HPL 300 (4)

Hound of Tindalos

QUATTRO

“Non penserai che quel tizio sia veramente Lovecraft.” dice Sandro, con le mani strette sul volante e gli occhi fissi sulla strada bagnata.
“Un po’ mi piacerebbe.”ammette Roberto.
“E come avrebbe fatto? Macchina del tempo? O è un ghoul con le sembianze di HPL?”
“Non so. Sei tu l’esperto.”
Sandro si volta per un istante verso l’amico. “Fammi vedere ancora quel simbolo sul badge.”
“ATTENTO!” grida Roberto, all’improvviso.
Sandro non sa il perchè di quel grido, ma la reazione è immediata. Pigia il pedale a fondo e inchioda, scordandosi della strada bagnata. L’auto sbanda tre volte ma l’autista la tiene in carreggiata controsterzando.
“Cristo! Che diavolo ti è saltato in mente?” sbotta Sandro, a vettura ferma.
Roberto non ha bisogno di rispondere. L’amico lo vede con i propri occhi.
Un grosso cane nero è seduto in mezzo alla strada. Sembra fissarli.
“Un randagio. Grosso com’è mi avrebbe ammaccato il paraurti.” è il commento cinico di Sandro.
Il motore si è spento, forse a causa dell’inchiodata. Il guidatore cerca di riavviarlo. Prova una, due, tre volte. Niente.
“Fantastico! Proprio da film horror!” commenta Roberto, cercando di essere spiritoso, ma senza riuscire a nascondere il nervosismo.
“Scendiamo, accostiamola al marciapiede e proseguiamo a piedi. L’indirizzo è qua dietro.” dice Sandro, tranquillo.
“Scherzi? Con quel mostro là fuori?”
“Hai paura dei cani? Anche Lovecraft preferiva i gatti.”
“Lo capisco.”
“Comunque non c’è più, guarda tu stesso.”
Sandro non mente. Il cane nero è scomparso nel nulla.
I due amici indossano due impermeabili in tela cerata, scendono e spostano la macchina, poi si dirigono verso l’abitazione di Mister X. Appena svoltato l’angolo si bloccano simultaneamente, come paralizzati.
Davanti al 300 di Via Melville staziona un numero impressionante di cani, di ogni taglia e razza.
Sembrano attendere loro.

(Continua)

Capitolo di Daniele Ramella

Il Mostro della Martesana è la novelette più lovecraftiana del prolifico autore piemontese. L’ambientazione italiana e risorgimentale, unita al contesto squisitamente horror, la rendono unica nel suo genere.
Il blog di Daniele Ramella: Caffè Saturno.

Indice dei capitoli precedenti

Capitolo 1: Alessandro Girola
Capitolo 2: Marco Siena
Capitolo 3: Davide Mana

Articolo bonus della settimana

Les Chines de Tindalos (articolo di Andrea Bonazzi e cortometraggio di Olivier Laffont).

* * *

Clicca qui per saperne di più sul progetto HPL 300 e per conoscere i nomi degli autori coinvolti.
Siete liberi di commentare i contenuti dei vari capitoli su questo blog, oppure sui social network in cui condividete i capitoli già pubblicati. In questo secondo caso vi invito a introdurre la discussione utilizzando l’hashtag #HPL300.
Nessuno vi vieta di fare ipotesi, brainstorming o consultazioni pubbliche sui possibili sviluppi della storia. Siete anzi incoraggiati a farlo.

Se desiderate parlare di HPL 300 sul vostro blog, utilizzate il banner ufficiale ;)
Se desiderate parlare di HPL 300 sul vostro blog, utilizzate il banner ufficiale 😉

– – –

(A.G. – Follow me on Twitter)

Segui la pagina Facebook di Plutonia Experiment

23 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...