Darkest – una variante di 2MM

2MM Darkest

La Marvel Comics ha Ultimate, che è una versione “adulta” del classico universo di Casa delle Meraviglie. Stessi personaggi, cronologia cambiata in più punti, toni e atmosfere più mature.
Un gran lavoro di ricostruzione, per molti versi superiore all’originale. O almeno così la vedo io. Se volete dare un’occhiata, leggete la pagina Wikipedia dedicata a Marvel Ultimate: è abbastanza completa e ben scritta.
Forse non tutti ancora lo sanno, ma anche Due Minuti a Mezzanotte (2MM) ha una sua versione alternativa e virata all’horror: Darkest.
Il suo autore è Germano M., che già ha scritto diversi interessanti racconti che mischiano suggestioni “supereroistiche”, dark fantasy, mitologia e, appunto, horror. Per capire di che si tratta, vi consiglio di acquistare Bitch Blade e Jack & Jill. Costano poco e sono ottime letture.
Ma spendiamo qualche parola in più su Darkest, citando la descrizione che ne dà il suo creatore.

Cos’è 2MM Darkest

Darkest è una distopia.
Essa fonde alcuni elementi alla base dell’ambientazione di Due Minuti a Mezzanotte e li innesta in una visione negativa e malsana della nostra realtà.

Esso è identico al nostro, per quanto riguarda lo sviluppo storico e tecnologico, ma ha un gusto più vintage: accade spesso, infatti, di imbattersi in vecchi cellulari con schermo a fosfori verdi o rossi, oppure in vecchi monitor ingombranti, a tubo catodico, o ancora in auto d’epoca, etc…
Ci sono state due guerre mondiali, la guerra fredda, il crollo dell’Unione Sovietica. C’è però una differenza sostanziale: il logoramento.
Darkest è una variante cupa e sporca del nostro mondo. Non deve meravigliare il riferimento e l’insistenza, nel testo, alla sporcizia, o alla perversione di certi rapporti umani.
Immaginate una realtà simile alla nostra, ma corrotta in ogni sfumatura, come un fiore profumato che ha iniziato a marcire.
I rifiuti e il luridume che infestano gli angoli di Darkest sono espressione tipica di questa realtà, così come i rapporti sociali degradati.

2MM Darkest 2

Teleforce e superumani in versione Darkest

La Teleforce è una energia/evento che ha segnato uno sviluppo differente della società umana. La Teleforce esiste da sempre e ha contaminato, in misura maggiore o minore, le creature viventi del nostro pianeta.
Essa è alla base di ogni mito o leggenda o stranezza storicamente riportata: i giganti o i lupi mannari? C’è il caso che siano esistiti realmente e che fossero esseri umani “contaminati”.
Da sempre, a queste creature sovrumane sono corrisposti i cacciatori. La Teleforce è stata combattuta dagli albori della civiltà, quando ancora il mondo era dominato dalla superstizione, con determinazione assoluta. Oggi la si persegue con metodo scientifico.
Nikola Tesla l’ha solo “riscoperta” agli inizi del Novecento. L’esperimento è stato secretato, così come è stato gettato discredito sulla carriera dello scienziato serbo.
Gli studi di Tesla sono stati poi riprodotti da Hal Salazar, per conto degli statunitensi, e dall’Unione Sovietica, proprio a causa delle dinamiche della Guerra Fredda, che ha incrementato lo spionaggio e la competizione tra nazioni.
Negli anni settanta, il governo USA ha annunciato al mondo l’esistenza di quattro sovrumani (o super) al servizio dello U.S. Army, della CIA e occasionalmente della NATO.
Un anno dopo, anche l’Unione Sovietica ha presentato il proprio sovrumano, Sibir, protettrice della Rodina (patria, in russo).
Similmente a quanto avvenuto per lo sviluppo della tecnologia nucleare, le nazioni più progredite hanno, nel corso degli anni, sviluppato e perfezionato i propri studi sulla teleforce e creato i rispettivi sovrumani.
Alcuni di essi sono stati addirittura prodotti da enti privati e noleggiati, come mercenari, da chi aveva il credito sufficiente per comprarne i servizi.
Tutti i sovrumani sono longevi: secondo gli studi ufficiali, la durata della loro vita è stimata in centinaia di anni. E tutti sono resistenti ai danni e possiedono talenti speciali, che li rendono potenti, pericolosi e virtualmente incontrollabili, come semidei.
Sconosciuto, eccetto che ai più importanti servizi segreti mondiali, è l’esatto numero dei sovrumani ad oggi esistenti, così come le loro identità, eccettuate quelle dei sovrumani ufficiali, con incarichi governativi.
Con una risoluzione ONU, gli studi sulla Teleforce e l’impiego dei sovrumani sono stati drasticamente limitati, invitando le maggiori potenze a un rispettivo disarmo, e all’applicazione della teleforce in settori scientifici di pubblica utilità: sanità, progresso tecnologico, lotta all’inquinamento, informatica, etc…
I sovrumani non registrati, o illegittimi, o non autorizzati vengono sistematicamente cacciati, posti sotto custodia e/o distrutti.

2MM Darkest 3

Le cose a venire

Dopo avervi spiegato cos’è Darkest, con le parole del suo ideatore, mi permetto di aggiungere soltanto poche cose.
In primis questo scenario non è al momento condiviso, nel senso che non è di libero utilizzo, a differenza dello scenario classico di Due Minuti a Mezzanotte. Se volete scrivere qualcosa utilizzando l’ambientazione di Darkest, chiedere al suo creatore, e magari anche al sottoscritto.

Seconda cosa: a breve farò il mio esordio in questa variante di 2MM. Il “come” lo avevo anticipato in uno dei post di fine anno, ma qui ufficializzo la cosa. Ho scritto una nuova novelette sulla mia supereroina russa, Sibir. Il titolo è Sibir: the Zombie Cossacks, e la potrete leggere a brevissimo.
Ho approfittato dell’occasione per fare un parziale reboot del personaggio, sicché questo romanzo breve sarà godibile anche se non avete letto null’altro su Sibir (gli ebook che la riguardano li trovate gratuitamente nell’apposita pagina di questo blog, se siete curiosi). Ci saranno delle piccole novità, e un bel po’ di azione. Sarà divertente. Sarà anche un nuovo inizio per Nadia (vero nome di Sibir), ma non necessariamente per quel che riguarda la mia scrittura in ambito 2MM.

Ultima cosa, che poi in realtà è una richiesta: fateci sapere cosa ne pensate di questa variante di 2MM. Vi piace l’idea di “giustificare” alcune creature della mitologia con la Teleforce? Vi piace l’atmosfera decadente e virata all’horror? Vi piace la parziale marginalizzazione dell’elemento supereroistico classico (fermo restando che restano i big della round robin)?

A voi la parola.

Intanto, in assoluta esclusiva, vi anticipo la copertina di Sibir: the Zombie Cossacks, realizzata da mastro Giordano Efrodini.
Io la reputo un piccolo capolavoro.

Sibir: The Zombie Cossacks (copertina di Giordano Efrodin).
Sibir: The Zombie Cossacks (copertina di Giordano Efrodin).

Nota: Le immagini utilizzate per questo post, tranne quella riguardante Sibir, sono prese dal gioco di ruolo Mage: The Ascension.

– – –

(A.G. – Follow me on Twitter)

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

15 commenti

  1. Credo che trattare il tema supereroistico con argomenti e atmosfere più “mature” sia una cosa molto bella. Del resto è quello che ho cercato di fare anche nel mio piccolo spinoff.

    Darkest è interessante, unisce tanti elementi intriganti. E Germano direi che ha fatto bene a ideare un’alternativa allo scenario base in maniera così strutturata.

    Ciao,
    Gianluca

    1. Come sempre, non è partita con l’idea di una struttura.
      I miei primi racconti li ho contaminati in questo modo, non gradendo molto il tema supereroistico classico. Poi mi sono accorto che il quadro aveva coerenza, e ho deciso di svilupparlo. ^^

    2. Darkest è molto interessante, inoltre le cose che mi piacciono di più dei progetti supereroistici sono proprio i “what if” e le varianti.
      Certo, andrebbero messi da parte un bel po’ di preconcetti, da parte dei lettori italiani, che hanno ancora l’idea dei supereroi datata 1960 (o giù di lì).

  2. Mi piace un bel po’ questa versione Darkest, ha quel gusto cupo e corrotto che getta un’ombra alle spalle di ogni personaggio rendendolo tridimensionale in modo perturbante. 😀

    La copertina nasce anche grazie al materiale passatomi da Alex che ho assemblato a modo mio, sono curioso di conoscere anche le opinioni del pubblico al riguardo. 😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...