Il demone sterminatore di nazisti

La Fortezza

De La Fortezza (romanzo) avevamo parlato ben quattro anni fa, qui su Plutonia.
Il libro continua a essere irreperibile (se qualche editore italiano è in ascolto: recuperi i diritti e lo pubblichi!), e il film che ne è derivato è un cult di nicchia, ignoto agli over 30.
Parliamo di una pellicola di un certo spessore, girata da Michael Mann – non il primo idiota dietro una macchina da presa – e con un cast di ottimi professionisti: Ian McKellen, Jürgen Prochnow, Scott Glenn (avete presente Stick, il maestro di Matt Murdock in Daredevil?)

Siamo in piena Seconda Guerra Mondiale, in un piccolo villaggio sulle montagne rumene.
Un’antica e misteriosa fortezza si erge su un passo strategicamente importante – Passo Dinu. I tedeschi della Wehrmacht lo presidiano, ma qualcuno – o qualcosa – sta decimando la guarnigione. Tutto ha avuto inizio quando uno dei soldati ha rimosso una delle croci d’argento incastonate nei muri della fortezza.
Una forza oscura e malefica abita l’edificio, anche se i tedeschi danno la colpa delle morti a dei fantomatici partigiani rumeni. Cosa che, tra l’altro, fa arrivare sul posto una compagnia di SS determinata a porre rimedio alla situazione…

In realtà la presenza ancestrale che vive nei sotterranei dell’edificio è un antico demone, Molasar, determinato a sterminare i nazisti che hanno violato la sua tana, per poi trovare il modo di tornare al mondo esterno, dopo secoli trascorsi laggiù, bloccato da un antico amuleto.
Il dottor Cuza, un medievalista ebreo convocato dalle SS per decifrare alcune strane incisioni sulle pareti della fortezza, viene a contatto col demone, e accetta di aiutarlo, purché questi continui a sterminare i nazisti.
Nel mentre un misterioso individuo, Glaeken Trismegestus, percependo il risveglio del demone, parte dalla lontana Grecia per raggiungere Passo Dinu…

la fortezza 2

Questa è, per sommi capi, la trama de La Fortezza (The Keep).
Un film di grande atmosfera, ben lontano dal trend moderno che pare imporre la realizzazione di b-movie recitati da cani e volutamente trash.
Perfino i nazisti, qui storicamente ben distinti tra i soldati regolari della Wehrmacht e le truppe del partito, le SS, non sono macchiettistici, bensì ben caratterizzati, sfaccettati.
Il tema del “patto col diavolo”, che vede come protagonista il dottor Cuza, pone anche un interessante interrogativo etico: è lecito allearsi al Male per combattere il Male?

Fino a un paio di anni fa l’intero film era caricato su YouTube, anche se si trattava di un “travaso” di una vecchia VHS, di qualità scadente. Ora pare essere stato rimosso. Non mi risulta che esista nemmeno in DVD – quantomeno non in versione italiana.
Praticamente è introvabile.
O quasi.

The Keep


(A.G. – Follow me on Twitter)

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

7 comments

  1. Un film terribilmente sfortunato – dopo il primo giro del circuito dei festival (passò anche in Italia, non ricordo in quale festival del fantastico), la produzione decise di tagliare gran parte delle scene più “perturbanti”, di fatto azzoppando il film e rimuovendo una mezz’ora di azione e (soprattutto) effetti speciali.
    Peccato, perché è ottimo – e trattandosi di un adattamento del primo romanzo di Repairman Jack, avrebbe anche potutoi essere l’avvio di un frenchise.
    E invece niente.
    Questo è il classico film che meriterebbe un director’s cut…

  2. Sono anni che si sta tentando di ripristinare il director’s cut di Mann. Un po’ come hanno fatto con quello di Cabal. La Scream Factory ha dato a Barker la possibilità di rimettere mano al negativo originale e poi è uscita in blu ray una versione di oltre due ore, come la voleva il regista all’epoca.
    Ho letto in giro che sembra faranno la stessa cosa anche con The Keep, ed è il mio sogno poter vedere il film com’era originariamente, ad altissima qualità e restaurato. Speriamo ci riescano.

  3. Io c’è l’ho in DVD , registrato da Retequattro negli anni ’90 , non si trova in nessun posto , almeno lecitamente … , anni addietro sono riuscito a vedere delle scene tagliate, su YT , ma poi sparite anch’esse …peccato perché è un film quasi perfetto , ambientazione , clima , protagonisti da urlo , Prochnow come al solito è fantastico e Glenn una volta tanto pure …. se uscisse una riedizione come si deve , magari.
    Oltretutto , pur non essendo un film con una ricerca storica alle spalle da Smithsonian , uniformi corrette , con mostrinature di reparti della Wermacht realmente in Romania in quel periodo e idem per le Waffen SS , detto da modellista …

  4. Leggevo pure io di una possibile, futura edizione in formato senza tagli. Film ripristinato com’era stato pensato all’inizio, ancora più fedele all’ottimo romanzo.
    Speriamo!

  5. Io ho letto il libro un po’ di tempo fa (e se non ricordo male mi sa di averlo fatto dietro tua segnalazione), ma non l’ho trovato particolarmente avvincente. E pure il film mi ha lasciato l’amaro in bocca. Non so, l’idea di base è intrigante, ma lo svolgimento mi sembra un po’ troppo… derivativo.

  6. Una precisazione relativa a quanto scritto da Davide. Ho visto il film, che mutilato così ha in effetti poco senso, ma l’atmosfera e i presupposti sono davvero intriganti, quindi ero curioso di leggere il romanzo. Ho perciò controllato su Amazon e mi pare di avere capito che “The Keep” è il primo libro del “The Adversary Cycle”. “Repairman Jack” è un’altra serie sempre di F. Paul Wilson, e “The Tomb” è il primo dei crossover fra i due universi narrativi. Fra l’altro “The Keep”, per chi legga in Inglese, si trova a un prezzo abbordabilissimo: http://www.amazon.it/Keep-Adversary-Cycle-Book-English-ebook/dp/B003TXT46Q/ref=sr_1_5?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1460819707&sr=1-5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...