Due parole sul Weird Western

Zeppelins West

Visto che è imminente l’uscita di Biondin e i Mostri, la novelette di cui accennavo sabato qui sul blog, ritengo opportuno spendere due parole sul genere a cui essa più si avvicina, vale a dire il Weird Western.
Premetto che il mio ebook non sarà ambientato nel selvaggio ovest americano, bensì nel Piemonte di inizio ‘900. Per questo rientrerà nei canoni del progetto di scrittura condivisa Risorgimento di Tenebra. Le somiglianze con la leggendaria “frontiera” ci sono comunque, perciò mi sono arrogato il diritto di definire Biondin e i Mostri una storia Weird Western.
Ossia?

Il Weird West è un filone delle opere narrative che mescola liberamente i generi del western e del fantastico, tipicamente fantascienza, ma anche fantasy e orrore.
Più precisamente, un fantawestern è di solito una storia ambientata nel vecchio West ottocentesco – o in un mondo simile – in cui è presente della tecnologia moderna o futura. L’anacronismo tecnologico di queste storie è giustificato in vario modo: potrebbe essersi verificata una rivoluzione industriale/tecnologica prima che altrove, oppure è stata importata una tecnologia da un altro tempo o luogo, o ancora si tratta uno scenario post apocalittico in cui sono rimasti intatti solo alcuni elementi tecnologici. Il genere si sovrappone spesso con lo steampunk e a volte con l’ucronia. (Fonte: Wikipedia).

La definizione è abbastanza accurata, perciò ve l’ho riportata integralmente.
Il filone è anche noto come Fantawestern o Westernpunk (perché oramai il suffisso -punk non lo si nega a niente e nessuno).
Pare che il genere sia nato ufficialmente – ossia con questo nome e con delle caratteristiche ben codificate, nel 1967, a mo’ di evoluzione più dark dello Spaghetti Western, che tutti conosciamo.

In realtà delle storie di Weird Western si trovano già molti anni prima di quella fatidica data, anche se non erano ortodosse né facilmente collocabili.
Del resto, come cita sempre la pagina Wikipedia dedicata a questo genere, il pulp degli anni ’30 e ’40 era ricco di pistoleri solitari che si trovano ad affrontare nemici esotici, dotati di armi anacronistiche e di poteri fantascientifici.
Un film molto interessante, che possiedo anche in formato DVD, è La Vendetta di Gwangi, una storia di cowboys e dinosauri, realizzato nel 1969. Già una quindicina di anni prima era stato distribuito il meno noto La valle dei disperati, produzione USA ambientata in Messico, con più o meno gli stessi elementi di Gwangi.

the-valley-of-gwangi

Un doppio sdoganamento del filone avvenne grazie al telefilm The Wild Wild West (1965-1969), che personalmente non ho mai visto, e al fumetto Weird Western Tales, della DC Comics, di cui invece ho letto qualche storia.
Il celebre autore Joe R. Lansdale ha poi contribuito non poco all’affermarsi di questo genere di storie, con tanto di “deriva” horror-ucronica dei suoi racconti weird-western più folli e godibili. Su di tutti consiglio Zeppelins West, uscito in Italia col titolo Fuoco nella Polvere, per Fanucci.

Che ci fa Buffalo Bill (o meglio, la sua testa) a bordo di uno Zeppelin diretto verso il Giappone? Ovvio, porta in tournée il suo spettacolo viaggiante, il Wild West Show. Ma che fine ha fatto il resto del suo corpo? E soprattutto, la sua è una missione così innocua come sembra? O nasconde qualcosa?

La breve sinossi vi dà un giusto assaggio di quanto potete trovare in questo romanzo breve. Può piacere o non piacere, ma senz’altro si tratta di una storia che di “weird” ha veramente parecchio.

L’opera più celebre del Fantawestern è però Wild Wild West, film del 1999, con Will Smith e Kevin Kline. So che a molti non è gradito, invece a me, che paradossalmente non sono mai stato un grande amante del western, la pellicola ha divertito non poco.

Oggigiorno esiste un gran catalogo di film, romanzi e fumetti che rispondono ai canoni del Weird West. Il genere tira parecchio e occupa una nicchia importante. Ci sono varianti che toccano più o meno qualunque genere del fantastico, in particolare la space opera (basti pensare ad alcuni scenari di Star Wars, ma anche alla serie animata The Adventures of the Galaxy Rangers, e al più noto cartoon BraveStarr, prodotto dalla Filmation.

bravestarr

In Italia siamo – una volta tanto – all’avanguardia. Personaggi come Zagor e Magico Vento sono assolutamente Fantawestern, molto apprezzati anche all’esterno, e portatori di una bella ventata di novità, negli anni in cui Tex Willer stabiliva dei canoni abbastanza rigidi per quel che riguardava le storie della frontiera.

Ci sarebbe molto altro da dire, ma queste dovevano essere “due parole”, e son già più di 700. Quindi mi fermo qui.
In attesa di Biondin e i Mostri.

El Topo, di Alejandro Jodorowsky.
El Topo, di Alejandro Jodorowsky.

– – –

(A.G. – Follow me on Twitter)

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

21 commenti

  1. Non hai mai visto The Wild Wild West?!!
    Quello vero, intendo, non la porcheria con Will Smith…
    Beh, sei fortunato – tutta la prima serie (quella in bianco e nero, che è la migliore) si trova su Youtube in streaming.
    Vale decisamente la pena – e se ti è piacito il film (urgh!) immagino la serie ti lascerà decisamente soddisfatto.

    1. La porcheria con Will Smith a me piace 😉
      E no, non ho visto il telefilm. Visto che c’è sul Tubo proverò a gustarmi le prime puntate.
      Grazie della dritta!

      1. Io credo – senza alcun intento polemico, ma proprio solo come considerazione – che il film possa piacere solo a chi non conosce la serie.
        Nel senso che ilcontrasto è talmente forte, che è come essere schiaffeggiati.
        Ma poi fammi sapere cosa te ne pare, degli episodi 🙂

  2. Anche io ho trovato divertente WWW con Will Smith, e nemmeno sapevo definire il genere 🙂

    Ieri sera invece ho visto, quasi per caso, Cowboy & Aliens.
    A dispetto del cast (Harrison Ford, Olivia Wilde, Sam Rockwell, Daniel Craig, etc.) e della trama interessante però si è rivelato un nulla di che.

  3. Interessante! Approfitto spudoratamente e vergognosamente per autopubblicizzare l’imminente l’uscita di un mio ebook weird western, anzi, una “Fanta Dime Novel”, dal titolo “Luna Coyote”….. e giuro che si tratta di assoluta coincidenza temporale! Io amo il western e il weird western alla stessa maniera, cioè parecchio. C’è una marea di materiale su cui parlare. Recentemente, per dire, sto apprezzando tantissimo la riproposizione del fumetto Bouncer, di Jodorowsky, un incatalogabile e per me splendido psico-horror-western. Una nota puntigliosa su Tex: in realtà fu proprio Tex Willer di Gianluigi Bonelli e, prima di lui, gli altri lavori dello stesso Bonelli Senior, ad aprire allo “spaghetti-fanta-western”. Nelle storie di Tex del creatore (Bonelli Senior, appunto) sono molto presenti elementi sovrannaturali e weird: dal curandero El Morisco (personaggio ricorrente) alle invasioni aliene, dai dinosauri (sì, ci sono stati anche in Tex Willer!!!!!!) agli indiani mutanti. Basti pensare che il supercattivo storico della serie è Mefisto, uno stregone pazzo che usa le sue arti negromantiche per distruggere i quattro Pards. Quindi Tex è in realtà inaspettatamente weird. Dopo Gianluigi Bonelli questa caratteristica si è aimè persa per molti anni. Solo recentemente Mauro Boselli sta riportando qua e là e molto abilmente qualche elemento weird, ma col contagocce, visto che ormai i lettori di Tex (ora sì, invece) vogliono quasi solo western classico. Ma ci sarebbe da parlare per ore. Viva il Weird Western! Samuel M

    1. Hai fatto bene ad approfittarne perché sai bene che adoro ciò che scrivi 🙂
      Anzi, mi prenoto spudoratamente una copia staffetta ai fini di recensione. Così, tutto in pubblico 😀

      Riguardo a Tex non è certo un caso che a me piaceva proprio nel suo periodo di ibridazione col fantastico.
      Non sono un grande amante del West puro, quindi gli attuali numeri di Tex mi causano soprattutto noia.

      Zagor invece, che ho ripreso a leggere, è ancora gagliardo!

      1. Zagor è gagliardo per essere un vecchietto di cinquant’anni di edicola, e se avrai la pazienza di aspettare marzo 2015 leggerai la mia prima storia dello Spirito con la Scure. 🙂 Si intitola “Hellgate brucia” ed apparira’ in due albi sulla serie regolare.
        Oggi sono proprio in vena di pubblicità marchettare…… :O
        Marchettianamente parlando, sì, ti girerò volentieri l’ebook in anteprima-stampa!!

          1. va beh dai…. toccato il fondo non rimane che scavare quindi sparo la terza….. il 31 luglio (fra 15 giorni) esce in edicola il mio nuovo Dampyr……… il “Maxy Dampyr” la cui prima storia è mia…… “Gli orrori di Khata Khoto”, un pulp avventuroso ambientato nella Cittadella Nera di Khara Khoto, nella Mongolia Cinese, dove si è risvegliato un vampiro millenario…! Basta sul serio; mi taccio per sempre. Samuel

  4. E in ogni caso come non citare in questa discussione quel piccolo gioiellino di Tyrannosaurus Tex di un certo Davide Mana…………… e che lo stesso Davide ha molto professionalmente evitato di auto-citare.

  5. Be’, i migliori che ho letto sono senza ombra di dubbio quelli di Lansdale con protagonista il reverendo-pistolero Jebediah Mercer. Uno è Dead in The West, dell’altro proprio non mi ricordo il titolo, ma mi ricordo che mi era piaciuto anche più di Dead in the West.
    Di molto bella c’è anche la raccolta di racconti di Alfredo Mogavero, Six Shots, uscita a suo tempo per la XII Edizioni.

    1. Lo ricordo e lo possiedo! (Smarrito in qualche armadio, temo…)
      Ottimo esperimento italiano nel fantawestern… quasi un precursore (limitatamente al nostro paese).

  6. So che anche il mitico R.E. Howard, accanto ai personaggi più celebri come Conan, aveva creato il suo eroe pistolero, Breckinridge Elkins le cui avventure si svolgevano in una frontiera non weird e neppure fantasy, però con qualche elemento surreale, atipico per le storie western dell’epoca.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...