Strange Days

Post di fine anno.
Chissà chi lo leggerà, presi come siamo tutti a preparare eventuali festeggiamenti, gite fuoriporta e cenoni assortiti. O anche, perché no, ad approntare eroiche resistenze lontano da tutta questa posticcia voglia di far baldoria.
Intanto va a chiudersi questo anno, il 2012, che ha riservato parecchie soddisfazioni e altrettante storture.
Tempi difficili, giorni strani.
Eviterò la tristissima tiritera del “vaffanculo 20**, il 20** sarà senz’altro meglio!” L’ho sempre trovata un’affermazione stupida. Non c’è un anno al 100% orrendo e non ci sarà un anno al 100% fantastico. I 365 giorni si suddividono bene tra alti e bassi, a volte con oscillazioni estreme in un senso o nell’altro. Le altre sono chiacchiere senza senso.
Tralascio per il momento di commentare le mie vicissitudini quotidiane, che importerebbero a pochi. Parliamo dunque di elementi comuni, per esempio il blogging. Per Plutonia Experiment è stato un anno positivo. Sono quasi tornato a fare i numeri del vecchio blog, chiuso nel novembre del 2011. Tra l’altro Plutonia mi piace di più, perché è ordinato, graficamente gradevole e molto più funzionale per me che lo gestisco. Nel 2013 mi aspetto un’ulteriore crescita nei numeri, anche se, come stimavo con un mio collega, il massimo range raggiungibile da chi tratta di argomenti come quelli che trovate qui è oramai prossimo.
La cosa che è andata precipitando è l’educazione della gente che naviga.
Da quando ho iniziato a bloggare sul serio – era il 2007 – regole di cortesia e di buon vicinato sono andate progressivamente sbriciolandosi. La blogosfera italiana sembra sempre più spesso qualcosa di molto simile alle Terre Perdute di Mad Max. Là fuori è pieno di humungus pronti a saltarti alla gola alla prima occasione. Questo 2012, in particolare, è stato caratterizzato da un’escalation di violenza verbale, di insulti, ingiurie più o meno gratuite, frecciate, troll (e chi più ne ha più ne metta). Ovviamente il fenomeno non riguarda solo me, bensì molti colleghi con cui ho rapporti di collaborazione quotidiana.
Per fortuna basta armarsi di autocontrollo e tagliare immediatamente ogni rapporto con chi offende. Certo, a volte non è così facile farlo come a dirlo, ma basta iniziare. Vedrete che bella liberazione! NY2013

Ci sarebbe poi da accennare qualcosa sulla scrittura. Il 2012 per me è stato molto produttivo, anche se monopolizzato in buona parte dal mondo di Due Minuti a Mezzanotte. Imporre un genere nuovo al lettore italiano non è mai facile, tuttavia sono abbastanza soddisfatto del risultato. Ho pubblicato diversi racconti medio/lunghi, alcuni dei quali particolarmente apprezzati. Ho rotto alcuni miei tabù, per esempio scegliendo personaggi femminili come protagoniste delle mie storie, e tentando qualche sortita leggera anche nel famigerato romance.
Sul finire dell’anno ho aperto anche un nuovo ciclo narrativo, La Lancia di Marte, che pare piacere.
Certo, ci sono anche molti fallimenti. Progetti non conclusi, altri abbandonati a titolo temporaneo, lavori in arretrato da mesi e mesi. Del resto, non essendo la scrittura un lavoro (così dicono) il tempo per far tutto non si trova mai.
Allo stesso modo mi sono accorto che non si può fare l’editing per conto terzi nel tempo libero, perché è un’attività che richiede tempo, energie e freschezza mentale. Che volete che vi dica? Uno ci prova, poi vede come vanno le cose e trae delle conclusioni. Non è detto che debbano essere per forza positive.

A ogni modo, ecco qui l’ultimo post dell’anno. Chiudiamo in bellezza: al posto di regalarvi la solita sequela di promesse e anticipazioni, mi piace ricordare gli insulti più… creativi, ricevuti nell’anno che va concludendosi.
Quindi, ecco la top 10 (che poi son 13, ma vabbé) dei migliori insulti del 2012!

I migliori insulti “virtuali” ricevuti nel 2012

  • Chi è questa testa di cazzo? (Un commentatore, su un portale horror, riferendosi a me)
  • Sei solo un miserabile blogger. (Lo stesso commentatore, sullo stesso portale)
  • Col tasto PayPal sul tuo blog è come se chiedessi l’elemosina. (Un blogger)
  • Perché hai cancellato il mio commento, brutto stronzo? (Un troll abituale)
  • La tua scrittura è ampiamente nel campo del brutto. (Un blogger diversamente mammifero)
  • I tuoi racconti sono convenzionali e insulsi. (Lo stesso blogger diversamente mammifero)
  • Hai una visione storpia della scrittura. (Un mio lettore)
  • Certi generi lettererari sono per decerebrati (Un mio lettore – i generi faceva riferimento erano i miei ^^)*
  • Chiedere donazioni per gestire un blog è da imbecilli. (Un lettore)
  • Dovevate chiederci un gemellaggio. (I plagiatori del Survival Blog – questa è stata la loro risposta alle nostre richieste di chiarimento)
  • Ti autopubblichi perché sei un pigro, e ti credi un genio incompreso. (Una blogger molto confusa)
  • Non pagherei mai per leggere il tuo blog perché nessuno ti ha chiesto di aprirlo. (Un blogger)
  • Avete rotto il cazzo con questi zombie. (Un lettore poco patito del Survival Blog)

* Questo è l’unico caso in cui ho chiarito il diverbio col diretto interessato. Quindi stima e onore a lui.

2013

(A.G. – Follow me on Twitter)

41 commenti

  1. Un grande anno, scrittevolmente parlado! 😀
    Devo dire, gli insulti sono magnifici…mai a pensare che ci fossero tante persone con cosi tanto tempo libero da usare per insultarti xD
    Hanno una cosa, in comune…sembrano tutti espressi da persone frustrate o represse…erro? x’D
    Buon 2013, che il nuovo ciclo Maya sia con te!

    1. Sono insulti che, riletti ora, mi fanno sorridere 🙂
      Fa meno sorridere constatare quanto la soglia minima del rispetto si stia abbassando… Dal 2013 mi aspetto il peggio XD

  2. Io invece ti ringrazio perché il tuo è stato uno dei primi blog che ho iniziato a seguire quotidianamente e la mail del mattino e’ ormai una buona abitudine come il caffè . Auguri per un anno di soddisfazioni letterarie , magari ci sarà il tempo per finire progetti iniziati, tipo Borgo pliss.. Comunque grazie ancora!

  3. Certo che la gente non sa proprio cosa fare, eh?…
    Va be’, ormai si spara a zero su tutto, e il rispetto è diventato un optional poco interessante…

    Per il resto, invece… chapeau, pure bello grosso!
    Solo 2MM da solo vale il tempo speso e se ci mettiamo il resto della tua produzione sei una spanna sopra molti altri.
    E fai bene ad esserne felice!
    Ci si rivede nel prossimo anno, che sarà come questo o forse peggio… 😉

    1. Lasciamoli sparare: se lo fanno qui vengono bannati, se lo fanno altrove purtroppo non ho modo per impedirlo. Diciamo che la loro “educazione” li rappresenta 🙂

  4. “Hai una visione storpia della scrittura” è il più bello di tutti. Da ridere da qui al 2014.
    Ma anche gli altri non scherzano.
    Tanti auguri Alex!
    P.S.
    Finalmente sono riuscita a leggere tutto 2MM (che a puntate soffrivo troppo) e sto divorando i tuoi spin off uno a uno!

    1. Sì, è un’affermazione fantastica, quasi geniale 😀

      Spero che i miei spin-off ti piacciano un pochino… almeno poco poco, anche se i supereroi non ti fanno impazzire.

      Tanti auguri e un abbraccio! *O*

  5. La terza frase, anche se in forma diversa, l’ho scritta io, o forse “anche” io, ma nel mio caso non era un insulto né tanto meno diretto a te. Se sono io quel blogger, hai frainteso quello che volevo dire.
    Riguardo agli altri insulti, magari sei stato “fortunato” e non ti sono arrivati in forma anonima come succede sempre a me…

    1. Tutto il discorso sul bloggig “a pagamento” (che poi non è l’espressione giusta, ma è passato così) mi ha particolarmente ferito, non lo nego. Ovviamente quelli che hanno fatto il danno peggiore sono coloro che sono andati giù di fino: stronzo, pezzente, blogger miserabile etc etc.
      Comunque è passata anche questa. In fondo ciascuno fa le sue scelte, che male c’è?
      Gli anonimi di solito li cancello, perché la cosa più furba che hanno da dire è un grugnito 😀

  6. Non ti curar di lor ma guarda e passa (cit.); a parlare sono bravi ma a fare? Ne vedo pochi di progetti in giro e di voglia di darsi da fare ne vedo ancora meno. Tutti occupati a criticare? 🙂

  7. Tanti auguri a te ed anche alle persone che hanno commentato questo articolo. L’esternazione sugli zombie, l’ultima per intenderci, è la più figa. Non la considererei neanche un insulto, anzi, l’ultima volta che mi è stata rivolta, è stato da parte di una persona cara esasperata dalle mie manie.

  8. Ma lasciali perdere, è una questione di generi, i troll son bravi solo nella categoria “insulti insulsi” che lasciamo allegramente a loro, dedicandoci alle nostre cosucce!!!
    Buon anno!!!

  9. La lista degli insulti mi ha fatto ridere…so che riceverli non è stato nè facile nè piacevole ma a leggerli così tutti di fila con il tuo commento tra parentesi hanno un che di grottesco e un sorriso me lo hanno strappato.
    Quello sugli zombi poi chiude fantasticamente il tutto…
    Mi piace l’ironia con cui hai rielaborato il tutto!
    Sono d’accordo con te quando dici che nessun anno è orribile al 100% o meraviglioso al 100% e anche io odio quelli che dicono “meno male che finisce ‘sto anno di schifo!” che poi per quel che riguarda il 2012 proprio non posso dirlo perchè mi è nato il piccoletto ed è davvero una cosa troppo bella che oscura tutte le bruttezze del resto! 🙂
    Tanti auguri Alex e continua così!

  10. Auguri Alex, e grazie di essere una parte del mio sollazzo giornaliero!
    E poi comunque, a prescindere da tutte le stronzate di cui possono accusarti, è giusto riconoscerti il merito di essere uno dei pionieri di una scena che secondo me mancava e sta dando dei gran frutti(artistici, di soldi mi dispiace :-[).
    Ancora auguri!

  11. “I migliori insulti virtuali” con il tuo commentino mi hanno fatto sorridere. Ti dico grazie, ne avevo bisogno. 😀
    Sui troll ecc. al momento, come top, sono state le minacce virtuali “tipiche da maschione min@one” che mi sono giunte in seguito alla recensione di un film. Non ve le riporto, ma tanto sono intuibili. Che tristezza.
    Vabbè, diamoci una pacca sulla spalla e andiamo avanti.
    BUON ANNO, ALE!
    Buon Anno a tutti 🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.