operativa internazionale Vostok, nata per contrastare i terroristi dello Stato Islamico, che nel mondo lievemente ucronico di 2MM sono insediati tanto in Siria quanto (soprattutto) in una porzione delle terre egiziane, sconvolte dalla guerra civile.
Il Vostok finora è citato soltanto in Beast of War, un racconto compreso nella raccolta Sibir – la Trilogia, ma che presto vedrete in azione più da vicino.
Ecco dunque la formazione ufficiale del gruppo nato dall’alleanza tra Russia, Cina e Iran (team di cui vedete il logo poco sopra).

Continua a leggere