43 commenti

    1. Sono della stessa opinione. Ricoprono una percentuale pari al 33% (dato fondato sulla mia modesta esperienza :D) e sono anche per me le persone meno sopportabili.
      Sono invece combattuta su “alterego perfetto”: non l’ho mai incontrato e credo sarebbe un esperienza piuttosto interessante.

    1. Religiosi e moralisti oramai li evito come la peste bubbonica, ma da ragazzino ero obbligato a frequentarli per questioni di scuola etc. In effetti sono state esperienze alquanto traumatizzanti.

  1. Oddio, ne ho incontrati diversi anche io. Di luddisti e chierici è pieno il mondo, o forse l’ Italia, chi lo sa, e da medioman siamo circondati.
    A volte temo di oscillare io stessa tra l’ instabile e il depresso, ma poi cerco di darmi una calmata.
    Certo che è un divertentissimo campionario d’umana miseria

    1. Il punto è proprio questo Patrizia: alla fine ci vogliono far pensare che siamo noi quelli sbagliati, quelli instabili e asociali. Mentre in realtà esprimiamo solo il lecito diritto di spendere il nostro tempo con persone che ci meritano…

  2. bella e ed esaustiva descrizione, in effetti io potrei citare anche : l’assatanato cronico, il blogger rinsavito, il tisanoreico-dipendente,il guarda-dove-stiamo-andando-io-lo-dicevo-già-20-anni.fà..etc, etc..con tutti quelli che mi passano per lo studio tutti i giorni è già molto che non parlo con le ciabatte alla sera…comunque hai centrato molti punti,come al solito.

    1. Sì, se ci mettiamo a pensare saltano fuori almeno altre venti categorie, forse anche peggiori…
      Il qualunquista;
      Il malato di sesso (l’assatanato cronico che citi tu);
      Il Giovane Vecchio e il suo contrario (il Peter Pan da discoteca);
      Quella che ce l’ha solo lei;
      Il forcaiolo per natura;
      L’intellettuale da salotto…

      e via elencando.

  3. eheh, in effetti..nell’esercito ne vedi di tutti i tipi, mi ricordo in Somalia c’era un collega Ten.dei bersaglieri che continuava ad “alleggerire” gli anfibi in dotazione ai suoi uomini con improbabili tagli e ritagli convinto che così si corresse meglio e più leggeri, io dicevo “guarda un 7.62 corre sempre più veloce di tè”, mamma mia, come s’incazzava..e via discorrendo, bel campionario..

  4. Grande top10! 😀
    Medioman e il luddista sono quelli che incontro più di frequente… Eppure, udite udite, io ho incontri ravvicinati anche con Chierici “al contrario”: strenui difensori della crociata scientifica, del caso a tutti i costi, provocatori, imbecilli, ignoranti e soprattutto sempre pronti a ricordarti quanto la tua fede (o altro) sia roba stupida, superstiziosa, inferiore ecc ecc.
    Li abbatterei volentieri con una sparachiodi da macello, ma per fortuna sono un Buono. 😀 Sì, se dovessi aggiungere una undicesima categoria inserirei “Il Legale Buono”. E’ una mia personalità che esce fuori a tratti, ci sto lavorando, ma purtroppo a volte vince lei 😀

    1. Medioman e luddisti sono ovunque, purtroppo! I secondi sono meno numerosi ma infintamente più rompicoglioni 😛
      I Chieri al contrario rendono appieno l’idea. Io, tanto per chiarire, odio tutti i fanatici, quindi agli gli iperazionalisti, così come i comunisti, i fascisti, e tutti quelli che ragionano di pancia e non di testa.

  5. Ne aggiungo uno di mio – il vampiro psichico.
    Lo conosci e pare normale, ma poi, improvvisamente, dalla sera alla mattina ha i tuoi stessi interessi, legge gli stessi libri e gli stessi fumetti, frequenta gli stessi posti, conosce la stessa gente; diventa amico dei tuoi amici, fa battutine sceme alla tua ragazza.
    In capo a poco tempo te lo trovi sempre fra i piedi – dovunque vada lui c’è, o è appena passato, sai quel tale, simpatico, eh, abbiamo parlato di te…
    Comincia a stressarti, non puoi più uscire con gli amici per una pizza che lui si aggrega, decidi un cinema con la tua ragazza e ti trovi anche lui in biglietteria…
    Ti stressa, svilendo in chiacchiere inutili interessi e rapporti a cui dai valore, è un tuo clone ma buffonesco e “gransimpatico”…
    E poi improvisamente scopri che di amici non ne hai più, perché negli ultimi tempi, mah, eri sempre così scostante, hai dato buca al gruppo un paio di volte, e lui ha spiegato che probabilmente hai dei problemi…
    E scopri che la tua ragazza ci va a letto, perché in fondo è più simpatico di te, che non ci sei mai.
    Quanti ne ho incontrati – uno, ed ho le cicatrici per dimostrarlo.

    1. Oddio… temo di averne uno tra i piedi proprio in questo periodo 😦
      Non siamo ancora arrivati alla terribile conseguenza finale che citi tu, ma c’è qualcosa dell’aria… come un profumo di… imminente inculata (se mi passi il francesismo).
      Tutto ovviamente nascosto dietro il sottile velo di sorrisi, complimenti e messaggini traboccanti d’entusiasmo e amicizia.

  6. L’instabile mi ha fatto morire, perchè ne conosco uno cui la descrizione calza benissimo XD L’alter ego io l’ho incontrato: due anni di amicizia stupenda. Fratelli separati alla nascita. Poi ha trovato una donna che lo ha alienato completamente dalle sue amicizie, me compreso. Ora fa lo stronzo di professione 😀

    1. L’instabile è anche ingestibile! Di solito ha un carattere brillante che attrae (non a caso spesso è una donna), ma riesce a farsi amare, poi odiare, poi ancora amare nel giro di un paio di giorni.

      Riguardo all’alter ego… salvalo! 🙂 Salva te stesso!

  7. Io aggiungo: Il blablableggiatore. Quello che ti chiama per riversarti tutti i suoi cacchi e le sue frustrazioni, poi se ne va contento e “leggero” per essersi sfogato…Mentre a te, con tutti i suoi “bla bla bla” t’ha solo innervosito.

    Comunque sono 10 persone tremende, quelle di questo post. Io ho avuto a che fare con parecchi chierici…Da prendere tutti a calcagnate nelle gengive.

    1. E’ vero: altra categoria di rompicoglioni, i blablableggiatori.
      Oramai li ho eliminati, ma ne ho avuto uno, fino a pochi anni fa, che mi chiamava 4/5 volte al giorno per raccontarmi tutte le sue minchiate, perfino le partite ai videogiochi che si sparava dalla mattina alla sera!

  8. Il Dieci, eh… 😀
    Anche se ci gioco col fatto che siamo identici, più passa il tempo, più mi accorgo che non lo siamo affatto. Per fortuna. Tu che dici? ^^

    1. Dico che è solo un bene avere alcune piccole ma fondamentali differenze!
      L’alter ego a cui mi riferisco nel post è un amico che oramai non è più tale… Abbiamo fatto per anni un percorso identico: interessi, passioni, studi, amici… Ma sotto sotto abbiamo anche iniziato presto a mal sopportarci.
      Io lo trovavo tutto sommato migliore di me e lo invidiavo.
      Lui aveva un ego debordante e voleva che gli facessi da spalla.
      Perciò alla fine, se avessimo continuato a frequentarci, ci saremmo scannati 😛

      1. Ma magari anche lui ti trovava migliore di sé. 😀
        Comunque, è capitato anche a me, specie quando si ha a che fare con un intelletto molto simile. Ci si scorna, prima o poi, garantito. ^^

        1. Sì, è probabile che il “sospetto” fosse reciproco 😉
          Oramai lo rivedo una volta ogni due/tre anni e mi sembra di vedere la mia versione ucronica, in stile “Sliding doors”. Alla fine abbiamo preso strade molto diverse. Lui ha fatto carriera ma non lo invidio più, anzi! 🙂

          È assurdo come spesso il blog sia un perfetto mezzo di autoanalisi…

  9. Di medioman ne incontro parecchi tutt’ora,sono come i roditori ce ne sono troppi e si riproducono in fretta.In questo periodo inoltre mi tocca avere a che fare con un depresso che è pure paranoico…

  10. Dopo tutto l’eremitaggio diventa attraente, specie se sei circondato da gente così e le leggi illiberali di questo paesucolo non ti permettono di aumentare l’inquinamento da piombo attorno a te. Che dirti, li detesto tutti. Sono felice di non averne attorno più di tanti.

  11. E peggio del peggio sono quelli che incorporano almeno due o tre delle caratteristiche indicate (più altre a scelta)… Impossibile? Ma che ne dici del Chierico-Luddista o del Depresso-Pavido-Instabile, ma essenzialmente Medioman?
    Ma forse la forma più pericolosa (e subdola) è quella del Leader nato-Alterego!!

  12. Il vampiro psichico è il più agghiacciante, ammetto. Incontrata una che mi ha scippato l’uomo sotto il naso, punita rivelando al suo fidanzato ufficiale che era una grandissima TXXIA. Non si sono più sposati.
    Il chierico lo gestisco abbastanza bene, ma non sopporto il MEDIOMAN normale e la variante MASCHILISTA: quello che ne vedi 4 in una macchina e rallentano per guardare la tipa in minigonna. Quello che con i mediomen amici dopo la partita va fare il puttan-tour, ovvero a guardare le signorine al marciapiede perchè le donne vere non osano avvicinarle.

    Il PUNTALIZZATOR, quello che ti fa notare sempre e puntualmente che potevi farla meglio quella cosa. Ma che non fa un’emerita mazza nella sua inutile vita.

    IL MENTITORE LUNATICO: quello che pur di salvarsi le chiappe è capace di inventare qualsiasi fandonia intrisa di cattiveria.

    E poi, scusate ma qui sono punta sul vivo: IL PARENTE (DEL TUO PARTNER) SUPERINVADENTE, quello che si piazza da voi ogni mento con la scusa della parentela.

    1. Oddio!
      Il parente superinvadente è davvero una piaga!E’ nel mio campionario e garantisco che ogni volta devo utilizzare nuove tecniche Zen per sopravvivere!

      Il mediomen maschilista risveglia tutta la mia darkside…non ti sto a dire quanto lo detesto e quanti dispetti e sgambetti riesco a fargli se me ne capita sottomano uno!
      Probabilmente aumento in questo modo la sua paura di avvicinare una donna “vera” e lo rendo ancora più maschilista, forse non dovrei tirare fuori il peggio ma è più forte di me!)

      Però ammetto che il vampiro psichico è quello che mi inquieta di più.
      Non lo ho mai incontrato (probabilmente per via del mio scarso carisma!) ma dai vostri racconti mi rincuoro e parecchio!
      In ogni caso…gran bella conclusione quella della tua storia…voglio dire…nel male almeno hai ottenuto una specie di rivincita!

      Cily

  13. Nel complesso li trovo tutti accettabili, se comparati con la categoria che più temo: il SUPERIORE, quello che ti guarda sempre con un’aria tipo: “Vabbé, ma che tu che ne sai”, ti irride con lo sguardo e ti sta vicino solo perché, evidentemente, è convinto che accanto a una mediocrità come te risalterà meglio la sua superiorità.
    Ne ho conosciuti un paio, e francamente dopo aver conosciuto loro tutte le altre persone mi sembrano migliori.

  14. c’è anche una categoria che temo particolarmente: il politicante paranoide. uno che divide tutto quello che vede o sente come una strisciante propaganda avversaria, capace di trovare un sottotesto politico anche in un film di Boldi e De Sica. decide le amicizie in base alla politica e danno per scontato che voi la pensiate come loro. che sia progressista o conservatore fa nessuna differenza, ma se unito con altre categorie, come il Moralista o il Chierico, può diventare devastante

  15. Hai praticamente descritto tutti i miei amici. Ma va bene, bisogna prenderli così, con tutti i difetti e volergli bene, sennò si rimane soli soletti. E poi che c’entra, volente o nolente ci si affeziona… stupidi, pazzi, egoisti e sfiancanti amici; cosa farei senza di voi?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.