Un piccolo ampliamento allo scenario di 2MM

Giusto ieri è arrivato il quarto, attesissimo capitolo del romanzo collettivo. Ma c’è altro.

Chi segue la pagina ufficiale Facebook della roun robin Due minuti a mezzanotte avrà già letto che nei giorni scorsi avevo annunciato un release di alcune informazione aggiuntive del background di 2MM.
In realtà sono stato piuttosto combattuto tra due possibili politiche da seguire.
La prima prevedeva di lasciare totale mano libera ai partecipanti che ancora si devono cimentare nella storia che stiamo scrivendo tutti insieme. I dati basilari su cui lavorare in fondo ci sono, basta studiarseli e darci dentro con la creatività. Cosa che state già facendo.
La seconda opzione – quella che poi ho scelto – tende appunto a introdurre alcune ulteriori precisazioni sul mondo di 2MM, in modo da indirizzare al meglio l’operato di chi ancora deve scrivere.
Ho scelto l’interventismo sostanzialmente per due ragioni. Innanzitutto per venire incontro ai molti tra di voi che mi fanno domande riguardo ad alcuni aspetti secondari o appena accennati di 2MM. Secondariamente vorrei limitare il possibile (probabile?) sovraffollamento di personaggi dotati di superpoteri (i Super, appunto) da qui alla fine della round robin.

Tenente presente, come è scritto nella guida al mondo di 2MM, che i Super “nati” nel 1973 sono esattamente 160, di cui 154 ancora vivi. Quattro fanno parte dello START – l’agenzia supereroistica statunitense – altri (diciamo un numero compreso tra quattro e otto) sono arruolati nelle fila di Fortress Europe, l’iniziativa supereroistica del vecchio continente.
Va da sé che è logico pensare che diversi altri Super siano più o meno segretamente al servizio di governi non-occidentali. Qualche traccia di essi la trovate sia negli spin-off che stanno nascendo, per esempio Sibir, la Super al servizio del Cremlino di cui ho scritto io e che presto conoscerete. E’ logico pensare che buona parte dei 160 sovraumani nati dagli esperimenti sulla Teleforce del 1973 siano dislocati in altre parti del mondo. E’ dunque improbabile pensare che tutti e 160 convergano ad Admiral City nel giorno in cui si svolgono gli eventi di Due minuti a mezzanotte.

Non è la vera Wonder Woman, solo un'imitatrice molto in salute.

A questo punto nasce anche la necessità di giustificare l’esistenza di alcuni Super non noti ai media internazionali, tanto da poter andare in giro ancora nell’anonimato quasi completo. Visto che si tratta di un argomento che sto incidentalmente trattando nel mio terzo spin-off su Libby (dopo averlo accennato anche nel secondo), spero di fare cosa buona e giusta nell’aver aggiunto un ulteriore capitolo alla guida di 2MM. Trovate il tutto nella già citata guida, che ho semplicemente aggiornato. Sto parlando degli Imitatori e dei Girini, rispettivamente finti Super e Super nati dopo gli esperimenti di Salazar del 1973.

Vogliate soltanto notare che l’introduzione di queste due sottocategorie non è un incitamento a inserire nuovi eroi mascherati fino al 33° capitolo! Serve soltanto a giustificare un po’ di cose che potrebbero stridere con l’ambientazione di base, così come è stata concepita.

Ogni commento è, al solito, gradito.
Colgo l’occasione per ringraziarvi ancora del grande, impensato e trascinante entusiasmo in cui siete entrati nel mondo di 2MM!

26 commenti

  1. Sono d’accordo, se ad ogni capitolo esce un super nuovo la storia rischia di diventare troppo intricata, tanto più se si pensa che il proprio personaggio dovrà comunque essere ripreso da un altro autore. Secondo me a questo punto si dovrebbe iniziare a far evolvere un po’ la situazione, invece di continuare a far accorrere gente. Penso che chi vuole creare un suo proprio super dovrebbe rivolgersi alla sezione degli spin-off, dove potrebbe sbizzarrirsi, mentre quelli che compaiono nella storia principale dovrebbero essere contestuali alla trama. Ovvio che questo è quasi impossibile in un progetto di questo genere, ma magari si potrebbe fare un po’ di brainstorming nei commenti a fine di ogni capitolo, giusto per rimanere nei binari…
    Ma in realtà io non ho nessuna voce in capitolo, non essendo arrivato ad iscrivermi in tempo per partecipare, parlo per dare aria alla bocca, sopportatemi… 🙂
    Tra l’altro, oggi o al massimo domani ti mando il mio racconto per la sezione spin-off, preparati!

    1. Sono pronto 🙂 E concordo sulle tue affermazioni riguardanti la necessità di un brainstorming di capitolo in capitolo 😉 cosa che in parte già avviene.

  2. Ottima aggiunta e doverosa precisazione Alex,anche io sono d’accordo con il non inserire troppi Super nella vicenda.

  3. Sei un super anche tu, dannato 🙂
    MI hai risolto un impiccio mica da poco in cui io e la mia datrice di lavoro eravamo incappati nel metter giù il piano di lavoro sul/la nostro/a super… Mai pensato di venir salvato da ranocchiette in erba… ^^

  4. Mi piacciono gli ulteriori arricchimenti che hai fatto.
    Da una parte potrebbero suonare come “paletti” ma dall’altra, almeno personalmente mi piace che ci siano ulteriori dettagli, per questo li chiamo arricchimenti.
    Un gioco senza regole non mi diverte, le regole mi costringono ad esplorare in modo approfondito tutto ciò che è possibile fare.
    Altrimenti è dispersivo…
    Qui di possibilità ce ne sono moltissime!
    Grazie per tutte le energie che stai mettendo in questo progetto! (come in tutti gli altri, ma qui ci divertiamo in diretta anche noi!) 😀

    1. Alla fin fine ho capito che i paletti servono.
      L’obiettivo è quello di divertirsi, ma per farlo deve venire una bella storia. Le cose sono conseguenziali. Lasciare totale libertà potrebbe essere più democratico, ma secondo me la RR deraglierebbe a breve.
      Spero che nessuno se la prenda. In fondo sto lavorando per tutti 😉

  5. Posso dare un suggerimento agli autori di 2MM? Ammazzate qualcuno. Aggiunge “drama”, rende più realistica la cosa e incoraggia un tasso di coinvolgimento maggiore in chi viene dopo di voi.

  6. Sarò nu pò troppo pignolo, ma sono d’accordo a mettere un paletto fisso quale la presenza troppi super ad Admiral City. Continuando nella direzione presa sinora ad ogni capitolo apparirebbero nuovi super senza approfondire quelli già presenti (e di personaggi ora ce ne sono una marea!). Mi sto mangiando le mani ancora adesso per non averti contattato durante il reclutamento…

  7. Hai fatto benissimo!
    E dire che io mi snetivo in colpa con il mio capitolo ad averne introdotti cinque… va be’, siamo all’inizio, e confido che presto le cose inizieranno a prendere una piega più naturale. 🙂

    1. Ma i quattro di Fortress Europe ci stanno alla grande… erano perfino “chiamati” nella guida che ho scritto 🙂
      Ed Eddie, così come Stakanov, rappresentano il lato proletario dei Super 😀

  8. Pienamente concorde. Anche perché io sono nella parte finale della RR…non vorrei trovarmi a gestire un numero di personaggi pari a quelli delle Cronache dello zio Martin 🙂 Dovendo poi fare come lui e eseguire un genocidio degno di Delta delle Acque 🙂 Scherzi a parte, c’è sempre la possibilità di creare degli spin-off e in quelli chiunque, scrittori o pubblico della RR, possono metterci di tutto.

  9. Introdurre un buon numero di personaggi ci può stare. L’importante però è fare in modo che il lettore possa familiarizzare con essi, almeno i principali.
    Poi toccherà al “blocco intermedio” sbrogliare alcune cose… ^^

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.