La CIA possiede un genio della lampada

djinn 2

Il titolo è a effetto.
I motori di ricerca lo ameranno, ci scommetto.
Eppure questa notizia è uscita davvero sui siti di cospirazionismo che monitoro per pescare chicche rare da pubblicare nella mia rubrica del giovedì. Ossia quella che state leggendo ora, e che leggete ogni giovedì, salvo eccezioni.
Stiamo parlando di un genio. Nome bastardizzato del djinn arabo. Creature soprannaturali, intermedie tra il mondo celeste e quello materiale (il nostro), di natura variabile. Ce ne sono sia di maligni che di benigni.
I djinn appartengono al mondo pre-islamico e sono legate al vasto territorio dell’Africa bianca, quella settentrionale. Secondo l’iconografia moderna, tramandata da film e romanzi, essi possono essere intrappolati nelle lampade, dove un bravo incantatore li può costringere a esaudire i “desideri”. Una descrizione un po’ vaga e banale, ma che prende spunto dalla tradizione occulta araba.
I “veri” djinn erano in realtà legati a gioielli e gemme cerimoniali, in cui venivano vincolati ed evocati alla bisogna.
Ok, la volete sapere una cosa davvero bizzarra? Tutt’oggi esiste un mercato occulto di gemme ritenute e vendute come incantate.
Incantate perché abitate da un djinn.

Tali presunti oggetti di potere, per quanto inconcepibili dal mondo moderno e razionale, riescono a trovare acquirenti disposti a spendere fino a 23.000 dollari per portarseli a casa.
Che poi, per dirla tutta, esistono perfino dei veri e propri shop online, facilmente raggiungibili, che vi permettono di comprare il vostro djinn preferito.

Su un’asta online nasce invece la nostra storia di oggi.
A inizio aprile 2014 è comparso online un annuncio di vendita. Un (sedicente?) dirigente della CIA metteva in vendita il suo anello djinn che, a suo dire, gli avrebbe garantito una carriera gloriosa, ricca di soddisfazioni e di successi. Ora, anziano e soddisfatto, l’uomo della CIA intendeva vendere l’anello a un compratore meritevole, per garantirgli la medesima fortuna.

L’annuncio è rimasto sul sito solo per poche ore, poi è sparito.
Perché?
Gli amministratori l’hanno rimosso in quanto fake? L’anello ha trovato un acquirente? La CIA è intervenuta?
Chi lo sa. Noi siamo realisti e pensiamo a un simpatico gioco, o magari a una truffa per far abboccare qualche boccalone dal portafoglio capiente.
Ovviamente i cospirazionisti pensano ad altre teorie, forti anche del fatto che, a dire di alcuni esperti di occultismo arabo, la CIA manterrebbe da qualche decennio dei rapporti diplomatici con djinn di varia natura.
Forte, eh?

djinn 1

E qui ci sarebbe da aprire una lunga discussione sugli strani equilibri tra il mondo degli umani e quello degli spiriti soprannaturali di questo genere. Sì, perché esistono dei veri e propri trattati in materia, tra cui The Djinn Connection di Rosemary Ellen Guiley, in cui l’autrice spiega di come molti musulmani incolpano i “geni” di molti X-Files tipicamente occidentali.
Rapimenti alieni? Opera dei djinn.
Poltergeist? Balle, si tratta di djinn.
Avvistamenti di UFO? Sono djinn che viaggiano tra le due dimensioni.
Questo genere di storie e di leggende metropolitane sono molto diffuse nei paesi arabi.
Magari un giorno ne riparleremo.

Ah, poi ci sarebbe l’episodio di quella compagnia delle SS-Ahnenerbe che nel 1940 riuscì a scovare una grotta in cui era intrappolato un efreeti* in Egitto. L’idea era di portarlo in patria e usarlo come arma.
Solo che la spedizione archeologica finì male per i crucchi.
Ma questa è una storia…

Aladdin lamp

* Djinn legati all’elemento del fuoco, particolarmente ostili all’uomo.

– – –

Alex Girola – follow me on Twitter

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

7 commenti

  1. Perché il paganesimo è morto, la Verità evidente dell’esistenza di un solo Dio ha spazzato via tutte le superstizioni precedenti. Ceeeeeerto, questa storia dei gioielli posseduti mi ricorda il mercato delle reliquie, da una sponda all’altra del Mediterraneo è bello vedere che abbiamo tradizioni simili XD

  2. Pur avendo sentito ancora sul web la storia dei djinn e della CIA (cioè, ma davvero qualcuno insiste ancora a dire che quelli non hanno nulla di meglio da fare che parlamentare con… dei djinn?) non avevo idea che esistesse un mercato di gioielli “abitati”. Molto interessante però 😀
    La storia delle SS è una chicca!

    1. Un giorno o l’altro ve la racconterò, questa storia 🙂
      Il fatto è che le SS le facevano per davvero queste ricerche, mentre al giorno d’oggi sono quasi sempre hoax (bufale, false notizie).

  3. Ventimila dollaroni per un anellino?… Però però, a ben vedere in cantina ho un po’ di vecchie bottiglie che senz’altro saranno abitate da qualche djiin, efrit o marid che non attendono altro che essere rinchiusi in una gemma – beh, anche nella resina acrilica andrà bene…

    Ho letto la Trilogia di Bartimeus, conosco tutti i riti del caso… 🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...