Risotto al nero di seppia: Cucinando con Simona (5)

La ricetta di questo venerdì l’ho sperimentata sul campo nello scorso week end.
Cosa c’è di meglio se non regalarsi una gita in montagna pianificando una cena a base di pesce? Nulla, a quanto pare.
Così come non c’è nulla di più rilassante se non godersi il panorama montano sul finire dell’inverno, lontano dal caos dei classici periodi vacanzieri – Natale ed Estate.
Dunque cibo e buon vino, pace e silenzio. Quello che io chiamo un ottimo fine settimana, da cui è nata questa ricetta.
La cuoca è sempre Simona, quindi i complimenti semmai intestateli a lei, che poi in qualche modo li legge.
Preparatevi a pescare tanti piccoli kraken, perché oggi vi insegniamo a cucinare il risotto al nero di seppia (con le seppie incluse!)

Risotto al nero di seppia

Ingredienti per due persone:
– 160 gr. di riso Carnaroli
– 200 gr. di seppie già pulite
– 1 bustina di nero di seppia
– 1/4 di cipolla oro
– 1 spicchio d’aglio
– 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
– 1 bicchiere di vino bianco
– Prezzemolo
– Sale q.b.

- In una pentola, portare ad ebollizione un paio di litri d’acqua.
– Passare le seppie sotto acqua corrente fredda, lasciarle scolare dall’acqua in eccesso e tagliarle a rondelle.
– In una casseruola mettere due cucchiai d’olio extravergine, la cipolla tritata e lo spicchio d’aglio.
– Far dorare gli ingredienti di cui sopra ed aggiungere le seppie.
– Dopo un paio di minuti (quando l’acqua rilasciata dalle seppie sarà evaporata), togliere lo spicchio d’aglio ed aggiungere il riso.
– Far tostare il riso e sfumarlo con il bicchiere di vino bianco.
– Aggiungere 6 mestoli di acqua e salare.
– Dopo 10 minuti ( il tempo di cottura del risotto è di circa 20 minuti) aggiungere la bustina di nero di seppia.
– Lavare il prezzemolo e mondarlo finemente.
– A fine cottura, impiattare il risotto e cospargerlo di prezzemolo.

And Now. . . Let’s Cook. . . It’s Easy! ;)

Nota bene: Avendo quasi sempre poco tempo, io mi affido alle bustine di nero di seppia già confezionate (le trovate nel bancone del pesce fresco!) Ma per chi avesse più tempo di me, consiglio di affidarsi al proprio “pescivendolo di fiducia”, e far estrarre direttamente da lui il nero dalle sacche delle seppie. Il risotto sarà ancor più saporito! Garantisco! ;)

9 commenti su “Risotto al nero di seppia: Cucinando con Simona (5)

  1. Buono il risotto al nero di seppia! Questo post mi ricorda una terrificante cena di pesce in Valle d’Aosta in cui sono rimasto coinvolto un paio di estati fa. Esperimento curioso, ma decisamente fallimentare.

  2. Si vede che facciamo parte della Cricca©, da me domenica ci sono i tagliolini neri con le vongole. :D

    Io suggerirei di sostituire l’ acqua con un po’ di brodo di pesce, fatto anche con il dado.

  3. Ciao.
    Bel blog ma… perché continui a dire “mondare finemente”? Se l’hai lavato, il prezzemolo è stato già mondato! Immagino tu intenda dire “tritare finemente”.
    Con simpatia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...