Dieci spettatori con cui NON vedere un film divertente

spettatore idiota

Una top ten di lunedì è un po’ un’eccezione, ma in questo periodo dell’anno ci sta.
Ci sta soprattutto perché in questi ultimi due mesi mi sono sparato un sacco di film “divertenti”, direttamente al cinema, sorbendomi al contempo le chiacchiere da bar da blog che fanno loro da contorno. Ed è così che scopro l’esistenza di una gran varietà di persone che non vorrei mai al mio fianco durante una di queste proiezioni.
Il film “divertente”, a casa mia, è qualcosa che sta tra Avengers, Pacific Rim e Star Trek. In passato la categoria era ben rappresentata dai film di Stallone e Schwarzenegger, tanto per capirci. Pellicole di cui ora alcuni “critici” e blogger parlerebbero male preventivamente, che è poi l’esercizio più idiota al mondo.
Venendo a noi, ecco la top 10…

Dieci spettatori con cui NON vedere un film divertente

  • Il fan di Ferzan Ozpetek

Non è un buon compagno di cinema, perché non mancherà di rimarcare quanto quello “stupido film” manca di introspezione e di spessore psicologico nei protagonisti. Il tutto con un insopportabile tono di superiorità morale, rimarcando la propria sensibilità, in contrastro con la vostra rozzezza.

  • L’esperto di cinema

Nemmeno lui va bene, perché nella sua mente sta già pensando a come e dove trovare dei punti deboli del film, per poi bocciarlo (compiaciuto) in fase di recensione. Ovviamente voi rischiereste di diventare le cavie delle sue elucubrazioni folli, che vi interessi o mento sentirle.

  • Il Nerd

Quello che ha letto prima il romanzo o il fumetto del film che state vedendo, e che non mancherà di farvi notare quanto sia migliore la versione cartacea rispetto a quella cinematografica. E lo farà dal primo fottutissimo minuto di proiezione.

  • Il Radical Chic

Quello che “ma alla tua età ti piacciono ancora i film sui robot giganti?” Sì perché ora lui guarda solo documentari sulle saldatrici polacche, o sulla vita del più famoso giocatore di morra cinese. Un compagno sgradevole, soprattutto se inizierà a farvi notare quanto sia stupido appassionarsi di qui filmacci che piacciono tanto alle masse ignoranti.

  • L’appassionato di vecchiume

Quello che gli ultimi film belli li hanno girati negli anni ’60, perché poi la fantascienza, l’horror, il thriller etc etc sono morti. Quello che “oramai il cinema è tutto effetti speciali“, e che secondo lui era meglio il King Kong del 1933. Vi verrà voglia di picchiarlo, credetemi.

  • Spoiler-man

Ossia il pirla che si è già guardato il film in streaming su un sito americano, magari con una qualità di merda, ripreso da una videocamera a mano. Lui sa già tutti i colpi di scena, il finale etc etc, e ci tiene a condividerli col mondo intero. Nocivo come la varechina nel caffè.

  •  L’Ingegnere

L’ingegnere è il tizio che se ne frega della trama del film (magari dichiaratamente sopra le righe), perché passa il tempo a sindacare sugli aspetti logici di quel che vede. “Quel fucile ha sparato due colpi di troppo! Il Colt Commando M4 ha un caricatore da 30, non da 32!” Oppure: “Un robot non può essere altro 18 metri, sarebbe troppo sbilanciato!” Fastidioso come una crosta nel naso.

  • Il bimbo minkia

Questo non lo scegli: te lo trovi di fianco. E’ il classico 15-18 enne che trascorre tutto il tempo dello spettacolo a sghignazzare durante scene tragiche, e il resto a chattare su Facebook, col cellulare retroilluminato come i fari di una rompighiaccio. Per la serie: un calcio nel culo può essere educativo.

  • Il Profano assoluto

Non ha mai visto un film di genere in vita sua. Quindi vi riempirà di domande dall’inizio alla fine del film. Domande stupide (o che almeno ai vostri occhi appariranno tali) e infantili. Salvo poi scoprire, alla fine del film, che non ha capito un cazzo lo stesso.

  • L’Alternativo

L’alternativo ha un unico scopo nella vita: esprimere un’opinione contraria. Sicché, se il film piace alla maggioranza, per lui è una merda. Se fa schifo, a lui piace. Distinguersi è la sua missione, ma lo fa come farebbe la cagata di un cane su un velo da sposa. Perché non sempre fare gli alternativi è elegante.

cinema  e cervello

– – –

(A.G. – Follow me on Twitter)

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

33 commenti

  1. Ormai quando vado al cinema scelgo sempre il primo spettacolo o l’ultimo: quelli nelle fasce orarie centrali, più frequentati, li evito accuratamente. Meglio una bella sala semideserta.

  2. Riporto il commento di un amico (Dottorato in Filosofia) all’uscita dalla visione di “The Dark Knight: Rises”:

    Si ma vorresti mettere con “Otto e mezzo”…..

    Che gli avreste risposto? Ma poi dico, perché sei venuto a vederlo?

  3. Eh, non li fanno più i film di una volta. Adesso sono tutti fatti col computer…

    Si, l’appassionato di vecchiume merita tutto il mio disprezzo. A pari merito col bimbominkia.

  4. Per chi ce li ha, questi film andateli a vedere con i vostri bambini, come ho fatto io con Pacific Rim. Loro non sono ancora stati distorti in una di quelle categorie.
    Comunque Pacific Rim mi ha dato la stessa folgorazione che ebbi con Fanteria dello spazio altro film massacrato senza pietà dai pseudo intellettuali.

    1. parzialmente O.T. Mi dispiace contraddirti e puntualizzare, con il che mi autocatapulto mio malgrado nella categoria nerd, ma per Fanteria dello spazio il primo massacro l’ha fatto il regista (che pure apprezzavo per altri film) tradendo in maniera piuttosto significativa il romanzo originale: uno per tutti proprio per i fanti spaziali che invece di indossare un bell esoscheletro potenziato (qualcosa del genere:http://www.youtube.com/watch?v=fVdjIHMQjww però ancora più cazzuto) sono stati equipaggiati come dei giocatori di Q-zar (per chi se lo ricorda). Considerato che il romanzo ed il film si chiamano entrambi Fanteria dello spazio toppare proprio sulla fanteria é un epic fail piuttosto grave. Magari gli pseudo intellettuali criticavano altro, ma per un appassionato di SF come me il film é stata una grossissima delusione

      1. Io avevo visto prima il film e l’avevo trovato semplicemente divertente, uno di quei film di fantascienza che rivedi sempre volentieri, perchè non hanno pretese altre che farti passare 2 ore tra azione ed effetti speciali: SENZA PENSIERI.
        In seguito ho trovato il libro me lo sono DIVORATO e l’ho trovato ILLUMINANTE! Sopratutto nella visione politico-militaresca della società: ripeto ILLUMINANTE!
        Nella carta il tutto dava un senso di profondità e pensiero che funzionavano alla grande, ma lo schermo è un’altra cosa, non penso che in un film le stesse riflessioni funzionerebbero. LIBRI E CINEMA SONO 2 MONDI DIVERSI DUE ESPERIENZE DIVERSE, che hanno bisogno di ingredienti diversi per funzionare!

  5. Li odio tutti in egual misura… I peggiori penso siano bimbominkia e profano assoluto, anche perché nei film un pelo più complessi ti distraggono per chiederti spiegazioni e perdi il filo pure tu nel mentre che gli stai spiegando.. Nervosooo!!!
    E poi mentre sono al cine non mi deve rompere nessuno, nemmeno la morosa per baciarmi. Punto!… No beh, la morosa magari… Uuuhhh mi manca l’amour…

  6. avendoli conosciuti più o meno tutti, pur con varie sfumature, ma devo dire che l’ingegnere è micidiale. E’ quello che magari non dice mezzo bah su un ragno radioattivo che trasforma Peter Parker in supereroe, ma cavilla sulla vischiosità e resistenza della ragnatela, o sugli autoscatti fatti in sequenza da quella macchina digitale, che non ha funzioni di braketing etc. un autentico terrorista della sospensione dell’incredulità

  7. Tutto vero, tutto sacrosanto. Infatti, andrò a vedere Pacific Rim sabato prossimo DA SOLO con la famiglia sparpagliata qua e là per vacanze studio varie e spiagge dell’Adriatico. SOLO come ai vecchi tempi della mia giovinezza, quando andavo a vedere per i fatti miei Total Recall o Indiana Jones. Per evitare il bimbo minkia seduto a fianco, invece, sceglierò un orario di primo pomeriggio quando il sabato tutti sono al mare.

  8. io purtroppo a volte sono stato sia nerd che ingegnere… Il problema è che sono stati certi film horribilis a mutarmi in questo modo!
    Comunque quelli più sgradevole per me e che purtroppo incontro spesso sono il bimbominkia e l’alternativo. Il bimbominkia grazie ai nuovi cellulari e al discorso su internet sempre su cui hai scritto qualche giorno fa è una categoria in crescita anche fra gli ultra-15enni.

  9. spoiler-man e bimbo minkia sono temibili, spesso inaffrontabili. Dovresti scatenargli contro il King Kong del ’33 🙂

  10. A volte, scegliere il compagno/a giusto per vedersi un film è delicato quanto la scelta del film stesso.
    E comunque, credo che il “tipo” di compagno/a “perfetto” vari a seconda del film.
    A volte, un “ingegnere” accanto mi avrebbe fatto comodo, altre volte un “nerd”, altre volte ancora i personaggi da te superbamente elencati me li vado proprio a ceracre per farmi quattro risate.
    Tutti, tranne il bimbominkia che tiene acceso l’iPhone tutto il tempo. Ecco, a quello, pedate in culo senza pietà.

  11. Io al cinema mi sono sempre e solo trovato in ottima compagnia, scelgo bene le mie amicizie e le mie donne, quando non sono adatte per un certo film non me le tiro dietro!!!
    Una volta però sono stato io un -Il Nerd di merda-, ma me ne sono accorto dalla faccia della mia ragazza ( quella di quel periodo), si trattava del mitico – IL SIGNORE DEGLI ANELLI – ovviamente avevo letto il libro anni prima e mi sono messo a spiegarle le varie scene, CHE IMBECILLE CHE SONO STATO!!!.
    Mai più commesso lo stesso errore.

      1. Cosa sei? Un generale delle forze d’armata in pensione speciale?
        O semplicemente un appassionato di strategia militare?
        Io sono un ex Caporale Scelto! Praticamente sono stato un Pirla per un lungo periodo!

        1. paracadutista, e appassionato di fil militari. ma non avresti problema: i film storici già si sa come vanno a finire. 😉

          1. Io nel più inutile dei corpi: Bersagliere, andiamo in guerra correndo e suonando allegramente mentre gli americani ci bombardano dai caccia invisibili!!
            Io volevo entrare nei – Lagunari – ma sono stato dirottato.
            Peggio per lo stato Italiano hanno perso un soldato brutto e cattivo!
            Qualche film storico comunque non finisce come pensi vedi – Bastardi senza gloria –
            E ti spiazza il finale. Potrei pagarti da bere ogni volta che sbagli!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.