libri

Il Giorno Rubato (di Marco De Franchi)

Il Giorno Rubato

Il Giorno Rubato
di Marco De Franchi
Edizioni La Lepre
340 pagine, 16 euro

Sinossi

Lo scrittore e studioso di storie soprannaturali Valerio Malerba si imbatte casualmente in una scoperta incredibile: c’è un giorno, nella storia recente, che nessuno ricorda o ha vissuto. E’ il 13 marzo 2007 e sembra cancellato dalla memoria del mondo: se viene digitato su Internet non si ottiene risultato; se si cercano giornali usciti quel giorno, non se ne trovano; nessuno quel giorno è nato o morto, si è sposato o ha divorziato, ha scritto una pagina di diario o di blog. Il 13 marzo 2007, semplicemente, sembra non essere esistito. L’unico indizio per risolvere il mistero è una videocassetta apparentemente girata in quella data. Malerba inizia a indagare, ritrovandosi in un incubo senza fine, nelle viscere di una Roma demoniaca e sanguinaria; nella sua frenetica corsa contro il tempo dovrà confrontarsi con un potere di inconcepibile crudeltà, che gioca da sempre con la vita e con il destino degli umani.

Commento

E poi capita anche che uno dei migliori romanzi letti in questi primi sei mesi del 2013 l’ho trovato per caso, in stazione, mentre cazzeggiavo in attesa dell’arrivo di un treno.
Cosa mi ha conquistato al punto di acquistarlo, io che 16 euro per un romanzo non li spendo tanto facilmente (non da quando ho un eReader)? Senz’altro la sinossi, che per una volta è impostata decentemente, in modo intrigante, e non alla pene di levriero.
Infatti Il Giorno Rubato si è rivelato un bellissimo libro, ben scritto e disturbante come si conviene a una storia horror degna di questa qualifica.

Due coordinate per orientare i miei lettori che vanno più di fretta: siamo a metà strada tra Danilo Arona, Samuel Marolla, Lovecraft e Ai Confini della Realtà.
La sola idea che uno o più giorni dell’esistenza di questo nostro pianeta vengano rubati da una razza di creature misteriose, demoniache o forse aliene, che convive negli interstizi della nostra realtà, è abbastanza originale e inquietante da risultare vincente.
E De Franchi sviluppa molto bene questo spunto, ricavandoci una trama cupa e ossessiva, un gioco di specchi che pare essere uscita dai deliri complottisti di David Icke, ma anche da un mix dei migliori racconti del Solitario di Providence.

E se un'intero giorno della vita su questo pianeta ci fosse stato rubato?

E se un’intero giorno della vita su questo pianeta ci fosse stato rubato?

Il lettore viene catapultato in un’atmosfera plumbea e notturna, in una sorta di spaventoso giro di giostra tra Firenze e Roma.
Da una Firenze misteriosa e silenziosamente invasa da presenze invisibili e opprimenti, a una Roma ctonia e millenaria, moderna ma al contempo sede di culti segreti e ancestrali, che ancora vivono nel sottosuolo, tra cripte, catacombe e templi segreti.
Il tutto tra telefonate di persone morte, doppelganger, e un’inquietante VHS che costituisce l’unica testimonianza del 13 marzo 2007, un giorno che nessuno al mondo pare aver vissuto…

Bello, semplicemente bello.
Personaggi affascinanti, atmofere cupe ed evocative, elementi del fantastico che s’interconnettono con la nostra realtà quotidiana, pian piano scavalcandola e cannibalizzandola. Una corsa sempre più veloce verso un finale poeticamente apocalittico, e particolarmente riuscito.
Come vi ho già detto, Il Giorno Rubato si è rivelato un romanzo veramente apprezzabile, che ogni appassionato di misteri e di horror dovrebbe leggere.
Peccato solo per due cose: per non poterlo acquistare in formato eBook, e per la pubblicità praticamente nulla, che logicamente impedirà a De Franchi di vendere quanto merita.

La Roma sotterranea, dove forse ancora si celebrano antichissimi culti pagani...

La Roma sotterranea, dove forse ancora si celebrano antichissimi culti pagani…

– – –

(A.G. – Follow me on Twitter)

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

12 risposte »

  1. Pene di levriero?..ahahaaha Ale sei forte.., mi sembra molto carino , peccato per la mancanza del digitale , certo se lo editava Salani….comunque mi ricordo di aver letto qualcosa del genere millenni fa nei classici Libra , dovrei andare a cercare .., forse di Hubbard , boh , però è vero che c’è molto di HPL. Spero esca in digitale…

  2. 13.60€ su Amazon… mmmmm intanto l’ho messo in lista che tu dannato citi Lovecraft e io non resisto e comunque, come dici nella recensione, la sinossi è intrigante davvero. Interessante una sua intervista online dove dichiara di aver fatto il tragitto dal fantastico al poliziesco per poi tornare a questo mix di horror e fantastico. Per fortuna, visto che dici tu è bravo, e con coraggio immagino, dati alla mano avrebbe venduto di più continuando a scrivere di sbirri.

    • Vivaddio che qualcuno fa il percorso inverso…
      Di giallisti, spesso mediocri, ne abbiamo fin troppi.
      Spiace soltanto che libri come questo, senza una promozione decente, finiranno nel dimenticatoio, ingiustamente e senza appello :-/

  3. L’ho preso in mano proprio ieri sera durante un giretto in libreria. Poi invece l’ho messo giù ed ho preso una specie di steampunk della Delos “L’ambasciatore di Marte alla corte della Regina Vittoria”. Comunque lo tengo presente.

  4. Eccone uno che se non me lo avessi segnalato, sarebbe passato assolutamente inosservato.
    Grazie.
    Non ho in programma di prenderlo subito, ma… lo metto in lista 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.