I tablet sono morti?

tablets

Io al titolo del post ho aggiunto il punto di domanda, ma l’articolo che mi ha ispirato nella scrittura non ce l’ha. Infatti secondo Romain Dillet di Techcrunch la risposta è affermativa: i tablet sono morti.
I motivi che elenca sono molteplici. Se non volete leggere il post originale, che è in inglese, ve li riassumo io:

  • I vecchi tablet che già avete in casa funzionano ancora discretamente, quindi comprarne uno nuovo è superfluo;
  • I nuovi smartphone hanno schermi sempre più grandi, molta RAM e delle batterie di lunga durata, quindi sono valide alternative ai tablet;
  • Non ci sono reali differenze tra un tablet e l’altro, se si escludono quelli con una fascia di prezzo molto alta. Perciò il mercato è stagnante, privo di guizzi o di reale competitività.

Ne consegue che i grandi brand – Samsung, Sony, LG e altri, non propongono nuovi tablet da mesi. La Apple vende ancora bene con l’iPad, ma risulta comunque un prodotto secondario rispetto allo strapotere dell’iPhone, che domina il catalogo della mela.
Ma i tablet sono davvero così obsoleti?

Secondo me no.
A me piace usare i tablet per navigare su Internet e per gestire e-mail e social media. Li preferisco rispetto ai miei smartphone, per il semplice motivo che tendo a preservare la batteria di questi ultimi per quando sono lontano da una rete Wi-Fi.
E qui viene il primo distinguo: a me piacciono i tablet dotati unicamente di connessione Wi-Fi, senza la possibilità di introdurre SIM telefoniche. Innanzitutto costano meno (scusate se è poco). Secondariamente tolgono quella grande distrazione – per me lo è – di ricevere telefonate durante le sessioni di lavoro. Infine possono comunque connettersi grazie alla tecnologia tethering, oramai disponibile in qualunque smartphone di fascia media.

Il mio Nexus è ottimo per seguire film e serial su Netflix, su YouTube, su Play Film (e altri siti simili). È anche un ottimo surrogato dell’eReader Kindle, e mi permette anche di leggere ebook in formato ePub, oltre ai classici Mobi customizzati per Amazon. Va benone anche per leggere eComics (fumetti digitali).
Si presta anche decentemente per scrivere cose di breve lunghezza – appunti, post, racconti brevi. Sicuramente lo fa meglio di un qualunque smartphone, soprattutto per chi ha le dita da pugile, come il sottoscritto.

Quindi sono dispiaciuto di venire a sapere che il mercato dei tablet è in stato comatoso.
Tra l’altro è verissimo: dopo aver letto questo post ho voluto verificare di persona. Ho visitato due grandi megastore di elettronica, qui dalle mie parti, e ho trovato dei modelli di tablet poco appetibili. Quelli a prezzo basso hanno scarsa RAM (1 giga) e delle batterie dalla durata approssimativa. Gli altri, quelli di qualità migliori, hanno dei costi un po’ troppo elevati, a meno che non si abbia la fortuna di incappare nella promozione accattivante.
Fanno eccezione i già citati iPad (che hanno il grande difetto di essere legati allo store di iTunes) e i Kindle Fire (che hanno il loro store personalizzato, una sorta di versione monca di Google Play).

E voi? Che rapporto avete coi tablet? Li usate o preferite altri device?

Il mio Asus Nexus 7 (uno dei migliori acquisti economici di sempre)
Il mio Asus Nexus 7 (uno dei migliori acquisti economici di sempre)

(A.G. – Follow me on Twitter)

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

20 comments

  1. Il tablet di casa è sostanzialmente una periferica mobile per guardarsi film a letto o al tavolo della cucina – oltre ad essere un ereader di backup.
    Con un importante extra – il tablet è perfetto per i manuali in PDF dei giochi di ruolo, specie quelli che gli editori ottimizzano per il formato tablet/ipad (esempio tipico, Savage Worlds). Spostarsi col solo tablet con sopra caricati 500 manuali è di una comodità estrema. Ci si possono anche mettere una piccola app per il lancio dei dadi, e una app per la gestione rapida degli appunti. Perfetto.

  2. In realtà sono approdato tardi all’uso del Tablet. In famiglia lo usa molto mia moglie per navigare. trovo che per attività on line le maggiori dimensioni giochino a suo favore. Da poco al kindle si è affiancato un Tablet Windows che si sta rivelando estremamente pratico. Le ibridazioni come i phablet saranno probabilmente il futuro dei Device alternativi al pc/notebook, di sicuro l’evoluzione è in corso!

  3. Io ho fatto la follia di regalarmi il tablet Lenovo yoga 2 con proiettore integrato. Libri, fumetti e cinema portatili! Uso più il tablet che lo Smartphone. Occhi e dita ringraziano, infatti.

  4. A me sembra impossibile un mondo senza tablet. Ben più che un mondo senza smartphone.
    Il tablet è una finestra sul mondo. È Internet portatile, fruibile e comodo. Con uno schermo che ridicolizza quello dello smartphone, dove solo chi non ha bisogno di occhiali (e io, ahimè, non sono più tra costoro) riesce a trovarlo leggibile.
    Sul divano, a letto, in giro. Il mio iPad (ormai sono al terzo) mi segue dappertutto.
    Ha pochissime app installate, lo uso soprattutto per navigare, mostrare il mio portfolio in giro (addio, pesanti portfolio cartacei!), leggere gli eBook, guardare film.
    Per telefonare basta un Nokia da 20 euro (ne fanno ancora, di stupidphone).
    Per tutto il resto, c’è l’iPad. 😉

    1. Ok, io faccio la medesima cosa col mio Nexus. Molto più pratico degli smartphone, che utilizzo per navigare unicamente in mobilità. In casa i tablet sono imbattibili (ancora di più da quando sono abbonato a Netflix e compro film su Google Play).

  5. I problemi dei tablet sono due: dal basso sono attaccati dagli smartphone, che sono molto più portatili, dall’alto dai laptop, che sono più potenti e possono fare più cose. Sopratutto con la diffusione dei portatili convertibili, con schermo staccabile.
    Inoltre ci sono poche app(licazioni) pensate apposta per i tablet, cosa che spesso limita il loro vantaggio nella dimensione dello schermo, al di fuori della navigazione.

    I tablet sono gli eredi dei netbook, in tutti i sensi; sono il meglio per alcune cose, ma le alternative vanno comunque bene e hanno più vantaggi.

  6. Io ho comprato un ipad pro il giorno che è uscito. Ci faccio almeno metà della grafica della mia CE e ci leggo i fumetti like a boss. Il superformato è fantastico. Certo cista parecchio ma se li usi per lavorare…

  7. Il mio Nexus 7 (3g) era entrato in coma all’upgrade ad Android 6. Ora ho eliminato la sim, l’ho piallato e installato una Cyanogenmod 5 e poche app per l’utilizzo in combinazione con la tv (Chromecast, Netflix, YouTube, Chrome). Per gli ebook uso l’ereader, per la navigazione comoda continuo a preferire il pc e per la vita in mobilità il Nexus 6 è l’ideale (anche come ereader di emergenza con le app Kindle e FBReader).

  8. Non sono mai stato un fan dei telefoni cellulari e gli smartphone non fanno eccezione: l’idea che dovrei essere disponibile per chiunque e per ogni minima sciocchezza sempre, anche se non è lavoro, mi ha reso allergico 🙂
    Preferisco i tablet – io ne uso uno con una connessione dati, niente voce – sono molto più comodi per… tutto: il peso è comunque contenuto, schermo grande e comodo per navigare e nei rari casi in cui ho voglia di un giochino scemo, è quasi sempre meglio un tablet.
    Non vengono aggiornati a raffica? Sopravviverò, non è obbligatorio pompare la tecnologia ogni tre mesi 🙂

  9. Anch’io tablet esclusivamente con connessione wifi e lo utilizzo come fai tu. Lo trovo molto comodo per i vari social, soprattutto g+, che credo dia il meglio di sé con l’app piuttosto che da pc. Non amando poi gli smartphone con uno schermo eccessivamente grande per me la differenza di qualità nella navigazione su internet è nettamente superiore per tablet. Samsung galaxy tab 3 beccato in super offerta con cuffie monster in omaggio. Che culo quella volta… 🙂

  10. Ho un Asus Nexus 7 anch’io da un paio di anni e lo uso per tutto: navigare, leggere e-book ( si presta benissimo ), vedere serial TV e quant’altro.
    L’unica difficoltà è nell’elaborazione di un commento o un post di testo, ma per il resto è pura manna.

  11. Io non credo che il tablet sia morto, credo che abbia avuto un mercato gonfiato dall’effetto novità che oltretutto ha avuto una batosta dall’avvento dei phablet che soprattutto da un punto di vista professionale offrono maggiori vantaggi.
    Per il tempo libero rimane uno strumento ottimo, per i film, per i libri, per la navigazione dal divano di casa, per la mobilità, etc. ma non è certamente uno strumento che si cambia ogni 2 anni come può essere un telefono o un PC.

  12. Riconosco che, da quando sono entrato in sintonia con lo smartphone, il tablet lo uso sempre meno. Da qui a dire che sia “morto” ce ne passa. Anche se lo uso meno rispetto a prima non rinuncerei al mio tablet, peraltro abbastanza datato ma ancora valido. Lo uso in prevalenza come ebook reader (lo smartphone, per quanto si possa fare, non ha lo schermo adatto alla lettura).

  13. Io già da un po’ uso il tablet più dello smartphone e del computer insieme. Questa ristagnazione del mercato è davvero un peccato. Anche perché i modelli più vecchi non scendono di prezzo… 😀

  14. Io uso Kindle per leggere , due portatile per lavoro , Lenovo e HP , tutti e due in Windows 10 , formattati entrambi dall’8.1 … altrimenti non funzionavano .. le lo smarthphone che ora è un Samsung 6 , aspetto che il 10 vada a puntino sul mobile e poi lo cambio con un Nokia 950 .
    L’ unico tablet a casa lo usa mio figlio per tutto … legge gioca e scarica musica , un Lenovo , che va molto bene , anch’io l’ho preso solo WiFi , così non scarica porcazzi dalla rete .. naturalmente , visto gli 11 anni , l’ho riempito di parental control … ma diverdsi anni addietro li usavo parecchio anch’io ..

  15. I tablet di casa (un iPad prima generazione ormai disastrato ma nonostante ammaccature e crepe funzionante e un iPad mini) sono ad appannaggio dei figli ormai 😛 per questo mi sono comprato un Surface Pro 4.
    Per le mie esigenze, la comodità della tastiera per scrivere è impagabile, ma la modalità tablet ha tantissimi usi (ovviamente dalla lettura alla visione) oltre a quella penna che mi fa venire una voglia matta di saper disegnare… sigh..
    Comodo in versione tablet anche per prendere appunti e fare schizzi o diagrammi, specie con lo stand per inclinarlo come meglio credo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...