libri

È che poi al destino non puoi mica dare sempre del tu (di Alessandro Apreda)

È che poi al destino non puoi mica dare sempre del tu
di Alessandro Apreda
eBook autoprodotto
190 pagine, sette racconti, download con contributo libero
Link

Alessandro Apreda è altresì noto come il Dottor Manhattan, proprietario di quel magnifico angolo della blogosfera che è L’Antro Atomico.
Alessandro si occupa di tutto ciò che rende questo nostro piccolo mondo fangoso migliore: fumetti, film di genere, videogiochi, amarcord degli anni ’80 e ’90. Il suo blog è una miniera di pietre preziose, quindi andate là, se ancora non lo avete fatto, e scavate.
Detto ciò, veniamo al dunque.  È che poi al destino non puoi mica dare sempre del tu è un ebook autoprodotto che rispecchia queste passioni, variando dalla fantascienza al grottesco, dal quasi-supereroistico al citazionismo estremo (ve l’ho già detto che in un racconto c’è il sosia di Lino Banfi?). Insomma, uno spasso.

I racconti sono sette: Raijin Randez Vous, Italia: la storia futura, Self Control, Pochissimi i conigli, Blu, La Maschera, La lega Oreisti anonimi.
Lo stile di Apreda è brioso: riflette il modo in cui scrive sul blog, adattandolo però alla narrativa. Lo definirei una bella ventata d’aria fresca, tipica di quegli autori che sono bravi a scrivere, ma ancor più a non prendersi eccessivamente sul serio. Leggendo queste sette storie traspare in pieno la volontà dell’autore di divertire e di stupire. Il che, come sapete, da queste parti è una cosa gradita al 100%.
Ma non fraintendete:  È che poi al destino non puoi mica dare sempre del tu non è affatto un’antologia stupida o sciocca, anzi. Né tantomeno scade in generi a mio parere deplorevoli, come il Bizarro.

Andando più nello specifico, i miei racconti preferiti sono questi due:
Raijn Randez Vous, storia di un improbabile ma spettacolare incontro tra varie divinità del tuono e dei fulmini. Che, ovviamente (?) si danno appuntamento nel sud Italia.
Italia: la storia futura, ottimo racconto di fantascienza distopica, con tutti quegli elementi che, se ben amalgamati, ci fanno amare un genere come questo, su cui spesso sembra essere stato scritto già tutto.

Nota di merito anche per Self Control, il racconto più divertente dell’antologia, seppur velato da una sottile spolverata di malinconia.
In sostanza abbiamo a che fare con delle storie godibili e ben scritte, con solo un piccolo passo falso per quel che riguarda Blu. Un altro difetto si riscontra nei finali di un paio di racconti, che sembrano chiudersi meno bene di quanto ci si aspettava. Nulla che però infici il mio giudizio assolutamente positivo sull’ebook.
Ancora una volta fa specie che sia un ebook autoprodotto a spiccare al di sopra (molto al di sopra) della media nazionale delle antologie nate svogliatamente e senz’anima. Da notare che  È che poi al destino non puoi mica dare sempre del tu è anche ben curato dal punto di vista tecnico e di editing.
L’ebook è disponibile con contributo gratuito. Leggete questo post di presentazione e capirete tutto.

13 risposte »

  1. “Pochissimi i conigli” è esilarante. Il mio preferito rimane comunque “Italia: la storia futura”… il Doc è proprio bravo, sarebbe bello poterlo coinvolgere in qualche progetto dei nostri… mumble mumble… 🙂

    • Purtroppo non ho confidenza con lui quindi non oso chiedere. Però è bravo e assolutamente positivo (mi piacciono le persone così). Per esempio lo avrei visto bene in 2MM, visto che adora i supereroi 😉

  2. Ma che bell’ebucco che hai recensito oggi!
    Lo lessi qualche mese fa e, come te, anch’io ho apprezzato parecchio Italia: storia futura…
    Il Doc è bravo, davvero bravo, e mi unisco a Sommo quando dice che lo vedrei bene in qualche progetto combinato…
    E il suo blog è spettacolare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.