libri

Roba da leggere: acquisti recenti (2)

Secondo appuntamento con la rubrica di veloci ma azzeccati consigli per gli acquisti in tema di libri ed ebook.
Ebbene sì: continuo a comprare più romanzi e racconti di quanti ne riesca a leggere, e dubito che questa faccenda si risolverà mai. Eppure l’unico senso di colpa che provo non è per i quattrini spesi, bensì per l’impossibilità materiale di godermi tutte le storie che hanno il potenziale per piacermi. Che volete che vi dica, sono un vecchio romantico di m**da.
Pronti? Si inizia.
A questo giro in lista ci sono un saggio, due romanzi e una novelette.

The Hunger. Affamati

di Alma Katsu

1846. Dopo aver viaggiato per settimane verso ovest, in direzione della California, un gruppo di pionieri si trova davanti a un bivio. Per il leader della spedizione, George Donner, è il momento di fare una scelta. Quelle che si trovano davanti, infatti, sono due strade che conducono alla stessa destinazione. Una è già nota come una pista sicura, ma dell’altra, ancora sconosciuta, si vocifera che potrebbe essere più corta. La decisione di Donner avrà ripercussioni sulle vite di tutti coloro che sono in viaggio con lui. Il caldo cocente del deserto sta per lasciare il posto a venti pungenti e a un freddo acuto in grado di congelare il bestiame. Spinti verso la follia dalla fatica e dalle privazioni, i membri del gruppo dovranno lottare per la sopravvivenza. Mentre i bambini cominciano misteriosamente a scomparire. Ma la minaccia più pericolosa che i pionieri dovranno affrontare non è la furia della natura, bensì qualcosa di più primitivo e feroce che si sta risvegliando.

Link per l’acquisto

I libri maledetti

di Jacques Bergier

Che cos’hanno in comune il “Libro di Toth”, un papiro antichissimo che racchiudeva segreti capaci di conferire poteri straordinari, le “Stanze di Dzyan”, il libro a cui deve il suo successo (e la sua rovina) Madame Blavatsky, la “Steganographia” dell’abate Tritemio, grazie alla quale era possibile inviare messaggi tramite l’uso di linguaggi magici, i Manoscritti Voynich (composti in una lingua indecifrabile, il cui autore secondo alcuni sarebbe Ruggero Bacone), quelli Mathers (all’origine della Golden Dawn) ed “Excalibur”, il libro di L. Ron Hubbard – fondatore di Scientology – che avrebbe condotto alla pazzia i suoi lettori? Secondo Jacques Bergier sono tutti “libri maledetti”, distrutti o censurati perché giudicati troppo pericolosi. Ma da chi? E perché? L’autore, attraverso indizi e testimonianze, ricostruisce l’esistenza di un’associazione di “Uomini in Nero”, un gruppo di misteriosi individui dall’aspetto sinistro, antichi quanto il mondo, il cui compito sarebbe quello di mantenere l’evoluzione della civiltà umana entro binari prestabiliti, soffocando sul nascere quelle idee “diverse e pericolose” che potrebbero orientare l’uomo verso direzioni non desiderate.

Link per l’acquisto

Il Letto Rosso

di Nicola Lombardi

Da quando la compagna lo ha lasciato e si è rifugiato nella bottiglia, il giornalista freelance Alberto Gozzi, sembra aver perso la voglia di scrivere. Deciso a ritrovare l’spirazione, comincia a rimestare nel passato, alla ricerca di nuove idee, ed è proprio nell’anno della sua nascita, il 1977, che scova un caso di cronaca in grado di risvegliare il suo interesse: quello dell’Orco di Borgone, un prete che ha torturato e ucciso due ragazzini all’interno di una pieve. Recatosi sul luogo, per svolgere ricerche e intervistare possibili testimoni, il giornalista entra in contatto con Luigi Consalvi, figlio del custode della chiesetta all’epoca dei fatti. Quest’ultimo si rivelerà una preziosa fonte di informazioni e non solo. L’uomo gli consentirà, infatti, di avere accesso al diario di don Marzio Corsini e alla stanza in cui è ancora conservato il letto rosso su cui le vittime hanno esalato il loro ultimo respiro. Quel che Gozzi non immagina è che queste “reliquie” gli offriranno ben più di una storia da raccontare, trascinandolo nella mente dell’assassino e da lì in un baratro che ha il colore del sangue e l’odore della follia.

Link per l’acquisto

Bad Man

di Dathan Auerbach

Quando è sparito nel nulla, il piccolo Eric aveva solo tre anni. È uscito col fratello maggiore Ben a fare la spesa, è entrato nel bagno del supermercato ed è come se fosse stato inghiottito d’un colpo. È bastato che Ben si distraesse un secondo e il bambino non c’era più. Dissolto nell’aria pesante delle paludi della Florida. Nonostante le ricerche, di lui non è rimasta la minima traccia e, cinque anni più tardi, la sua famiglia è ormai a pezzi. Solo Ben resiste, mentre la sua matrigna si limita a sussurrare il nome di Eric e rifiuta di lasciare la casa che il padre di Ben non si può più permettere. Perciò il ragazzo ha un disperato bisogno di lavorare e l’unica chance gliela dà proprio quel supermercato. Dove gli basta varcare la soglia per capire che qualcosa non va: gli oggetti volano dagli scaffali, le imballatrici prendono vita, le pesanti porte delle celle frigorifere si chiudono di colpo, misteriose stanze segrete si rivelano all’improvviso. Anche la gente è strana. E c’è qualcosa che non va persino nell’aria. Ecco perché Ben sa di essere nel posto giusto. Sa che quel luogo cavernoso ha molte cose da raccontargli. Per questo non smette di guardarsi intorno. Forse la verità si nasconde proprio lì. O forse il messaggio è un altro. E lui la prossima vittima.

Link per l’acquisto


Articolo di Alex Girola: https://twitter.com/AlexGirola
Segui la pagina Facebook di Plutonia: https://www.facebook.com/PlutoniaExperiment/
Segui il canale Telegram di Plutonia: https://telegram.me/plutonia
Pagina autore: amazon.com/author/alessandrogirola
Sostieni il blog con un caffè: ko-fi.com/alessandrogirola

4 risposte »

  1. Non sei l’unico ad avere questi “problemi”: acquistare più libri di quanti se ne possa leggere. Comunque volevo ringraziarti, perché mi hai dato la possibilità di scoprire “L’escursione”. L’ho letto e mi è piaciuto molto.
    Trovo che questa nuova rubrica sia molto utile, almeno per me.

  2. Confermo: trovo la rubrica molto utile anche io, ho un file su Excel con la lista di libri che piano piano ho intenzione di acquistare.
    Io ti ringrazio, il mio portafogli un po’ meno. 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.