film · fumetti · recensioni

L’Invincibile Iron Man (2009 – animazione)

IRON-MAN-212x300

L’Invincibile Iron Man
Regia di Patrick Archibald, Jay Oliva
USA 2009 (animazione)

Sinossi

In un angolo misterioso della Cina è situata una città sepolta, ultimo riposo di una brutale dinastia. E’ un luogo che custodisce un male indicibile, il cui segreto, dimenticato da tempo, viene riportato alla luce. Ora che il sigillo è rotto, quattro demoni sono liberi di scorrazzare per il mondo alla ricerca dei cinque anelli incantati che possono ridare la vita al loro terribile maestro: il Mandarino. Solo una persona può fermarli: Iron Man! Ma basteranno i poteri dell’armatura hi-tech di Tony Stark a sventare questa minaccia?

Commento

Il successo quasi totale dei film tratti dai personaggi della Marvel Comics ha lanciato un mercato collaterale, ricco e fiorente, che oramai ha raggiunto capillarmente tutti i grandi centri di distribuzione.
Tra le varie cose che propone il merchandise vale la pena tenere d’occhio le serie animate ispirate ai supereroi del “marvelverso”. Sia le serie regolari, trasmesse anche in Italia sui canali dedicati ai cartoni animati, sia i film stand-alone, che rappresentano forse il capitolo più interessante della faccenda.

L’invincibile Iron Man è uno di questi. Un film d’animazione autoconclusivo, datato 2009, e ora reperibile anche in Italia. Anzi, se siete attenti e fortunati, potete anche trovarlo a due o tre euro in qualche centro commerciale (come è capitato a me).
In 82 minuti abbondanti, i due registi ci offrono l’ennesima reinterpretazione delle origini del cavaliere tecnologico di casa Marvel, questa volta abbinando la sua nascita a quella della sua nemesi più famosa, il Mandarino (di cui, in Iron Man 3, è stata data una versione decisamente… alternativa).

iron man e i quattro demoni

Essendo un film animato, e quindi destinato più che altro al fandom, c’è più libertà di muovere Tony Stark un po’ fuori dalla caratterizzazione allegrotta e sopra le righe del trittico cinematografico.
Sicché, in questa storia, Tony si trova ad affrontare quattro creature più mistiche che tecnologiche, ovvero i quattro demoni elementali al servizio del Mandarino: Firebrand, Blizzard, Whirlwind e Earth Mover.
Il loro fine ultimo è quello di recuperare gli anelli del loro signore e padrone, di modo che questi possa tornare definitivamente in vita, per conquistare la Cina (e forse il mondo).

La non convenzionalità potrà far storcere il naso a qualcuno, mentre io ho apprezzato il tentativo (che al cinema non vedremo mai) di variare un po’ le tematiche dell’Iron Man noto al grande pubblico, secondo cui a tecnologia va opposta tecnologia. Cosa che tra l’altro diverge dal Tony Stark a fumetti, che si è spesso trovato a combattere mostri magici, sovrannaturali o mitologici.
Sicché questo filmetto risulta apprezzabile, godibili e – nei limiti del possibile – originale.
Non mancano i classici personaggi del brand Iron Man, da Pepper Potts a James Rhodes. Non mancano nemmeno dei momenti più riflessivi, che si alternano con le tante parti action, ben realizzate grazie alla computer graphic.

Rimane la curiosità per i possibili sviluppi di questo settore del merchandise Marvel. L’animazione può regalare ottime cose, soprattutto laddove certi personaggi e certe storie (penso per esempio a cose come Vecchio Logan o Marvel Zombies) non arriveranno mai e poi mai sul grande schermo.
In questo senso la DC Comics è attiva da tempo, con ottimi risultati. Che sia da stimolo anche per i rivali?

the invincible IronMan-cover art

– – –

(A.G. – Follow me on Twitter)

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

5 risposte a "L’Invincibile Iron Man (2009 – animazione)"

  1. Interessante anche se spesso lamento, nelle produzioni animate USA una certa moderazione se non ingenuità che, ad esempio sono esenti dalle produzioni nipponiche. O sbaglio?

  2. Visto ed apprezzato… sicuramente si trova una “deriva” verso il pensiero nipponico anche nell’animazione Americana (era ora, anche se è troppo poco per essere “amato”).
    Il film è davvero originale, si fa guardare volentieri e senza far rimpiangere o sentire la nostalgia dei più quotati colossal Marvel. Bel post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.