Ghoul (di Brian Keene)

ghoul libro

1984.
Timmy Graco e i suoi migliori amici, Barry Smetzler e Doug Keiser, sono tre dodicenni che si apprestano a vivere quella che sarà l’estate più intensa della loro vita. Hanno anche una “base segreta”, ossia un nascondiglio ricavato nei pressi del cimitero del paese, di cui è custode il padre di Barry, un pericoloso ubriacone. Qui passano il tempo tra fumetti, soldatini e primi discorsi sulle ragazze e sulla sessualità.
Eppure qualcosa sembra turbare la placida estate del piccolo sobborgo di Baltimora in cui vivono i tre amici. Dapprima si tratta della scomparsa di una coppietta di liceali, il cui destino getta più di un’ombra sulla quiete della comunità. Nel mentre il cimitero subisce dei bizzarri smottamenti che fanno sprofondare alcune tombe nel sottosuolo.
Timmy, Barry e Doug sono anche presi dai loro guai personali. Il nonno di Timmy è morto da poco, mentre Barry e Doug subiscono abusi dai loro genitori. Eppure presto si accorgeranno che un male più grande incombe su tutti loro, e la sua natura è antica, ultraterrena e disgustosa…

Continua a leggere

Kaijumachia (ebook)

Kaijumachia

Kaijumachia
di Alessandro Girola
novelette
Editing di Germano M.
Copertina di Alessandro Girola e Chiara S.
11.000 parole circa, 1,99 euro (in offerta a 0,99 euro fino al 28 agosto 2016)
Disponibile su Amazon

Sinossi

La risposta americana agli attacchi alle Torri Gemelle del 2001 è fulminea e inaspettata.
La DARPA, in collaborazione con una spregiudicata multinazionale, fornitrice delle Forze Armate, ha clonato i fossili dei kaiju rivenuti alcuni anni prima nella Fossa delle Marianne.
I mostri del carbonifero, appartenenti a un passato finora sconosciuto ai paleontologi e agli archeologi, sono rinati a nuova esistenza, per venire utilizzati come letali macchine da guerra.
Sguinzagliati sull’Iraq e sull’Afghanistan, i mostri hanno presto ragione dei regimi locali, limitando così l’impiego delle truppe convenzionali.
Tuttavia la festa dura poco. Continua a leggere

Le ospiti di Plutonia: Medusa (Anna Aleksandra Jonynas)

medusa-3

La mia creatura mitologica preferita è Medusa la gorgone. Non a caso l’ho citata in molti racconti e in diversi post. Su tutti cito uno dei racconti contenuti nell’ebook Isole del Terrore.

Insieme a Steno ed Euriale, è una delle tre Gorgoni, figlie delle divinità marine Forco e Ceto. Secondo il mito le Gorgoni avevano il potere di pietrificare chiunque avesse incrociato il loro sguardo e, delle tre, Medusa era l’unica a non essere immortale; nella maggioranza delle versioni viene decapitata da Perseo.

Pochi altri personaggi della mitologia classica hanno ispirato in modo così incisivo pittori, artisti, scultori, scrittori etc etc.
C’è anche chi si esercita a fare il cosplayer di Medusa, cosa non facile, considerando che occorre bilanciare ciò che era un tempo (una donna bellissima), e il mostro che è diventato in seguito, a causa della maledizione lanciatale dalla Dea Atena, per aver giaciuto con Poseidone in uno dei templi a lei dedicati.

Uno dei migliori set di cosplay su Medusa è realizzato dal fotografo Niki Lazaridou e ha come protagonista la modella Anna Aleksandra Jonynas. Vi mostro alcuni scatti. Gli altri li trovate qui.

Continua a leggere

Dodici ebook per l’estate

leggere in spiaggia 2

Una nota rivista (Wired Italia) si è divertita a proporre una lista di 50 libri consigliati per le vacanze.
L’iniziativa è interessante, anche se in quell’elenco non ci sono titoli particolarmente sconvolgenti o di nicchia, come ci si aspetterebbe invece di trovare in una rivista che ha velleità di innovazione.
Roso dall’invidia e desideroso di sfruttare la facile visibilità offerta dalle parole chiave tanto care a Google (vacanze, estate 2016, Wired, dot-list, i dieci libri da leggere etc) ho deciso di preparare una mia lista, più snella e sicuramente meno pomposa: dodici ebook consigliati per l’estate 2016.
Elenco che, si capisce, va a integrarsi con l’ampia sezione dedicata alle recensioni libresche, qui su Plutonia.
Ah, ho inserito anche un mio ebook, così, perché sono disonesto e faccio pubblicità in maniera subdola.
I dodici ebook sono presentati in formato galleria fotografica, proprio come piace a voi gggiovani.
Se vi va, fate girare questo post😉

Continua a leggere

Chronicle

chronicle

Andrew (Dane DeHaan), Matt (Alex Russel) e Steve (Michael B. Jordan), tre studenti liceali, scoprono, dopo essere caduti, in una buca di possedere incredibili poteri sovrannaturali, che permettono loro di volare, spostarsi rapidamente e muovere gli oggetti con la sola forza del pensiero. Mentre in un primo momento decidono di non mostrare i poteri in pubblico e di utilizzarli per combattere le malefatte di cui sono testimoni, con il passare del tempo Andrew rompe le promesse fatte agli amici e comincia a usarli per scopi egoistici e dare sfogo alla sua rabbia repressa, andando incontro a una lotta impari con il lato oscuro della propria coscienza. (Fonte: FilmTV)

Continua a leggere

I giochi di ruolo, Pokemon Go e le tangenziali

giochi di ruolo

Ho trascorso almeno quindici anni a giocare intensamente di ruolo.
Chi mi legge da tempo lo sa. Sono stato un master di Advanced Dungeons and Dragons, di Uno Sguardo nel Buio, de Il Richiamo di Cthulhu, di Fading Suns e di un’altra dozzina di sistemi appena assaggiati.
Io e la mia squadra ci sedevamo al tavolo alle 14 di ogni sabato e tiravamo le 18 affrontando draghi, non-morti, trappole e sortilegi.
D’estate giocavamo anche durante la settimana. Due, tre, perfino quattro volte. Il tempo volava, ci divertivamo un casino.
Alcuni nostri coetanei scuotevano la testa. Loro l’estate la trascorrevano in piscina, o nei campetti di calcio. Qualcuno scorrazzava in motorino tra giostre e pub.
A noi andavano bene i nostri dadi, le schede personaggio, i manuali di gioco.
I più non capivano cosa c’era di tanto divertente in un’attività del genere. Qualcuno tirava in ballo parole come “diseducativo” e “innaturale”.
Il papà di un mio amico diceva che sarebbe stato preferibile andare per le prime volte a donnine (avevamo 14 anni quando avanzò questa teoria educativa).
E ci aveva anche provato, a portarci “a caccia” sulla tangenziale, senza riuscirci.

Continua a leggere

I Silenziosi Invisibili

mecha 1945I Cichociemni (i “Silenziosi Invisibili”) erano le unità di commando paracadutisti del governo polacco in esilio, durante la Seconda Guerra Mondiale.
L’unità fu creata in Gran Bretagna, col sostegno dei militari britannici. Ironicamente, l’unità dei Cichociemmi venne ideata sulla falsariga dei parà tedeschi, che tanto bene avevano fatto durante la guerra-lampo voluta da Hitler.
Dapprima furono addestrati in Scozia, con lo scopo di sostenere delle missioni di incursione e demolizione nel loro paese, occupato dai tedeschi. Nel 1944 il campo base fu trasferito a Brindisi, dove partivano i ponti aerei per sostenere gli insorti di Varsavia.
La loro specialità risultò essere fin da subito la distruzione di edifici e ponti.
I commando polacchi vennero reclutati su base volontaria. Di 2413 candidati ne vennero scelti 605, di cui 579 abili a condurre lanci sul territorio nemico.
L’addestramento dei Cichociemni fu all’avanguardia. Oltre a intensi training fisici e mentali, i volontari polacchi venivano istruiti a utilizzare armi di molteplici fabbricazioni (tedesche, russe, inglese, italiane), più mine, esplosivi, fucili di precisioni, armi bianche.

Continua a leggere

La t-shirt di Maciste

Maciste contro Freud t-shirt

La t-shirt di Maciste – dicevamo – è ora disponibile sul piccolo store dei gadget di Plutonia Experiment.
Non costa proprio due spicci perché ho scelto la realizzazione con materiale di buona fattura, con tanto di bordi colorati (personalizzabili).
Non so se a qualcuno può interessare – forse ai fan della mia saga sulle Imprese di Maciste.
Tra parentesi: ad agosto inizierò la stesura del capitolo conclusivo, Maciste contro il Golem, complice la mia breve vacanza a Praga.
Sarà una cosa spettacolare, perciò vi consiglio di restare sintonizzati sulle frequenze di Plutonia.

Continua a leggere