Sibir: Red Heat (ebook gratuito)

Sibir: Red Heat
di Alessandro Girola
Racconto autoconclusivo legato allo scenario di Due minuti a mezzanotte
Formato ePub e Mobi – 54 pagine in A5 più appendice –
Copertina e character design: Giordano Efrodini
Link per il download diretto (versione ePub)
Link per il download diretto (versione Mobi)

Sinossi

Tunguska, Siberia.
Un uomo misterioso si nasconde nei pressi di un remoto villaggio, isolato dal resto del mondo. Il suo nome in codice è Todote, lo stesso del Dio della morte della tradizione samoieda. Si sa poco su di lui, tranne che è in vita da molto, moltissimo tempo, e che si trovava a Tunguska già nel 1908, quando un’ondata di Teleforce si abbatté sull’intera area, come un flagello divino.
Ora Todote è sparito. Qualcuno l’ha portato a Portorico per sfruttarne i misteriosi poteri. Toccherà a Sibir, l’unica, vera supereroina russa, trovare l’uomo e riportarlo in patria. Ma la trasferta in terra americana non si rivelerà affatto facile…

Presentazione

Dopo avervi proposto i tre spin-off su Libby, la supereroina del team START e della Round Robin Due minuti a mezzanotte, eccomi a presentarvi un un nuovo racconto (lungo) ispirato al mondo supereroistico creato per l’occasione.
La protagonista è Sibir, eroina russa, fino al momento soltato citata in uno degli ebook su Libby, Bullet of Love. Il personaggio era troppo ricco di fascino e potenziale per limitarne l’utilizzo a una comparsata di poco conto. Proprio per questo motivo la bella Sibir è diventata appunto protagonista di un ebook tutto suo e, con ogni probabilità, proseguirà la sua carriera in un secondo racconto autoconclusivo che ho iniziato a scrivere in questi giorni.

Sibir nasce -nella mia mente- con le fattezze e le caratteristiche fisiche della tennista siberiana Maria Sharapova. Come al solito creare un personaggio identificandolo con una celebrità realmente esistente si è rivelato un processo divertente e stuzzicante. I poteri di questa eroina… li scoprirete soltanto leggendo l’ebook. Spero e credo vi piaceranno. Per gli appassionati di cross-over e team-up fumettistici aggiungo che anche in questo racconto c’è Libby, anche se per l’occasione ha un ruolo non più da protagonista bensì da comprimaria.

Sibir: Red Heat nasce anche con diversi omaggi più o meno nascosti nelle pieghe del racconto. Fin dal titolo si intuisce il riferimento al film Danko (Red Heat, nella versione originale). Cammin facendo vi sembrerà forse di trovarvi anche sul set di altri film che appartengono alla storia di un certo tipo di cinema, da Colors-Colori di guerra a The Warriors. Godetevi le atmosfere.

Sibir: Red Heat è scaricabile gratuitamente in formato ePub e Mobi.
Ringrazio di cuore Matteo Poropat per l’impaginazione e Giordano Efrodini per la copertina e per il character design.
Non mi resta che augurarvi buona lettura, aspettando qualche feedback, come sempre.

PS: Per leggere i file ePub su un normale computer sarà sufficiente scaricare gratuitamente Adobe Digital Editons.

47 commenti

  1. Scaricato e, come sai, entrerà fra gli adottati a breve, Nel frattempo credo darò spazio anche ad altri, ma non disperare che anche Sibir non rimarrà senza un genitore che gli vorra bene… 😛

  2. Finito or ora di leggere. Complimenti, ormai sei una certezza 🙂 Mi è piaciuto come hai calcato sulle differenze fra lo START e l’Unità S, così come i rapporti fra la fredda Sibir e i calienti portoricani. La trama regge bene e l’idea di Brothaman è azzeccata. Fà capire quanto ancora lo START o qualsiasi altra agenzia governativa, poco sappia della teleforce e di quello che ha generato. Unica nota negativa, in questo racconto ho trovato più refusi del solito, magari è colpa della caldazza, ma no problem siamo comunque di fronte a un buon prodotto 🙂

  3. Ciao, sono un feedback. 🙂
    Letto ieri e per me è lo spin-off migliore, non solo delle tue produzioni. La vicenda quadra alla grande e Sibir viene rappresentata in modo ottimale. La Russia che fa da sfondo a parte della vicenda, quella lontana dalla parte europea, sei riuscito a rappresentarla in maniera vivida. A questo punto non posso che chiederne ancora, more Sibir for the masses!

    1. Addirittura! Beh, grazie mille 🙂
      Certo che lo scenario e/o i personaggi russi rappresentano sempre un valore aggiunto… Inoltre, come sempre accade scrivendo, mi sono informato un po’ sulla cultura siberiana, e forse è stata la cosa più divertente dell’intero processo.
      Ci sarà un altro racconto su Sibir, sì sì 🙂

  4. Eccomi qua. 🙂

    Bella lettura, Sibir! 🙂 buoni anche i comprimari, su tutti il detective Fisher. Anche la comparsata di Libby è simpatica.
    Quel poco che si è visto di Uranium me lo sta facendo diventare uno dei Super più intriganti, psicologicamente parlando.
    Bel combattimento finale, nella parte action delle ultime fasi. 🙂

    E infine, un appunto quasi inutile. Nelle “Avvertenze” parli ancora di Fast and Fabulous. 😉

    Ciao,
    Gianluca

    1. Grazie mille del feedback Gianluca, sai quanto ci tengo.
      Uranium è un personaggi affascinanti, lo so. Angelo Sommobuta mi ha detto che sta pensando a uno spin-off, perciò lascio a lui l’onere e l’onore di farcelo conoscere meglio.

      Urca, non mi ero mica accorto della svista che mi segnali! Correggo quando farò una versione 2.0. Grazie della dritta! 😉

  5. Eccomi!Pronta a leggere tutto d’un fiato…anche perchè è cominciata la full immersion in 2MM visto che tra qualche giorno toccherà a me.
    Grazie ancora una volta…per tutte le energie profuse nel progetto.
    E’ davvero bello partecipare ad un gioco così articolato!

  6. Racconto lineare e pulito. Trama ben definita e comprensibile. I personaggi sono verosimili e fanno cose da supereroi in maniera verosimile. Mi e’ piaciuto molto Fisher; mi è piaciuto il suo dialogo con Sibir. Secondo me è la scena più bella del racconto.
    L’unico appunto che ti faccio è sul modo di esprimersi dei russi: usano poche parolacce e sono molto ossequiosi tra di loro. I russi parlano come vecchi gentiluomini siculi degli anni quaranta. Sto parlando di russi, non ucraini, eccetera.

  7. Era sul mio pc da quando l’hai fatto uscire, e sono riuscito a leggerlo solo ora. Pulito, lineare, interessante, soprattutto per l’occhio puntato dall’altra parte del mondo. interessanti anche le differenze di trattamento da parte del governo tra i Super americani e quelli russi.
    Bel colpo, anche se continuo a preferire “Bullt of love”…
    Si vede un po’, secondo me, che si tratta più che altro di un racconto fatto apposta per introdurre il personaggio di Sibir presentandone poteri e personalità, in preparazione per trame future.
    Rimango in attesa di uno spin-off ambientato dall’inizio alla fine nella grande madre Russia!
    Il Moro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...