film · fumetti

Gli Dei greci e la Marvel

Hulk contro Ercole: un classico dei fumetti Marvel

Oramai tutto il mondo conosce Thor, il dio del tuono, quantomeno nella sua versione più “pop”, ovvero quella della Marvel. O meglio ancora: nella versione del MCU, che è piuttosto diversa da quella dei fumetti.
Grazie a Thor i profani totali hanno familiarizzato con concetti quali Asgard, la mitologia norrena, Loki, elfi scuri, giganti del fuoco, martelli e asce magiche etc.
Solo i true fan sanno invece che nel variegato mondo Marvel esistono anche dei supereroi che ricalcano i miti greci.
Il più celebre è Ercole, inserito nel Marvelverso da Stan Lee e Jack Kirby, nel lontano 1965. Anche in questa versione è un semidio, figlio di Zeus e di Alcmena, solo che la sua esistenza si è tramandata fino ai giorni nostri, al punto di entrare a far parte degli Avengers.
Questo Ercole è un personaggio che non passa inosservato. Gioviale, compagnone, ma anche irascibile e poco paziente, il “principe della forza” è uno smargiasso che lotta per il Bene, ma che non manca di combinare guai. Celeberrima è la sua amicizia/rivalità con Thor, appunto.

Ercole è uno degli Avengers più forti di sempre, quantomeno a livello fisico. Oltre a essere immortale è quasi invulnerabile ed è dotato di una potenza tale da poter rivaleggiare – quantomeno a livello teorico, con Hulk e La Cosa. Inoltre è armato di una mazza di adamantio forgiata da Efesto, micidiale quanto Mjolnir.

Nel Marvelverso non mancano altri eroi, dei e semidei greci.
C’è per esempio Ares, il Dio della Guerra. Nato con un ruolo da villain, Ares è stato per anni un nemico dei Vendicatori, e in particolare del già citato Ercole. Poi, con gli anni, è iniziata la sua redenzione, che l’ha portato a rinunciare al ruolo di “patrono” di ogni guerra, ma non dei suoi poteri.
Dopo gli eventi narrati in Civil War Ares viene ingaggiato da Iron Man nei Potenti Vendicatori, come succedaneo di Thor.
Non voglio spoilerare troppo, ma Ares è anche il protagonista di una delle morte più truculente mai viste in un fumetto Marvel. La SUA morte, per essere precisi, in uno scontro col potentissimo Sentry.

Il look di Ares è particolarmente interessante

Suo figlio Phobos, giovane Dio della Paura, fa la comparsa nel mondo dei fumetti Marvel solo nel 2006. Entra a far parte dei Secret Warriors, formazione di supereroi voluta da Nick Fury. Oltre a essere un validissimo guerriero, a dispetto della giovane età, Phobos è anche capace di generare ondate di paura che stimola le fobie più recondite di ciascun bersaglio che ne subisce gli effetti.

Non mancano ruoli per molte altre divinità, dalla potentissima Gea (prima apparizione negli albi del Dottor Strange, febbraio 1975), Atena (debutto nei fumetti di Thor, nel 1969), i vari Era, Zeus, Plutone e Poseidone, Afrodite etc, spesso citati nelle storie che hanno Ercole al centro della scena.
Una nota speciale la merita Plutone che, a dispetto del nome romano, appartiene al patheon greco della Marvel. Plutone è uno dei cattivi, artefice di vari tentativi di invadere Asgard e l’Olimpo. Nonostante i suoi sterminati poteri non ha mai riuscito nei suoi intenti di conquista, nemmeno quando ha stretto interessanti alleanze… per esempio quella con Loki.

Al momento non ho nessun genere di informazioni relative a un eventuale coinvolgimento di personaggi del mito greco nel MCU. Ercole, pur essendo uno degli Avengers più attivi, potrebbe risultare una sorta di “doppione” di Thor, perciò non so se ci sarà modo di inserirlo nelle nuove storie dei Vendicatori, che subiranno radicali cambiamenti dopo ciò che accade in Endgame. Qualcuno ipotizza una sua comparsa quando verrà realizzato il film sugli Eterni, ma al momento è solo un piccolo rumor tra tanti.

Concludo con una piccola news per i miei lettori.
Come sapete sto scrivendo i romanzi autoconclusivi del ciclo Cyberteogonia, che fonde elementi della mitologia greca con altri della fantascienza e della distopia. I primi due libri di questo ciclo narrativo, Gorgoneion e Minotauros, riprendono le leggende su Medusa e sul Minotauro. Il terzo sposterà invece le attenzioni su un eroe greco: Achille.
Mi riservo di darvi altre informazioni nelle settimane a venire.

A proposito: c’è un Achille anche nel Marvelverso? Ovviamente sì: Helmut Halfling, membro dell’organizzazione supereroistica nota come il Pantheon. Ma questa è un’altra storia e magari ve la racconterò un’altra volta.

Atena in versione Marvel

Articolo di Alex Girola: https://twitter.com/AlexGirola
Segui la pagina Facebook di Plutonia: https://www.facebook.com/PlutoniaExperiment/
Segui il canale Telegram di Plutonia: https://telegram.me/plutonia
Pagina autore: amazon.com/author/alessandrogirola
Sostieni il blog con un caffè: ko-fi.com/alessandrogirola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.