Fine del Papato: 18 marzo 2014

jacques_de_molay

Di tutte le profezie che riguardano il 2014, perlopiù bufale o addirittura palesi scemenze, ce n’è una che sicuramente fornirà materiale per chiacchiere infinite tra i complottisti della domenica e tra i fan di Adam Kadmon. Si tratta di una profezia antica, molto precisa, pronunciata nientemeno che da Jacque De Molay (1243-1314), ultimo maestro dei Cavalieri Templari.
De Molay, nobile di origini burgunde, fu a capo di quello che ai tempi era l’ordine cavalleresco più ricco e influente d’Europa. Ebbe la sfortuna di governare i Templari proprio negli anni in cui vennero presi di mira dal noto processo atto a screditarli e, soprattutto, a privarli del loro immenso tesoro.
De Molay venne arrestato nel 1307 e fu soggetto a tortura e prigionia, al fine di estorcergli una “confessione” totale. Il 18 marzo del 1314 venne infine condannato a morte sul rogo. Proprio in quell’occasione pronunciò la celebre maledizione.

Essa è innanzitutto una profezia, che si snoda in quattro punti fondamentali.

1 – Rivolgendosi al Papa Clemente V gli disse: “Tu morirai entro 40 giorni“. Clemente V infatti morì 33 giorni dopo.
2 – Rivolgendosi verso il Re Filippo IV di Francia detto il bello disse: “Tu morirai entro la fine del 1314“. Filippo il Bello morì il 29 Novembre 1314.
3 – Rivolgendosi verso la Monarchia Francese disse: “La casa reale Francese cadrà definitivamente entro la tredicesima generazione da Filippo IV“. Luigi XVI fu effettivamente il 13° discendente di Filippo IV e ultimo Re di Francia.
4 – Rivolgendosi alla Chiesa Romana disse: “Il Papato terminerà entro 700 anni dalla mia morte“. Ovvero entro il 18 Marzo 2014.

Va da sé che, con tre profezie azzeccate su quattro, gli amanti del cospirazionismo si dicono convinti che anche la quarta, riguardante la fine del Papato, si rivelerà veritiera.
Per tirare acqua al loro mulino sostengono che la Chiesa Cattolica ha già iniziato a “morire” con le clamorose dimissioni di Benedetto XVI, che di certo rappresentano un caso eclatante e unico per il Papato.
Tuttavia il Pontificato di Francesco sembra solidissimo, retto da rinnovato vigore e da una Fede che vede nuove fila di proseliti.
Consideriamo anche che la data della profezia di De Molay, 18 marzo 2014, è davvero prossima. Sono possibili stravolgimenti radicali nella più antica monarchia assoluta del mondo, in soli tre mesi a partire da oggi?

Ci sono poi le interpretazioni più complesse. Qualche studioso ritiene che per “morte del Papato” si intenda in realtà un ritorno alle origini del medesimo, abbattendo gli orpelli di potere e ricchezza che sono andati crescendo fin dopo i primi secoli di cristianesimo. In tal senso potrebbe dunque essere lo stesso pontefice, Papa Bergoglio, a dare una virata decisa alla Chiesa. Cosa che, secondo alcuni, sta già facendo.

Non dobbiamo fare altro che aspettare e interpretare il corso della Storia che mai, o quasi, è di facile lettura così come ci viene presentato dalle cronache e dagli organi d’informazione.
Attendiamo, curiosi…

Roma Vaticano

– – –

(A.G. – Follow me on Twitter)

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

19 commenti

  1. In qualche modo – a voler essere ottimisti – può essere che il pontificato di Francesco abbia in effetti iniziato la fine di un “certo” papato.

  2. Questo è esattamente l’articolo che avrei voluto scrivere! Complimenti davvero! Se mi permetti lo diffondo via social merita di essere letto!

  3. La Chiesa non si abbatte facilmente con le maledizioni perché è protetta da una potente enclave di anziani Stregoni. Pardon, Cardinali.

  4. Dopo aver letto i quattro nodi fondamentali della profezia purtroppo non riesco a trattenermi:
    “Oh ma zio non è che sta beata quartina portava Jella?” (Cit.)

  5. Le ultime parole del testo le considero più attendibili. In effetti, come per la fine del mondo del 21-12-2012, la fine, s’intende come la fine di un ciclo e l’inizio di un altro . Papa Benedetto XVI ha chiuso un ciclo e papa Francesco ne sta iniziando un’altro. Con questa visione coscienziale si può affermare che anche la quarta profezia s’è avverata.

  6. non parla di fine della Chiesa, ma di fine del papato, entro e non il 18 marzo 2014, quindi può essere già avvenuto, e con le dimissioni di Papa Benedetto XVI forse è finito il papato. e forse Papa Francesco è un impostore, eletto dagli uomini e non da Dio e dallo Spirito Santo. forse è a questo che si riferiva De Molay. La fine del papato è già avvenuta.

  7. la chiesa deve smettere di nascondere il nome di dio Geova. In molte chiese cattoliche c”e’ scritto e viene coperto con tappeti per non farlo vedere. Si devono vergognare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.