fumetti

B.P.R.D. Hell on Earth – Russia (di Mike Mignola)

B.P.R.D: Hell on Earth – Russia
di Mike Mignola, John Arcudi, Tyler Crook, Dave Steward
Dark Horse edizioni
16o pagine a colori, 19.99 dollari

Sinossi

Un cimitero di orribile creature mutate viene portato alla luce in una miniera Russa.
Al contempo diversi morti presenti nell’area risorgono come zombie e si mettono a costruire qualcosa di misterioso nella zona infestata.
A Mosca si moltiplicano i casi di un’infezione fungoide che trasforma la gente in mostri. Squadre dell’esercito, munite di lanciafiamme, iniziano a pattugliare le strade. La controparte russa del B.P.R.D chiama in soccorso i colleghi americani per scoprire cosa sta accadendo. Con buona parte del personale fuori servizio toccherà a Kate e a Johann indagare sugli orrori dell’ex Unione Sovietica.
Insieme a loro c’è Iosif, l’inquietante direttore dei reparti scientifici/paranormali al servizio del Cremlino…

Commento

Innanzitutto un aneddoto. Questo fumetto è uscito (in lingua inglese) il 15 agosto. Fortuitamente mi trovavo a New York, quindi ho avuto l’esperienza, curiosa e per certi versi esaltante, di acquistarlo in anteprima, mentre la commessa lo toglieva dagli scatoloni per disporlo sugli scaffali.
Non è stato certo un sacrificio, considerando che sono un fan di Mike Mignola e che le storie del B.P.R.D le preferisco (e non di poco) a quelle classiche del pur ottimo Hellboy.
Hell on Earth – Russia, è un racconto classico: mostri inquietanti e vagamente lovecraftiani, intrighi di servizi segreti che si mischiano all’occultismo, magia, orrore, e quel pizzico di malinconia che rende il tratto di Mignola davvero impagabile. 

Protagonista principale di questo albo è Johann, uno dei personaggi del B.P.R.D che più mi piace. Per chi non lo sapesse si tratta di un professore, passato a miglior vita da anni, presente in forma ectoplasmatica e in grado di interagire col mondo esterno grazie ad apposite tute pressurizzate.
La sua controparte russa, lo zombie Iosif, direttore dei servizi segreti esoterici della Federazione Russa, è un personaggio altrettanto affascinante. Ambiguo, dotato di poteri in buona parte ignoti, manipolatore e custode di segreti che in parte si riallacciano con altri album della saga (in particolare B.P.R.D 1946).
Mettete le solite ottime suggestioni che offre un paese a mio parere meraviglioso quale è la Russia e il gioco è fatto: siamo in presenza di una lettura spassosa.

Mignola è oramai una certezza per quel che riguarda la narrativa fantastica. Fumetti che sembra al contempo film e ottimi romanzi, storie dense di avvenimenti e suggestioni, senza mai rinunciare al sano gusto di divertire il lettore senza perdersi in arzigogoli eccessivamente naif.
Ovviamente si tratta di una graphic novel che vi consiglio vivamente, soprattutto se siete già in confidenza col mondo di B.P.R.D e di Hellboy. Viceversa potreste recuperare i vecchi numeri già pubblicati in Italia e sondare il terreno. Difficilmente riuscirete a rinunciare all’acquisto compulsivo.

6 risposte »

  1. Chiedo anch’io lumi come Domenico. Posto che io non leggo fumetti – leggevo Topolino da piccolo – ma mi piace ogni romanzo o film o racconto o fumetto che parla della Grande Madre Russia 🙂

  2. Io da sempre sono un fan di Mignola quindi m’ inviti a nozze.
    Per chi volesse avvicinarsi.per al prima volta al mondo del Bureau, comsiglierei di recuperare il primo paperback della serie: TERRA CAVA, trattandosi di storie brevi possono cominciare ad entrare in confidenza con l’ universo di Hellboy.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.