Sherlock Holmes vs Arthur Conan Doyle

The_Hound_of_the_Baskervilles_Play_Poster

– Da quando è accaduta la tragedia, signor Holmes, mi sono giunti all’orecchio alcuni particolari che difficilmente
si conciliano con l’ordine stabilito dalla natura.
– Ad esempio?
– Ecco: sono venuto a sapere che prima che succedesse la tragedia alcune persone avevano visto nella landa un
essere che corrisponderebbe nelle descrizioni alla bestia demoniaca dei Baskerville, e che non può essere in alcun modo
paragonato ad alcun animale conosciuto dalla scienza. Tutti concordano nell’affermare che si tratta di una creatura
mostruosa, fosforescente, fantastica, spettrale. Ho interrogato questa gente: un campagnolo testardo, un maniscalco, un
agricoltore di brughiera, e tutti e tre mi hanno ripetuta la stessa storia, mi hanno descritto una apparizione spaventosa,
esattamente corrispondente al mastino infernale della leggenda. Le assicuro che nella zona regna il terrore, e non vi è
nessuno che si arrischierebbe ad attraversare la landa di notte.
– E lei, un dotto uomo di scienza, ritiene di trovarsi di fronte a fatti soprannaturali?
– Io non so che cosa credere.
Holmes si strinse nelle spalle. – Sino a oggi ho limitato le mie ricerche a questo mondo – disse. – Con i miei umili
mezzi ho combattuto il male, ma attaccare il Padre del Male in persona potrebbe essere forse da parte mia una pretesa
troppo ambiziosa. Lei però deve ammettere che le impronte sono inequivocabilmente reali.

Continua a leggere

Le ospiti di Plutonia: Elle MacPherson

© QUEEN INTERNATIONAL REFERENCE: IC/NWPIX ****EXCLUSIVE**** SIDNEY, AUSTRALIA, JANUARY 2008 SYMPATHIC AND SEXY SUPERMODEL ELLE MACPHERSON, THE BODY, SPENDS THE FIRST DAYS OF THE YEAR IN THE SUN AT THE BEACH OF HER BIRTH LAND, AUSTRALIA, SHOWING HER GORGEOUS BEAUTY IN BIKINI. SHE POSED FOR US. REPORTERS / Queen

C’è bisogno davvero di fare le presentazioni?
Elle MacPherson è una delle supermodelle che hanno segnato in modo indelebile il mondo della moda e del glamour degli anni ’90, insieme a Naomi Campbell, Claudia Schiffer, Cindy Crawford, Carol Alt e poche altre. Donne bellissime e ricchissime, vere e proprie icone di un mondo che può piacere o non piacere, ma che fa parte della cultura pop di tutti noi.
Australiana, classe ’64, soprannominata “The Body”, Elle ha lavorato per i più importanti brand di moda, ha posato per Playboy, ha fatto delle esperienze da attrice in film e in famose sit-com. Ora è proprietaria di un’azienda che produce biancheria intima, ed è anche una produttrice televisiva (si occupa di un noto talent show incentrato sulla ricerca di nuove modelle).
Parla fluentemente il francese, l’italiano e lo spagnolo.
Bionde e sceme? Ah, quante stupidaggini nei luoghi comuni!
Tra parentesi: è ancora bellissima!

Continua a leggere

Google Keep

Google Keep

Una delle app più utili tra le tante utilizzate in questi ultimi mesi è Google Keep.
Si tratta di un blocco note versatile e personalizzabile, legato al vostro account Gmail/Google Plus. Il che vuol dire che, se siete in qualche modo iscritti a Gmail, potete usufruire di Google Keep senza spendere un centesimo.
Con Google Keep si possono prendere appunti “semplici”, oppure ordinarli in comode liste, ma anche registrare dei memo vocali.
La scelta di sfondi colorati diversi aiuta a individuare in pochi attimi le note a cui vogliamo dare più rilievo, quelle che devono spiccare rispetto alle altre.
Ma il grande vantaggio è soprattutto un altro.

Continua a leggere

Ho raggiunto le Colonne d’Ercole

colonne d'ercole

Dopo circa dieci anni di frequentazione del mondo della letteratura fantastica italiana – in qualità di blogger, recensore, lettore e autore – posso dire di conoscere per nome tutti coloro che condividono con me questa passione.
Conosco i lettori, gli scrittori, gli editori, gli addetti ai lavori… tutti. Forse dire che posso nominarli uno a uno è un’iperbole, ma non ci andiamo molto lontano.
Confrontandomi coi colleghi blogger, che gestiscono spazi molto frequentati, come lo è Plutonia Experiment, ho scoperto che abbiamo numeri molto simili, oltre i quali difficilmente si va. La conclusione che ho ricavato da questi dati statistici è una sola: abbiamo raggiunto le Colonne d’Ercole. Ossia abbiamo, chi più chi meno, parlato a tutto il pubblico interessato a ciò che diciamo (odiatori compresi).
Quindi restano solo due strade da percorrere: cercare di allargare questo pubblico oppure morire.

Continua a leggere

Venti ebook da mettere in valigia

ebook in vacanza

Questo post prende spunto da uno quasi omonimo comparso qualche settimana fa su Dove, l’inserto del Corriere della Sera. La redazione di Dove ha stilato una lista di venti titoli consigliati per l’estate 2015. Nulla di particolarmente eclatante, nessun titolo sorprendente (per quanto non manchino le buone segnalazioni). Del resto sono articoli, questi, indirizzati ai lettori “medi”, probabilmente non digitali, quasi sicuramente poco amanti della speculative fiction in tutte le sue declinazioni.
Allora, ho pensato, tocca a me fare una lista di venti ebook del fantastico che non dovete proprio perdervi. Proprio come hanno fatto i tipi di Dove, anch’io ho seguito la linea-guida del viaggio. Sicché i titoli del mio elenco parlano di luoghi, esotici o meno che siano, poco importa.
E così, eccolo qua. Comprende romanzi e saggi di cui ho già parlato in altre occasioni, ma che fa sempre bene riportare in visibilità. Ci sono esclusioni eccellenti, ma del resto questo elenco non vuole essere esaustivo, bensì indicativo. Per tutto il resto ci penserà mamma Amazon ha darvi degli eccellenti consigli, partendo proprio dall’acquisto di uno o più di questi ebook.
Sentitevi liberi, anzi, incoraggiati, a diffondere la lista.
Buona lettura!

Continua a leggere

HPL 300 (20)

AzathotVENTI

Sandro sprigionò la propria volontà e prese alla gola il feto, che si difese attorcigliando i tentacoli giallastri e bavosi alla pelle dell’uomo.
In una manciata di secondi le dita si erano già incontrate, attraversando la pelle collosa e la carne flaccida del feto alieno, frantumando le ossa.
«Ma cosa?» sbottò Morrigan, lasciando cadere a terra la sigaretta.
La raggiunse poco dopo, colpita alla fronte da un pugno che fece collassare la calotta cranica all’interno con uno sbuffo rosato.
Il nano, la salma umana, la battona con il cane idrofobo, furono investiti da un’onda d’urto che si sprigionò da Sandro: i loro corpi straziati si persero sul fondo della stanza, in una nuvola di frammenti di carta.
L’uomo si voltò verso l’altro quadro, dal quale il motivo geometrico ottagonale stava uscendo, piegando all’esterno la tela.
I legali erano balzati all’indietro di una ventina di metri, assorbendo il colpo.
«Scelgo te, divino Es’malalael.» sussurrò Sandro con voce stentata.
Invocato, l’essere stracciò la tela del quadro con un rombo e poi si unì al prescelto.
E furono Alpha e Omega.
«Non è corretto! Non è corretto!» sibilarono in coro i legali, cercando di farsi forza accalcandosi uno addosso all’altro, annichiliti davanti all’enorme e lucido prisma ottagonale.
L’entità estroflesse sette cunei di materia nera traslucida e li trafisse. Una musica aliena, simile a un’oscena parodia di flauti e timpani fu ovunque, mentre tutto si faceva nero.
L’uomo si risvegliò, nudo e stordito sul pavimento freddo.
Era di nuovo nella salotto di casa Lovecraft.
Sul petto una bruciatura ottagonale, in testa quella musica sinistra e insistente.
“Tra un Dio Esterno e un Grande Antico non c’era scelta.”
Si massaggiò le tempie, cercando di far smettere i suoni che gli rimbombavano in testa.
Si augurò che il coro di Azathoth avrebbe taciuto, prima o poi.

– FINE – 

Continua a leggere

… Come un artista

i write what

Ci sono moltissimi manuali e altrettanti libri motivazionali che promettono di farti diventare un eccelso artista e un grande venditore della tua arte (la ripetizione è voluta).
Alcuni sono interessanti, altri sono banalissimi, altri ancora sono ottimi per i paesi anglofoni, ma non funzionano se applicati alla mentalità italiana e mediterranea. Il latino, si sa, è tirchio e tende a non considerare “l’arte” come un mestiere. Per questo qui molte strategie di marketing funzionano poco e male. Vedi alla voce crowdfunding, pay with a tweet, donazioni spontanee e altro.
Ma non divaghiamo. Quel che volevo dire è semplicemente che è difficile trovare dei libri che parlano di comunicazione, social marketing e di creatività senza annoiare e senza risultare del tutto privi di effetti pratici.
In questo 2015 ne ho tuttavia letti due che, nella loro immediatezza, riescono a far riflettere e a mettere in chiaro certe cose che un creativo magari già conosce.

Continua a leggere

Valli del Terrore (ebook)

Valli del Terrore cover 3.0Valli del Terrore
di Alessandro Girola
Copertina di Chiara S. su immagine Fotolia di Giuseppe Blasioli
Editing di Miss Marvel e Chiara S.
60 pagine, 0,99 euro
Link per l’acquisto

Sinossi

Tre valli, tre racconti del brivido.

“Il Gramo”: Un’inquietante presenza in forma di cane diabolico popola da sempre le leggende locali di uno sperduto borgo dell’alta Val Seriana. Si dice che chi lo sente latrare muore, eppure forse c’è qualcuno che ha imparato a sfruttare il suo potere per scopi poco onorevoli. Ma il prezzo da pagare è sempre molto elevato.

* * *
“Vecchie Ossa”: Due ragazzi sono alla ricerca delle ossa del leggendario drago della Valcamonica. Si tratta dell’ennesima leggenda medievale basata su un fondo di verità, oppure è tutto falso e frutto di uno scherzo organizzato da un egocentrico accademico di inizio ‘900? Massimo e Francesca lo scopriranno addentrandosi in un dedalo naturale di ignota origine…

* * *
“Uscita a tre”: Quella che per Mattia, Gas e Daniele doveva essere una notte di sesso facile e di bagordi si trasforma in una strana avventura in un paese dimenticato da Dio. Ocipete, situato nella piccola Val San Martino, pare uscito da un incubo post-industriale. Eppure qualcuno – o qualcosa – lo abita ancora.

Continua a leggere