Quando Michael Jackson profetizzò l’Undici Settembre

Blood-On-The-Dance-Floor_Michael-Jackson

Cospirazionismo: ne volete?
Ok, facciamo di sì. Oggi vi regalo una perla ancora poco nota nell’ambiente (in Italia credo che ne abbia parlato soltanto Adam Kadmon, il complottista mascherato di Mistero).
Sull‘Undici Settembre 2001 è stato detto di tutto, di troppo. Tralasciamo le mille teorie che parlano di un attentato organizzato dagli Illuminati in seno al governo statunitense, per permettere una nuova politica di controllo capillare della popolazione, e per giustificare le guerre nei paesi canaglia, ricchi di risorse. Concentriamoci invece su chi sostiene che gli attacchi alle Torri Gemelle fossero già programmati da anni, e che la data precisa (o9-11-01, per dirla all’inglese) era stata calcolata su precise congiunture astrali. Follia e delirio etc etc: lo so. Non venite quindi a ironizzare, perché sono il primo a farlo. Quella che vi espongo io è la storia di un racconto distopico. Prendetelo come tale, sarà più facile divertirvi.
Dunque, dicevamo… l’attacco alle Torri Gemelle e Michael Jackson. Partiamo da qui.

L’anno è il 1997. Michael Jackson pubblica un album dal titolo Blood on the Dancefloor. Sangue sulla pista da ballo. Una scelta non allegrissima, specialmente alla luce di quanto scopriremo a breve.
La copertina è quella che vedete a inizio articolo e, a dire dagli esperti di cospirazioni, essa è ricca di messaggi nascosti.
Partiamo dal pavimento a scacchi, che vedete in primo piano, tipico di alcune note sedi della massoneria cosiddetta “deviata”. Poca roba, ne convengo. Non certo un valido indizio a supporto della teoria del complotto.
Secondo dettaglio, ben più succulento: lo skyline che si vede sullo sfondo è chiaramente quello di New York City. Più in particolare si tratta di ciò che una volta era il World Trade Center. Non ci credete? Bene, guardiamo insieme l’analisi dettagliata della copertina, trovata sul sito Usahitman.com

blood on the dance floor

Come potete notare, una delle torri è scomparsa dalla ricostruzione grafica in copertina. Si tratta di quella di destra, la prima a essere stata colpita dagli aerei kamikaze. Inoltre alle spalle dello skyline si solleva un polverone enorme, che non puo essere confuso con un banco di nuvole. L’immagine ricorda in modo inquietante il fallout causato dal crollo delle Twin Towers, in seguito all’impatto degli aerei dirottati dai terroristi (veri o presunti che siano).

La Luna, riportata in alto a destra, in piccolo, è settata su una precisa fase lunare: la stessa che era presente il giorno 11 settembre 2001. Per verificare questa coincidenza mi è bastatato utilizzare uno dei tanti siti che calcolano, appunto, le fasi lunari, anche retroattivamente. Questo è ciò che è risultato dalla mia semplice ricerca.

La Luna, così come si presentava l'11 settembre 2001. Identica a quella della copertina.
La Luna, così come si presentava l’11 settembre 2001. Identica a quella della copertina.

C’è dell’altro? Pare proprio di sì.
Immaginate le braccia di Michael Jackson posizionate alla stregua di lancette d’orologio. Esse indicano le ore 8.45.
L’attacco alla prima torre è avvenuto alle ore 8.46.
In un secondo livello di lettura, le braccia potrebbero anche rappresentare una sorta di datario. Che, manco farlo apposta, indica due numeri precisi: il 9 e l’11. Di nuovo quei numeri.

Ci sono altre due o tre cosucce. Nel linguaggio iniziatico, il rosso della giacca indossata dalla popstar rappresenta il colore rituale dei riti iniziatici a base di sacrifici umani. Sì, magari un giorno ne riparleremo.
Notate poi la fascia a lutto indossata da Jackson, senza apparenti motivi. Perché utilizzare un così macabro particolare, universalmente noto come simbolo funebre, sulla copertina di un normalissimo disco pop?

Coincidenze? Sicuramente sì. Si può attribuire un significato a qualunque sciocchezza, è innegabile. Però alcune cose, come il particolare, a malapena visibile, della fase lunare, desta delle perplessità. Perfino il titolo dell’album da cui è stato remixato Blood on the Dancefloor, ossia History in the Mix, lascia intendere a qualcosa di incisivo e di memorabile nella storia umana.

Del resto a Hollywood c’è chi sostiene che Michael Jackson fu una di quelle rare persone messe al corrente sull’esistenza e sui progetti dei gruppi iniziatici che operano (opererebbero) nell’ombra, a Washington. Messo al corrente da chi? Forse da membri di altre fazioni di Illuminati, che pensavano di sfruttarne la fama di Jacko per fare da eco, per gettare dei messaggi.
Dei messaggi come quello che si vede in questa innocua, innocente copertina.

Piaciuta la favoletta? A livello di pura e semplice narrativa, questo sarebbe un racconto straordinario…

– – –

(A.G. – Follow me on Twitter)

38 commenti

      1. questo è tutto da dimostrare! p.s. mi risulta che tutti i tempi massonici abbiano il pavimento a piastrelle bianche e nere (non solo quelle deviate), anche la chiesa del mio paese… che dite chiamo Berry?

  1. Beh, il complottismo è un gioco complesso e affascinante. La gamma delle interpretazioni che offre è a dir poco caleidoscopica e per questo si possono ricavare trame assurde da ogni singolo, minimo dato e non è poco!

      1. No, non credo. La differenza sta nella capacità di discernimento: c’è chi ne trova confutazioni mirabolanti e chi, appunto, spiazzanti coincidenze… Questo non toglie che punti oscuri in moltissimi avvenimenti, non possono essere liquidati come semplici “coincidenze”. Al di la di complottismi vari, per esempio, l’idea che l’11 settembre abbia dato il “la” a certe politiche repubblicane è innegabile e, che per quanto cinica e agghiacciante, l’idea che in fondo in fondo, all’amministrazione Bush, l’attentato abbia fatto comodo, in me persiste.

        1. Ok, analisi impecabbile, che condivido. Il mio punto di vista corrisponde al tuo, valutazioni di merito comprese.
          Il complottismo spesso è ridicolo, ma ogni tanto pone interrogativi inquietanti. Prenderli a ridere è forse il modo migliore che qualcuno ha per far perdere loro ogni credibilità.

  2. Divertente. Specialmente la parte in cui gli Illuminati raccontano i loro piani a un tizio completamente fuori di testa come MJ. 🙂
    Come racconto sarebbe fantastico davvero.

    1. Mah, oddio… Io sulle persone famose e il loro coinvolgimento in strani giri e sette ho tutta una mia idea. Se però ve la dico mi date del pazzo 😉

    2. Michael jackson non era fuori di testa!
      Anzi..era il più umano degli umani! E c’è ancora gente che lo reputa fuori di testa..bho..proprio non ce la fate a non infamarlo eh!

  3. Da notarsi anche la presenza di una Monarch Butterfly sulla copertina dell’album “Michael” sempre di Jackson. Riferimento al Monarch Project?

  4. In genere, queste cose mi divertono e sono anche abbastanza incline a dargli una chance di credibilità.
    A questa, onestamente, meno.
    La fascia nera sul braccio Jacko la portava già dai tempi di Moonwalker (QUI, ad esempio). E la nuvola di polvere a me ricordano più dei grattacieli fatti di nuvole.
    Più divertente, le cifre legate alla posizione della braccia.
    Anche se la domanda più sensata, forse è: perché mai disseminare questi indizi nella copertina di un disco quando – se proprio si voleva lanciare un messaggio d’avvertimento – ci sarebbero stati mille modi più efficaci (e anonimi) di farlo?

    1. E’ anche vero che Jacko è uno dei vip che per anni è stato citato nei dossier complottisti come possibile bersaglio di alcuni gruppi di… come chiamarli? Illuminati? Manipolatori? Servizi segreti deviati?
      Riguardo al messaggio d’avvertimento senz’altro non poteva essere lanciato in modo chiaro e netto. Se esistesse davvero un complotto dell’Undici Settembre, semplicemente gli avrebbero impedito di denunciarlo in modo chiaro ed esplicito. Anzi, avrebbero impedito a chiunque di farlo.

      Ok, ok, sto giocando al romanziere, e mi diverto tantissimo a farlo. E so che anche tu ti diverti a smontare la mia teoria (che poi mia non è!)

  5. Ecco, se un giorno faranno complottismo sulle tue copertine, metto le mani avanti: non ci sono messaggi segreti, solo cose messe assieme perché funzionavano esteticamente. XD Se poi un giorno qualcuno dirà che il colorito giallognolo di American Dream voleva essere un presagio ai futuri problemi di fegato di Josh Holloway (al quale auguro di godere di buona salute e campare a lungo), dico subito che no, è solo perché nel libro ha la Gialla. LOL

    Divertente però, il complottismo; con un po’ di immaginazione e una mente abbastanza contorta ci puoi spiegare tutto. Alla fine si tratta di organizzare forme casuali in una logica apparente per dargli un senso, come alla forma delle nuvole o alle Macchie di Rorschach. 🙂

    1. Quella copertina è reale. E i dettagli sono titti insieme. Quindi ciò che dici, nel caso specifico, non trova applicazione.

  6. Fantastico… Ma l’undici settembre lo avevano previsto molti anni prima i Supertramp: prendi la copertina di “Breakfast in America”, mettila davanti allo specchio e focalizzati sulle torri gemelle visibili sullo sfondo…. Vedrai spuntare da dietro le torri proprio la scritta “9 11”

  7. Il problema è che poi è morto in circostanze misteriose, un chiaro tentativo di debunking. 😀
    Voglio dire, a volte anche il destino di ci mette una mano, a favorire i complottisti. Comunque queste cose mi divertono un sacco. Non nego che spero, un domani, di ricevere la stessa attenzione per le copertine dei miei libri XD

    1. E poi c’è una miniera di materiale a cui attingere, fosse anche solo per scopi narrativi. Penso proprio che scriverò altri post sulla falsariga…

  8. MICHAEL JACKSON ( l’Autore della Canzone “Butterflies” = FARFALLE…) nel film THIS IS IT parlando di Pianeta Terra disse ABBIAMO SOLO….. “4” ANNI DAVANTI, dopo i DANNI SARANNO IRREVERSIBILI , alludendo al Progetto degli ILLUMINATI (contro l”Umanità)…i quali (se fosse tutto VERO) avrebbero preferito ANNULLARE the INTERNATIONAL MEMORIAL Mj TRIBUTE nel 2010 allo Stadio Olimpico a Roma (il quale avrebbe dovuto svolgersi all’Insegna della Pace e della VERITA in MONDOVISIONE).. come infatti è accaduto,, quindi avrebbero cercato di far passare il piu inosservato possibile quel Primo ANNIVERSARIO e anche tutti i successivi …come infatti è accaduto …e di conseguenza niente piu News , RUMORS e CLAMORE (giusto ogni tanto -dove il Contesto lo permette- le IMITAZIONI per non far insospettire i Fans)) affinche Mj non venga percepito come l’ARTISTA..Piu Grande di Tutti i Tempi il quale quindi MERITEREBBE che gli si dedicasse il TRIBUTO degno di lui -in Diretta Mondiale .-.. o almeno come quello che abbiano dedicato il…….. “4” Marzo a Lucio DALLA .
    A Michael Jackson (per il cui l’OMICIDIO il d-r Conrad MURRAY è stato condannato a SOLI….. ” 4″ ANNI di carcere) oltre alla STATUA (nel 2011) è dedicato CIRQUE DU SOLEIL – Immortal World Tour (a Torino 19 febbraio ma sui cartelloni Pubblicitari è scritto il SALTIMBANCO anziche il TRIBUTO a Mj) dove cantano la canzone ALEGRIA ALEGRIA =. …..per Info:
    G o o g l e: Michael Jackson CI SIAMO 2012..

    …………E’ difficile credere che Whitney Houston non era stata ricordata il giorno del duo funerale a SANREMO 2012 per distrazione (visto che non hanno dimenticato di farle un Omaggio dopo un anno il 9 febbraio nel MIGLIORI ANNI )…..probabilmente per SOLIDARIETA verso il suo Amico e Collega MICHAEL JACKSON -nato in ….GARY- che avrebbe dovuto essere ricordato non nella minore misura….PRIMO…perche hanno fatto l’Omaggio a piu di un personaggio ..compreso Freddy Mercury….SECONDO…..perche è l’ARTISTA e UMANITARIO PIU GRANDE di TUTTi i TEMPI……TERZO…..perche la Terza serata (dove EMMA ha cantato con ….GARY GO) era stata dedicata alla PACE nel Mondo, e fu aperta con con la Canzone di BEATLES ALL YOU NEED IS LOVE,, quindi cantarono IL MONDO, When the WORLD BECAME the WORLD..e un ospite straniero pronunciò la frase WE ARE THE WORLD consapevole che si trattaSSE del titolo della canzone di MJ..in compenso è stata cantata YOU ARE NOT ALONE (M.Langer Song che porta lo stessto titolo della canzone di MJ)…..QUARTO….per lo SHARE- un particolare non del tutto trascurabile……………………………………………………d’altronde Mj stranamente non viene menzionato dove si parla di Pace nel Mondo nonostante sia un ANTI- HITLER per Eccelenza o forse proprio per questo..

  9. A me tutto questo sembra forzato! Dio! è solo una copertina! Amo Michael con tutto il cuore e solo Dio sa quanto mi manca, ma insomma è arrivato il momento di lasciarlo in pace! Lasciatelo in pace

  10. La cosa divertente?
    I Cospirazionisti potrebbero scrivere fior fiore di storie fantastiche per cinema, tv, videogiochi ….invece BUTTANO IL LORO TEMPO nel cesso cercando l’ASSURDO ovunque….

  11. Non c’e’ alcun dubbio che questo artwork fosse un CHIARO avvertimento nei confronti di quello che sarebbe successo,e chiunque pensi il contrario ha il cervello di un cecio… leggendo i commenti sono sbalordito e profondamente dispiaciuto nell’apprendere quante persone abbiano molta meno intelligenza di un gatto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.