… Come un artista

i write what

Ci sono moltissimi manuali e altrettanti libri motivazionali che promettono di farti diventare un eccelso artista e un grande venditore della tua arte (la ripetizione è voluta).
Alcuni sono interessanti, altri sono banalissimi, altri ancora sono ottimi per i paesi anglofoni, ma non funzionano se applicati alla mentalità italiana e mediterranea. Il latino, si sa, è tirchio e tende a non considerare “l’arte” come un mestiere. Per questo qui molte strategie di marketing funzionano poco e male. Vedi alla voce crowdfunding, pay with a tweet, donazioni spontanee e altro.
Ma non divaghiamo. Quel che volevo dire è semplicemente che è difficile trovare dei libri che parlano di comunicazione, social marketing e di creatività senza annoiare e senza risultare del tutto privi di effetti pratici.
In questo 2015 ne ho tuttavia letti due che, nella loro immediatezza, riescono a far riflettere e a mettere in chiaro certe cose che un creativo magari già conosce.

Parlo di:

Entrambi sono dello scrittore, illustratore, blogger e comunicatore Austin Kleon. Visitate il suo sito e già avrete un’idea del suo stile, delle idee che semina (appunto) e dei libri che scrive e disegna.
Kleon non è un guru: è un tizio sveglio che riesce a spiegarti in pochi, semplici passaggi i meccanismi che regolano l’ispirazione artistica e la promozione della medesima.
Aiutandosi con bozzetti, disegni e infografiche, Kleon mostra al lettore come funzionano cose che forse già conosce, ma non ha mai analizzato in modo tanto sintetico eppure esaustivo.

ruba come un artista

Il primo volumetto, Ruba come un artista, spiega appunto cos’è l’ispirazione, da dove nasce la creatività e dove inizia e finisce l’originalità.

Guida alla creatività nell’era digitale, Ruba come un artista, dell’americano Austin Kleon, offre dieci illuminanti lezioni per aiutare chiunque a scoprire e valorizzare i propri talenti.
Poiché nessuna opera è completamente originale, Kleon sostiene che il segreto del successo è imparare a «rubare» il lavoro altrui per reinventarlo, facendo leva sulle proprie passioni. E poiché la creatività fiorisce dalla «normalità» è importante non farsi nemici, non contrarre debiti, non trascurarsi ma restare sempre con i piedi per terra mentre si coltiva il proprio estro. (Quarta di copertina)

Semina

Il secondo libro, Semina come un artista, parla di promozione e di comunicazione.

«Se tu hai una mela e io ho una mela e ce le scambiamo, tu e io abbiamo una mela per uno. Ma se tu hai un’idea e io ho un’idea e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.» George Bernard Shaw

Già con il suo primo successo, Ruba come un artista, Austin Kleon ha voluto sfatare il mito del genio solitario proponendo al lettore spunti originali e spesso provocatori per scoprire e far crescere il proprio talento.

Semina come un artista si focalizza su una nuova tappa del viaggio creativo: come farsi conoscere. E lo fa offrendo 10 principi da seguire per entrare nella comunità degli scrittori, degli artisti, degli imprenditori creativi.
1. Non devi essere un genio.
2. Pensa al processo, non al prodotto.
3. Condividi qualcosa ogni giorno.
4. Apri la tua camera delle meraviglie.
5. Racconta delle belle storie.
6. Insegna ciò che sai.
7. Non diventare uno spammer.
8. Impara a incassare i colpi.
9. Mettiti in vendita.
10. Resta in zona.

Questo secondo libro risulta essere il più interessante e il più utile dei due, anche se può essere una bella esperienza leggerli entrambi.
Kleon non illude nessuno, non promette al lettore di farlo diventare un genio del marketing o un multimiliardario. I suoi manualetti servono a… focalizzare. E in questo senso funzionano benissimo.
In questo caso consiglio l’acquisto della versione cartacea, complice un formato tascabile davvero accattivante.

austin kleon

– – –

(A.G. – Follow me on Twitter)

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

3 commenti

  1. Li avevo adocchiati entrambi in originale (costano meno) e soprattutto il secondo mi interessava – ma mi restava il dubbio che le strategie descritte, certamente valide sul mercato internazionale, qui da noi non servano a nulla.
    Questo è, alla fine, il vero problema – esiste una quantità di ottimi manuali, ma quando si provano ad applicare sul territorio (o sulla psiche?) nazionale metodi che si sono dimostrati validi ovunque nella galassia, per qualche motivo qui non funzionano.
    Che poi, “per qualche motivo”… i motivi li conosciamo bene.
    (comunque per lo meno il secondo me lo hai venduto 😉 )

    1. Sono comunque letture molto valide… e Kleon è un comunicatore che mi suscita naturale simpatia 🙂
      Riguardo all’inutilità di questi manuali per noi popoli mediterranei la vedo come te. Il motivo è, mah, complesso… Diciamo che in linea di massima si tratta di un mix di diffidenza e spilorceria.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...