La Stagione delle Madri

LA STAGIONE DELLE STREGHE

Duecento anni sono trascorsi da quando le armate di Carlo VI hanno sconfitto due delle Tre Madri.
Streghe potentissime, forse incarnazioni della Morte stessa, esse hanno infestato tre città europee per mesi, alla testa di fanatici adoratori e di creature del male uscite dalle leggende oscure del medioevo.
Una delle Madri si è rifugiata nel Nuovo Mondo, scampando alla mattanza. Da allora di lei non si hanno più tracce. I seguaci delle altre due, prive delle loro defunte padrone, si sono dispersi nelle terre più remote del Vecchio Continente, meditando vendetta. Carlo VI li ha combattuti uno a uno, creando l’ordine cavalleresco dei cacciatori di mostri. Essi, unitamente agli spietati inquisitori pontifici, hanno sterminato mostri e streghe, fino a debellare il pericolo.
Nel 1913 la minaccia delle Madri è un vago ricordo. Gli Imperi Centrali, la Russia e gli altri stati europei sono impegnati in una continua rincorsa al potere politico ed economico. I cacciatori di mostri sono oramai ridotti a poche decine e nessuno presta loro particolare attenzione.
Ma qualcosa di terribile sta arrivando da est.
La Stagione delle Madri sta arrivando di nuovo…

Piano dell’opera