fumetti

Rise of the dungeon master

Una ventina di anni fa, quando giocavo di ruolo ben 2 o 3 volte a settimana, ero abbastanza convinto di poter trasformare questa passione in un lavoro.
In fondo giocavo soprattutto ad Advanced Dungeons & Dragons, il GDR commercialmente più diffuso in quel periodo, con un bacino d’utenza impressionante, tra fan e giocatori occasionali.
Già da tempo sceglievo quasi sempre il ruolo di dungeon master, e amavo inventare ambientazioni e avventure, preferendo il materiale scritto di mio pugno a quello ufficiale, pubblicato dalla storica casa editrice TSR (diventata poi Wizards of the Coast). Così, negli anni, mi sono inventato tre mondi differenti, ho scritto una quarantina di moduli d’avventura, ho inventato (insieme a un amico) una nuova classe giocante, ispirata ai guerrieri di arti marziali dotati di poteri spirituali, e molte altre cose ancora.
Credo sia l’aspetto che, più di altri, ho conservato anche nella mia attività di scrittore, e che ho recentemente riesumato, creando dei giochi di ruolo ex novo.
Tutti conosciamo i nomi a cui dobbiamo dire grazie, per aver coltivato questa “strana” passione, ma forse in pochi siamo eruditi sulla storia di tali persone. La più famosa di esse è sicuramente Gary Gygax.

Rise of the Dungeon Master. Gary Gygax e la creazione di Dungeons & Dragons, scritto da David Kushner e illustrato da K. Shadmi è la storia a fumetti di come Gygax è arrivato a inventare il gioco di ruolo più famoso di sempre, trasformando in una colonna portante della cultura popolare (o cultura nerd, se preferite – no, io non preferisco).

Rise of the Dungeon Master ha pochi slanci romantici, adottando piuttosto una ricostruzione fedele di quelli che furono gli anni pionieristici dei giochi di ruolo. Gli autori descrivono anche il complesso rapporto tra Gygax e i suoi primi collaboratori, soprattutto quel Dave Arneson che è stato un sodale, un fratello, in alcune occasioni un rivale.

Si legge con una certa nostalgia degli anni d’oro della leggendaria TSR (per me lo era davvero), la Tactical Studies Rules, casa editrice creata in un seminterrato da Gygax e da Don Kaye, nel 1973, e diventata il colosso ludico per antonomasia degli anni ’80/’90.
La graphic novel non risparmia nemmeno la parentesi riguardante la caccia alle streghe che ebbe come bersagli i i giocatori di Dungeons & Dragons a inizio anni ’80, complice lo sciagurato film Maze & Monsters (1982), con un giovane Tom Hanks come protagonista.

Gygax e soci hanno superato tutto ciò, dimostrando che lavorando con impegno, con preparazione e con costanza è davvero possibile trasformare una passione in un lavoro, condividendo tutto ciò con un pubblico ben contento di contribuire (pagando) al successo dei meritevoli. Un concetto semplice, ma che per taluni versi sembra sempre più fantascientifico, soprattutto nell’Italia sparagnina dei giorni moderni.

Rise of the Dungeon Master, dicevamo, ha pochi slanci romantici, ma quando li fa colpiscono decisamente nel segno.
Riprendendo il credo di Gygax a proposito dei giochi di ruolo, il fumetto in questione ricorda che lo scopo di tutta la produzione del buon Gary era quello di divertire e di far divertire. Di esplorare il mondo con occhi diversi – gli occhi dell’immaginazione – per non smettere mai di sognare mondi nuovi e fantastici.
Inizialmente Gygax era un tecnicista, ovvero un dungeon master con la fissa per tabelle, regole, lanci di dadi, manuali di espansione per risolvere qualunque situazione di gioco possibile. Col tempo le sue posizioni sono un po’ cambiate, tornando all’essenza pura del GDR che è, come già detto, quella di divertire in modo sano, e di stimolare la mente umana.

Gary stia tranquillo: il suo scopo è stato raggiunto da centinaia di migliaia di giocatori in tutto il mondo.
Me compreso.

Qui potete trovare la graphic novel. Come avrete capito, mi è piaciuta.


Articolo di Alex Girola: https://twitter.com/AlexGirola
Segui la pagina Facebook di Plutonia: https://www.facebook.com/PlutoniaExperiment/
Segui il canale Telegram di Plutonia: https://telegram.me/plutonia
Pagina autore: amazon.com/author/alessandrogirola
Sostieni il blog con un caffè: ko-fi.com/alessandrogirola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.