Il ritorno di Maciste

Maciste saga
I racconti de Le Imprese di Maciste.

No, non è il titolo di un film peplum degli anni ’60.
Molti di voi sanno che più o meno un anno fa ho pubblicato tre novelette che hanno come protagonista Maciste, l’eroe per antonomasia del cinema muscolare italiano. Ovviamente si tratta di una versione attualizzata e strutturata in modo da avere trame un filo più complesse di quelle dei vecchi film peplum.
Queste tre novelette, Maciste contro Freud (nato per scherzo, ma diventato un vero racconto dark fantasy), Maciste contro l’Innominato e Maciste contro Thor, fanno sì parte della mia produzione “minore”, ma hanno un numero discreto di fan che mi chiedono a gran voce di proseguire la saga.
Purtroppo gli altri progetti mi hanno portato via quasi tutto il tempo disponibile per scrivere, ma ora sono pronto: questo è il momento migliore per il ritorno di Maciste.

Tradirò il responso del sondaggio che, tempo fa, decretò quale sarebbe stato il quarto titolo delle Imprese.
Non lo faccio per cattiveria, bensì perché ora è arrivata l’idea giusta per riprendere in mano la saga, e non voglio lasciarmela scappare. Quindi Maciste contro il Golem, che era il titolo decretato dal volere popolare, diventerà il quinto capitolo del ciclo narrativo, non il quarto.

Questo perché ho già iniziato la stesura di Maciste contro Gamera.

Come nasce questo nuovo, folle crossover tra personaggi del cinema fantastico?
Da un gioco grafico, una copertina che ho disegnato in una domenica sera particolarmente noiosa. Questa qui.

Aronne contro Gamera

La finta copertina ha riscosso un notevole successo (chissà se succederebbe la stessa cosa per l’eventuale, vero racconto), ma soprattutto ha spinto Giordano Efrodini, il mio mastro grafico, a farmi un assist irresistibile: “E se invece scrivessi davvero Maciste contro Gamera? Io la copertina te la disegnerei con piacere.

Ho fatto mente locale, mi sono immaginato una trama – abbastanza folle ma anche seria e “credibile”, non spazzatura bizarro – e ho accettato la sfida.
Maciste contro Gamera è fattibile. Anzi, sarà uno spasso scrivere il racconto a cui ho pensato in questi giorni.
Essendo il nostro forzuto un eroe che viaggia nel tempo, posso sbizzarrirmi con una certa libertà creativa. Non a caso il ciclo di Maciste è perfetto da portare avanti tra un progetto più cervellotico/impegnativo e l’altro.

Così posso darvi qualche anticipazione.
Maciste contro Gamera sarà ambientato tra la Colombia e il Perù, durante il periodo dei Conquistadores e dell’Impero Spagnolo, più precisamente attorno al 1550.
Ci saranno mirabolanti esplorazioni, spietati avventurieri, corsari e… Gamera.
Sì, ma che c’entra un kaiju di origini giapponesi coi Conquistadores?
C’entra, c’entra.
Qui sta il bello.
Non vi aspetterete davvero che vi risponda già ora, vero?

Sedetevi e aspettate.
Magari sarete in pochi, ma vi divertirete.

PS: Se nel mentre non avete ancora letto le precedenti avventure di Maciste, le trovate indicizzate qui.


Alex Girola – follow me on Twitter

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

7 comments

  1. Sono curioso di leggerlo, ovviamente. Non per fare il guastafeste Ma sei sicuro che la Kadokawa non avrà niente da ridire sull’uso del loro trademark nel titolo del libro? O hai scoperto qualche fonte mitologica dove c’è un mostro chiamato Gamera?

    1. Mi sono posto fin da subito lo stesso problema.
      Cercando sui forum di appassionati, ho scoperto che Garuda è fuori copyright, tranne per quel che riguarda la produzione di eventuali lungometraggi da distribuire commercialmente.
      Quindi dovrei essere a posto…

      1. Aspetta. Garuda sì (personaggio della mitologia) ma Gamera è un trademark della kadokawa che ha rilevato i diritti dal fallimento della Daiei. Il primo film in versione americana (dove il personaggio si chiama “Gammera” con due m) è nel pubblico dominio, quindi forse staresti più al sicuro usando la doppia M…?

        Per chi non lo sa: Gamera è una storpiatura del giapponese Kame che significa tartaruga e allo stesso tempo ricorda gojira (insomma, come se in italiano avessimo chiamato il mostro Tartazilla).

        1. No, guarda, ho sbagliato io a scrivere: intendevo Gamera, ma ho scritto Garuda perché nel mentre stavo recensendo l’omonimo film thailandese 😀
          Da quel che mi risulta Gamera (questa volta non sbaglio, eh) è coperto da trademark solo per quello che riguarda la realizzazione di nuovi film. Altri generi di copyright mi risultano scaduti dal 7 ottobre 2011.

    1. Esatto.

      Comunque credo che rischierò. Al limite una polemica sul copyright mi potrebbe fare pubblicità 😀
      (Anche se dubito che avverrà qualcosa del genere).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...