libri · recensioni

Le nove stelle (di Marco Siena)

Le nove stelle
di Marco Siena
Butterfly edizioni
200 pagine, 14 euro

Sinossi

Chris e il ricordo di un abbraccio che non c’è più. Laura e le storie rimaste in sospeso nel loro passato. La vita tranquilla di Chris viene improvvisamente scossa dall’arrivo di Rusty. L’amico ritrovato sembra però nascondere molti segreti…

Commento

Punto 1: Marco è un mio amico. Ve lo dico così vi risparmio la fatica di documentarvi. Quindi se vi dirò che il libro mi è piaciuto potreste ragionare da uomini liberi, e pensare che è vero, oppure potreste farvi cullare dalla cultura del sospetto e smettere di leggere ora.
Punto 2: In questa recensione ci sarà qualche spoiler.

Le nove stelle è un romanzo intenso. Questa è la parola adatta per descriverlo, se dovessi fermarmi limitarmi a un commento soltanto. Ma per fortuna noi abbiamo tempo e spazio, quindi l’analisi sarà più approfondita.
Non so se questo libro rientri nella categoria delle “storie di formazione”. Direi di no, visto che il protagonista è un ragazzo fatto e finito, sulla trentina, e non un bambino. Tuttavia ci sono alcuni piacevoli elementi che fanno da collegamento con il filone appena citato. C’è un ritorno ai luoghi dell’infanzia, con Chris che, conclusa un’importante storia d’amore, decide di trascorrere Capodanno nel paese che frequentava da piccolo. C’è anche un altro ritorno, più metaforico, quello degli amici di gioventù, che sono sempre troppo vicini o troppo lontani nei ricordi di ciascuno di noi.
Poste queste due basi, Le nove stelle va altrove e lo fa piuttosto liberamente, trasformandosi in una storia di perdizione e di redenzione.

Dilettandomi nella scrittura so quanto è difficile mettere su carta i sentimenti umani, specialmente l’amore, senza diventare stucchevoli o, viceversa, troppo cinici. Quel che mi ha stupito dello stile di Marco è l’estrema capacità di sintetizzare scorci di viva, reale (o realistica) vita di coppia in un condensato di duecento pagine. La storia di Chris e Laura, coi suoi alti e coi suoi bassi, è priva di quella sgradevole patina glitterata tipica del paronormal romance. E’ una storia come tante, come potrebbe essere quella di un qualunque lettore. Quindi il senso di immedesimazione è forte e ci spinge a voltar pagine.

Ma Le nove stelle ovviamente non è soltanto un libro d’amore. Come ho detto è soprattutto una parabola di perdizione, con Rusty, l’amico d’infanzia del protagonista, che lo spinge sempre più a liberarsi dall’imprinting etico/morale, per vivere una vita fatta di eccessi e di assenza di regole.
L’atmosfera decadente che si respira attorno a Rusty aumenta di pagina in pagina, in un crescendo di sospetti e verità taciute che si trasformano infine in una ragnatela che avvolge Chris.

Fin qui tutte le cose belle del romanzo, che è costruito in modo sapiente e vibrante. C’è qualcosa che non mi piaciuto? Sì, qualcosa sì. La svolta “paranormale” del finale, per quanto indispensabile alla storia, poteva lasciare il posto a una conclusione da vero e proprio thriller esistenzialista. Si sarebbe evitato l’ingombrante deus ex machina della creatura non umana che gioca col fato dei mortali. Al contempo, sempre sul finale, si ha l’impressione di trasformare una piacevolissima corsa a ostacoli in una gara fin troppo veloce, sui 100 metri. Insomma, si arriva un po’ col fiatone.

Dettagli, si capisce. Sono solo piccoli appunti personali che non inficiano in alcun modo il voto, senz’altro positivo, a un romanzo gradevole e sentito, che di certo esula la definizione di “puro intrattenimento”, osando nel porre qualche domanda di quelle importanti, sulla vita, sull’amore, sulla morte.
Una volta c’era uno scrittore molto in gamba che utilizzava l’horror per veicolare queste tematiche. Si chiamava Stephen King, ma poi è morto.

18 risposte a "Le nove stelle (di Marco Siena)"

  1. Alex, davvero una bella recensione. Grazie davvero. Ho apprezzato soprattutto come hai detto quello che ti è piaciuto e quello che a parer tuo non ha funzionato. Sono cose di cui farò tesoro.

    1. Romanzo molto bello, che mi ha davvero ricordato certe vecchie perle di Stephen King.
      E poi adoro i tuffi nel passato in salsa thriller-horror. Lettura appassionante… avanti così, che vai benissimo 🙂

      1. Ti ringrazio ancora Alex, spero con il prossimo di migliorare ancora. Quello che ho nel cassetto, è un romanzo in cui credo davvero. Ho dato perfino il suo nome al mio blog 😀

  2. King non è morto… è partito per un altro pianeta lasciando dietro di se una brutta copia…
    Scherzi a parte, anch’io ho apprezzato molto il libro di Marco, trovandolo troppo veloce nel finale come tu stesso hai affermato. Ma è indubbio che si tratti di un prodotto buonissimo, sotto molti aspetti.
    Vai Marco, la strada è quella giusta! 🙂

  3. La tua recensione devo dire che mi ha incuriosito.
    Amavo moltissimo il vecchio King…non tutto si intende, ma proprio quei libri e quei racconti che avevano le caratteristiche di cui parli tu.
    Mi pare di capire che in questo libro ci sia di nuovo quella vena in cui si parla di horror e c’è tanto thrilling per parlare di altro.
    Ecco, mi piacerebbe leggerlo, solo che…mi sa che non esiste ancora in ebook vero?
    Oddio lo so che sono una rompiscatole con questa storia degli ebook ma davvero per me leggere il cartaceo ormai è un taboo con la bambina che cerca di leggere anche lei i miei libri e finisce con staccarmi le pagine (per fortuna non le strappa, le mette solo in disordine) 😦

    Cily

        1. OTTIMO! 😀
          Allora magari aspetto un attimo perchè davvero è più facile che io lo legga in ebook piuttosto che in cartaceo… 🙂

          Cily

  4. A me il libro è piaciuto. E, no, non ho trovato troppo veloce il finale. Forse anzi lo avrei preferito anche più convulso. Complimenti per la prova del Siena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.