muse di plutonia · personaggi

Le ospiti di Plutonia: Valentina Lodovini

valentina lodovini

Valentina Lodovini è una delle attrici italiane che apprezzo di più, specialmente tra quelle che la critica definisce “di nuova generazione”.
In realtà la Lodovini ha già nove anni di carriera alle spalle, che non sono proprio pochi, anche se si è imposta al grande pubblico relativamente di recente, grazie a film quali Generazione mille euro, Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord.
Umbra di Umbertide, classe 1978, proveniente dalla sempre più trascurata gavetta, Valentina ha seguito diversi corsi di cinema, ritagliandosi man mano dei ruoli sempre più importanti, fino al grande palcoscenico dei tre film già citati, tutti ricchi di gloria al botteghino.
Bellezza mediterranea, ma non stereotipata, bel sorriso, sensualità che esprime con la recitazione, col corpo, con lo sguardo. La attendiamo in qualche ruolo da protagonista assoluta. Magari fuori dall’Italia, il che le darebbe modo di spaziare in altri generi (sebbene le commedie a cui a partecipato sia, globalmente, piuttosto godibili).
Eccovi la consueta rassegna fotografica, tra cui alcuni scatti facenti parte di un photoshoot pubblicato su Maxim.

Le altre ospiti di Plutonia

(A.G. – Follow me on Twitter)

 

9 risposte a "Le ospiti di Plutonia: Valentina Lodovini"

  1. Un altro colpo andato a segno, anche questa domenica. La prima volta che ho visto recitare la Lodovini è stato nello stereotipatissimo Generazione milleuro dove – per farla breve – insieme all’altra protagonista Carolina Crescentini rappresentavano due diverse scelte di vita professionale ed affettiva per il protagonista maschile (neanche ricordo chi fosse). Brava e pure bella, con le curve al punto giusto direi, merce rara in questa epoca di fisici magrolini. Con le due attrici appena citate, alle quali aggiungerei le coetanee Criistiana Capotondi, Valeria Bilello, Laura Chiatti e non me ne vengono in mente altre sul momento, non saremmo neanche messi così male in materia di brave attrici femminili in Italia. Il problema è sempre lo stesso, però.

  2. Molto bella, sensuale anche quando non si prende sul serio. E poi, in Benvenuti al Sud ha recitato molto bene la parte della campana, pur non essendo lei della zona, almeno così mi sembra di ricordare. E la cosa non è affatto semplice, si rischia di cadere nel grottesco quando si vuole scimmiottare un campano, anche se penso che la cosa valga un po’ in tutta italia. E’ difficile fare un milanese o un sardo senza esserlo

  3. Anch’io come credo molti ,ho scoperto (metaforicamente parlando 😀 ) la Lodovini soprattutto vedendola nell’oramai celeberrimo Benvenuti al Sud. L’ho trovata molto brava ma, ammetto che da quando l’ho vista in quel film la mia attenzione, quasi come un’automatismo, cade inevitabilmente sul suo prosperoso decolletè. Che ci posso fare? Sparatemi, ma che volete che vi dica, non ci posso fare niente. 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.