La vera Suicide Squad: Assault on Arkham

assasult+on+arkham

La spietata agente federale Amanda Waller deve recuperare un file in possesso del criminale noto come l’Enigmista. Peccato che Batman l’abbia fatto finire al manicomio di Arkham, dove è fuori dalla portata della Waller.
Per penetrare in un posto tanto sorvegliato e protetto occorrono degli individui che siano al contempo dotati di doti superiori al normale, ma sacrificabili. È così che Amanda mette insieme una nuova Suicide Squad, composta da fuorilegge con poco o nulla da perdere, e sopratutto ricattati dalla Waller tramite delle micro-bombe sottocutanee innestate nei loro colli.
Al contempo Batman, ignaro di tutto ciò, è alla ricerca di una bomba sporca creata dal Joker – a sua volta rinchiuso ad Arkham – nascosta da qualche parte a Gotham City…

Tutto parte dalla recensione che Lucia Patrizi ha fatto del film Suicide Squad, affermando, per sommi capi, che si tratta di una roba orrenda.
Io Suicide Squad non l’ho ancora visto. Per me è difficile andare al cinema ad agosto (e, anche se è una tradizione americana, preferisco le prime visioni autunnali), quindi non ci ho nemmeno provato.
Di certo, oltre a quella di Lucia, ho letto pareri sostanzialmente negativi su questa pellicola.
Però della recensione di Lucia mi ha colpito soprattutto un passaggio. Ve lo cito:

Sono anni che andiamo dicendo in giro che i fumetti sono una cosa seria, che possono essere intrattenimento ad alto tasso di intelligenza per persone adulte e poi accettiamo questa roba, quasi fosse un dono prezioso che gli studios ci fanno: ci hanno riconosciuto in società, siamo arrivati nei multisala, siamo rispettabili! Dopo secoli di emarginazione sociale, il nerd ha conquistato il mondo e il risultato è Suicide Squad.

Sì, è vero.
Nel senso: è vero che vado in giro da ANNI a dire che i fumetti sono una cosa seria, compresi quelli dei tanto vituperati supereroi.
Io sono anche uno di quelli che, pur amando i film della Marvel, apprezza maggiormente lo sviluppo psicologico che viene riservato ai medesimi personaggi, ma in versione cartacea.
Poi, certo, il cinema ha fatto passare tutto sotto un’altra luce e, da quel che leggo, Suicide Squad è un po’ la rovina definitiva su una certa percezione nazional-popolare del supereroe.

king shark

Il mio invito a rivalutare il tuo ve lo faccio suggerendovi la visione di un film animato, Batman – Assault on Arkham, che è tutto ciò che poteva/doveva essere Suicide Squad, e che in questa pellicola “a cartoni” funziona splendidamente.
Tanto per iniziare si tratta di un’opera matura, destinata a un pubblico di adulti.
Ci sono sangue, sesso e parolacce, ma non messi a casaccio, tanto per dire che fa figo.
No, Assault on Arkham è la realizzazione di una storia di supereroi con personaggi che muoiono se fanno cazzate, che si innamorano (anche se sono “cattivi”), che sbagliano, che hanno una profondità psicologica infinitamente superiore a un qualsiasi film videoclipparo quale pare essere Suicide Squad.

Perfino il tanto discusso rapporto malato tra Harley Quinn e il Joker è approfondito assai meglio nella sua versione animata, che non in quella cinematografica. La Harley di Assault on Arkham è chiaramente una psicotica sottomessa al Joker, ma la vediamo in più di un’occasione titubare, avere dei dubbi, anche se poi non portano da nessuna parte. Non è solo la bambolina sexy e deviata che si vede al cinema.
Che poi, diciamolo, a caratterizzare meglio i membri della Suicide Squad non serviva un luminare della psicologia, bensì solo un po’ d’impegno e di rispetto per lo spettatore. Cosa che in Assault on Arkham c’è, eccome.

Non è una novità.
I film animati della DC Comics si sono quasi sempre rivelati ottimi e, come già dicevamo, pensati e realizzati per un pubblico adulto.
Perché – appunto – i fumetti sono una cosa seria. Non seriosa, intendiamoci, ma nemmeno stupida.

Perciò, se volete recuperare un ottimo film, fatto come si deve e non inferiore al livello raggiunto da un buon action-movie da sala cinematografica, recuperate Assault on Arkham.
Fatelo SOPRATTUTTO se avete già visto Suicide Squad.
Poi mi direte.

suicide squad arkham


(A.G. – Follow me on Twitter)

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...